in foto: In cammino sulla Via Francigena in Toscana – Foto: Wikimedia Commons

Percorrere chilometri a piedi, immersi nel silenzio della natura, attraversando rovine millenarie, storiche abbazie e borghi medievali. Sono sempre di più gli italiani che decidono di intraprendere un cammino e nel Belpaese si moltiplicano gli itinerari a piedi: non a caso il 2016 è stato proclamato "Anno Nazionale dei Cammini" dal Ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini.

L'Italia presenta numerosi percorsi culturali, naturalistici e spirituali da seguire a piedi. Sono viaggi che permettono di assimilare profumi e colori del posto, assaporare i valori dell'ospitalità, entrare in contatto con la cultura locale e respirare l'autentica anima del territorio. Ma, più di tutto, ogni cammino è un'occasione di crescita personale o spirituale alla scoperta del proprio mondo interiore. Tra pellegrinaggi religiosi e percorsi storici, ecco alcuni dei più suggestivi cammini italiani.

Via Francigena.

Monteriggioni, una tappa della Via Francigena – Credits: Visit Tuscanyin foto: Monteriggioni, una tappa della Via Francigena – Credits: Visit Tuscany

Affascinante e ricca di storia, la Via Francigena era percorsa dai pellegrini medievali che da Canterbury si dirigevano a Roma. Il percorso che attraversa l'Italia parte dal Gran San Bernardo e raggiunge Roma per un totale di circa di 1000 km. Ovviamente si può suddividere il tragitto in itinerari da percorrere separatamente. Per attraversare le varie tappe basta acquistare la credenziale che permette di accedere alle strutture ricettive situate lungo il percorso. Tra gli itinerari più belli si segnalano quelli da San Gimignano a Monteriggioni e da Pont Saint Martin a Ivrea. Senza dimenticare le Vie Francigene del Sud, che da Roma si spingono in Puglia, facendo tappa al Santuario di Monte Sant'Angelo per proseguire verso città portuali protese verso l'Oriente, in direzione Gerusalemme.

Cammino di Assisi.

Assisi, Basilica di San Francesco – Foto: Wikimedia Commonsin foto: Assisi, Basilica di San Francesco – Foto: Wikimedia Commons

Gemellato con il famoso Cammino di Santiago, il pellegrinaggio tocca le principali tappe della vita di San Francesco attraverso luoghi dalla natura incontaminata dove il tempo sembra essersi fermato. Si parte dall'eremo di Sant'Antonio di Montepaolo a Dovadola per arrivare ad Assisi. Il percorso tocca i santuari legati alla devozione francescana e transita per cittadine storiche come Sansepolcro, Città di Castello e Gubbio. Per compiere il cammino è necessario il rilascio della credenziale che determina lo status di pellegrino. Percorribile in 12-13 giorni.

Cammino di Sant'Antonio.

Padova, Basilica di Sant'Antonio – Foto: Wikimedia Commonsin foto: Padova, Basilica di Sant'Antonio – Foto: Wikimedia Commons

Il cammino intende percorrere le principali tappe della vita di Sant'Antonio rivivendo la sua storia nei luoghi che l'hanno visto protagonista. Parte da Venezia passando per Padova e arriva a La Verna, vicino ad Arezzo, intrecciandosi con il Cammino di Assisi. Il tragitto comprende due opzioni: l'Ultimo Cammino, che parte da Camposampiero per arrivare alla Basilica del Santo di Padova, e il Lungo Cammino, che può toccare Assisi o Roma.

La via di Francesco.

Santuario della Verna – Foto: Wikimedia Commonsin foto: Santuario della Verna – Foto: Wikimedia Commons

Il percorso consente di seguire le orme del Poverello di Assisi partendo da nord (La Verna) o da sud (Greccio). Un pellegrinaggio all'insegna della spiritualità e della natura, che si snoda tra chiese e monumenti. Tra i luoghi simbolo troviamo Gubbio, il santuario della Verna e il faggio di San Francesco, che secondo la tradizione ha dato rifugio al santo. Tappa finale la tomba di Assisi. Da quest'ultima meta è possibile raggiungere la Città Eterna attraverso la Via di Roma.

Cammino di San Benedetto.

Abbazia di Montecassino – Foto: Wikipediain foto: Abbazia di Montecassino – Foto: Wikipedia

Un sentiero tra valli e monti in 16 tappe da seguire a piedi o in bicicletta. Il cammino si sviluppa per 310 km tra Umbria e Lazio, sulle tracce della vita di San Benedetto. L'avventura inizia alle propaggini dei Monti Sibillini partendo da Norcia, patria del santo eremita, fino a raggiungere Montecassino, sede della celebre abbazia, passando per Subiaco, nell'Alta Valle dell'Aniene. L'itinerario si snoda tra valli e gole profonde, attraversando deliziosi borghi medievali e luoghi dello spirito. Sul sito si può seguire il cammino via gps e ottenere la credenziale per essere accolti a ogni tappa nelle "strutture pellegrine" come nella via Francigena.

Cammino di Oropa.

Santuario di Oropa – Foto: Wikipediain foto: Santuario di Oropa – Foto: Wikipedia

Il cammino di Oropa è spesso una palestra per gli escursionisti che desiderano mettersi alla prova prima di affrontare percorsi più impegnativi come la Via Francigena o il Cammino di Santiago. Si parte da Roppolo per raggiungere il sacro monte di Oropa con il relativo santuario. Il pellegrino affronterà tre giorni di cammino circondati dai paesaggi del Biellese con la loro varietà di storia, cultura e tradizioni.

Via degli Dei.

Firenze – Foto: Pixabayin foto: Firenze – Foto: Pixabay

Un'escursione per 130 km da Bologna a Firenze ripercorrendo la "Flaminia Militare", un antico tracciato di epoca romana tra i fitti boschi dell'Appennino. Il nome del percorso fa riferimento al Monte Adone e Monte Venere, due tappe ispirate alla mitologia. Le pavimentazioni stradali di 2000 anni fa sono ancora visibili in alcuni tratti. La Via degli Dei è percorribile a piedi in 4-6 giorni.

Cammino dei Briganti.

Veduta del Monte Velinoin foto: Veduta del Monte Velino

Il tragitto ripercorre la linea che divideva lo Stato Pontificio dal Regno delle Due Sicilie: un'area popolata dai briganti che, in aperta sfida ai governanti, lottavano per proclamare i loro diritti su quelle terre. I camminatori attraverseranno un territorio a cavallo tra Lazio e Abruzzo, alle pendici del Monte Velino. Il percorso dura all'incirca una settimana tra borghi medievali, scenari naturali e un'accoglienza indimenticabile. Partenza e arrivo da Tagliacozzo, borgo citato da Dante nell'Inferno.

Basilicata Coast to Coast.

Costa ionica della Basilicata – Credits: Basilicata Turisticain foto: Costa ionica della Basilicata – Credits: Basilicata Turistica

Ispirato al celebre film con Rocco Papaleo, questo percorso a piedi nasce per mostrare le bellezze della regione attraverso un trekking serrato ed emozionante. Tappa iniziale è Maratea, sul versante tirrenico; si attraversano poi Trecchina, Lauria, Tramutola, Viggiano, Aliano, Tursi, Policoro per concludere il percorso a Scanzano Jonico.

Via degli Abati.

Via degli Abatiin foto: Via degli Abati

Utilizzato dal VII secolo come via più breve per raggiungere Roma dal Nord Italia, l'itinerario permette di scoprire la parte più incontaminata dell'Appennino. Si snoda dalla Pianura Padana alla Lunigiana passando per l'Appennino piacentino e parmense sulle orme degli Abati di San Colombano. Il tragitto unisce Pavia e Pontremoli, percorrendo sentieri, mulattiere e carrarecce all'insegna dell'ospitalità e della gastronomia tipica.