Un paese sfuggente, quasi come avesse pudore nel mostrare tutte le sue bellezze, ma le cela e le regala solo a chi ha il desiderio di scoprirle. Il Giappone è una terra meravigliosa, amata non solo da chi ha la cameretta stracolma di manga o che impazzisce per il cosplay. E non bisogna essere neanche per forza buddista o amante dello stile zen per amare il Giappone. Un paese lontano, visto quasi come irraggiungibile, un aspetto che lo rende ancor più affascinante. Un viaggio in Giappone conquista al primo sguardo anche i più scettici che una volta tornati a casa continuano a pensarlo, sognando di tornarci. Le città da vedere e restare folgorati sono tantissime. Per esempio Kyoto, un luogo vibrante che da oltre un millennio custodisce la cultura e la spiritualità del paese. Non a caso è detta la città dei 10.000 santuari. E' uno dei più importanti centri religiosi del paese, che conta ancora oggi circa 1.600 templi buddhisti e 400 templi shintoisti. Incantevole è anche la bellezza del Monte Fuji, o la straordinaria architettura del Castello di Himeji.

in foto: Foto di Alessandro Grossu

Il Giappone nasconde il suo volto velatamente, sembra avere una parte da mostrare in pubblico e una in quella privata, che non si rivela facilmente. Perché il Giappone è anche questo: apparenza e formalità. Massima organizzazione, ordine, pulizia, rispetto per tutto e tutti, un vero sogno. E' difficile capire cosa pensa davvero la persona che vi è davanti, le sue espressioni sono minime. Questo lato oscuro e inafferrabile rende questa terra ancor più affascinante, soprattutto per chi ama il mistero. Insomma, un paese che sfugge che non si riesce mai a capire fino in fondo. Siamo sedotti da ciò che non conosciamo e ci appare misterioso e irraggiungibile. Se il Giappone non fosse così inspiegabile, probabilmente tutta questa passione vero di lui crollerebbe. E se in amore vince chi fugge, forse questo è uno dei motivi principali per cui ci si innamora del Giappone.