Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera: coste magnifiche, una rigogliosa macchia mediterranea, e l'ottima cucina e allegria che la Spagna sa offrire. Sono le Isole Baleari, luoghi dove il relax e la trasgressione si fondono. Ma non solo, mentre alcune isole sono famose per feste ed eventi altre sono mete tranquille dove essere cullati dalla grandezza della natura. Ma le sorprese, alle Baleari, riguardano anche l’arte e la cultura e le meraviglie naturalistiche. Sulla costa di Maiorca, per esempio, le Coves del Drac (Grotte del drago), ospitano uno dei laghi sotterranei più grandi del mondo. La catena montuosa Serra de Tramuntana, poi, costituisce il volto meno noto di Maiorca e mostra il carattere selvaggio e le bellezze naturali dell’isola. A Palma di Maiorca è imperdibile l’imponente cattedrale gotica, La Seu, e poi il Palau de l’Almudaina, castello islamico che fu trasformato in residenza reale.

in foto: Formentera. Foto di gefe62

La seconda isola delle Baleari è Minorca, meno frequentata dal turismo di massa e vero paradiso naturale. Riserva della Biosfera per l’Unesco, con numerosi ecosistemi unici al mondo, Minorca ha più di 90 grotte scavate nelle scogliere. Dalla tranquillità di Minorca alla movida di Ibiza il passo è breve. Ma l’isola ha anche un bel centro storico e diversi siti interessanti  da visitare, come l’antica città alta, costruita su un picco roccioso e protetta da solide mura di cinta, è la più antica fortezza d’Europa. L’isola possiede 210 chilometri di coste che vi sedurranno con i lunghi arenili di sabbia bianca, le distese di dune, le cale dall’acqua cristallina che invita a immergersi. Ultima tappa dell’arcipelago, Formentera, con le spettacolari spiagge di Platja Llevant e Platja Illetes. Sabbia fine e bianchissima e fondali da baie caraibiche, ne fanno il litorale più celebrato di tutta l’isola.