Una decina di anni fa soltanto gli "impavidi" usavano la carta di credito per prenotare il proprio volo on line. Oggi, invece, si tratta di un metodo di prenotazione ampiamente diffuso che simboleggia la grande rivoluzione di Internet applicata al mercato turistico. Il cambiamento interessa tutta l'esperienza del viaggio: dalla pianificazione al ricordo e dall'osservazione alla partecipazione. Gli intermediari tradizionali talvolta si bypassano, altre volte semplicemente si smaterializzano nella Rete, mentre la carta lascia silenziosamente il posto a touchscreen di tablet, smartphone ed e-book. Le informazioni si modulano sulla tradizionale comunicazione orizzontale tra pari, basata sull'esperienza vissuta e comunicata agli altri, con la differenza che non si tratta più di raccontare semplicemente il proprio viaggio agli amici ma a sconosciuti accomunati dall'appartenenza alla stessa comunità telematica. Il viaggio, così, non viene più raccontato ed indirizzato da autorevoli guide cartacee, ma da utenti che danno propri consigli e giudizi su hotel, ristoranti e lidi. Il turista racconta in questo modo la propria storia una volta tornato a casa, ma anche durante la propria vacanza, quando punta la macchina fotografica, scatta, condivide e commenta. Potrà essere un messaggio entusiastico o una bocciatura, sarà su Facebook o su Instagram. In ogni caso sarà un ricordo che non riposerà più in un album fotografico su carta. Sui principali dieci cambiamenti imposti da Internet al nostro modo di viaggiare Ticketbis ha realizzato la seguente infografica