Una terra meravigliosa, fatta di spettacoli naturali, con spiagge incantevoli, ma anche tante contraddizioni. Il Brasile, è lo stato più grande del Sud America, le sue immagini richiamano l'allegria di questa terra, che sembra accontentarsi con poco. Si passa dalla mondanità di Rio de Janeiro alle foreste selvagge dell’Amazzonia, passando a spiagge deserte e incontaminate, fino alla povertà ed al colore delle favelas. E' impossibile riassumere in dieci foto la bellezza del Brasile, poiché sono infiniti i luoghi che meritano di essere visti. Iniziando dalla sula città più rappresentativa, Rio, una città instancabile, sorvegliata dal celebre Cristo Redentore, dove la musica del samba scandisce le giornate. Copacabana è la sua spiaggia più famosa, con i suoi 4,5 chilometri di lunghezza, Ipanema, invece, è quella più elegante ed esclusiva. Vale una gita, rigorosamente in teleferica, il Pan di Zucchero, che dall'alto dei suoi 400 metri offre una vista unica della città. Il Pão de Açúcar è uno dei panorami più belli del Brasile, un colle a picco sul mare che consente una fantastica vista sulla città e la costa. Foreste lussureggianti e cascate si possono ammirare nella giungla tropicale del parco nazionale di Tijuca.

in foto: Fernando de Noronha. Foto da Flickr

Tra le altre città, incantevole è Salvador do Bahia è un mix multicolore e variegato di spiagge da sogno, chiese coloniali e tante attrazioni, come l'Elevador Lacerda, una struttura art decò di trasporto urbano. Qui si trova il Trancoso, un villaggio che somiglia ad un angolo di paradiso. Bellissime sono le spiagge bianche semideserte in cui poter rilassarsi senza pericolo di essere disturbati. Altre immagini che fanno perdere la testa del Brasile sono quelle della foresta Amazzonica. Questa bellezza della natura offre mille scorci suggestivi e mille possibilità di escursioni uniche. Altrettanto suggestive sono le cascate dell'Iguacu, situate al confine tra Brasile ed Argentina, ben 250 cascate che cadono da 80 metri d’altezza. Suggestiva è la leggenda all'origine di queste cascate: si narra che un dio pretendeva di avere in sposa una bellissima ragazza, Naipú, che, non volendo proprio saperne di un tale destino, si diede alla fuga in canoa con l’amante. Il dio offeso da questo affronto creò le cascate dell’Ignazú, nelle quali Naipù cadde trasformandosi in roccia e l’amante in albero. La leggenda vuole che i due continuino da secoli a guardarsi innamorati, seppur sotto queste forme. Ma i paradisi naturali non finiscono qui, un luogo da sogno è il Trancoso, con le sue spiagge bianche, o Maragogi, nello stato di Alagoas, dove coralli, acqua cristallina e fondali tutti da esplorare la rendono la meta ideale per gli amanti del genere.