Il sito britannico Post Office Travel Money ha illustrato in un comunicato stampa i risultati del suo annuale “Holiday Costs Barometer”, con le 13 destinazioni di mare più economiche per un break estivo in Europa. Per stilare la classifica sono stati presi in considerazione otto indicatori, tra cui il costo di un caffè, di una crema solare, di uno spray antizanzare e di una cena comprendente tre portate e una bottiglia di vino.

in foto: Creta, baia di Vai – Foto Wikipedia

La destinazione di mare più economica è Sunny Beach, in Bulgaria. Situata sul Mar Nero e tempestata di hotel e ristoranti, una cena abbondante costa 27 euro a testa, una birra 80 centesimi, un repellente per insetti 2,70 euro. Segue l'Algarve, splendida regione costiera nel sud del Portogallo. Qui una birra costa poco più di un euro, mentre una cena abbondante 21 euro a testa. Al terzo posto figura Limassol a Cipro, località ricca di svaghi e divertimenti in cui un pranzo completo per due costa 16 euro mentre un quotidiano in lingua inglese due euro e venti.

I paesi europei più convenienti per un weekend al mare sono Spagna e Grecia, che spadroneggiano in classifica con quattro posizioni a testa. Si spende poco in vacanza nella Costa del Sol, ma anche a Gijon nelle Asturie, nella Costa Blanca e a Minorca. La Grecia, invece, risulta tra i paesi più economici grazie alle isole: Creta, Zante, Cefalonia e Corfù sono veri paradisi per gli amanti del mare e del risparmio. Tra le altre destinazioni troviamo Parenzo, in Croazia, dove un calice di vino non supera i due euro, e Marmaris, in Turchia, in cui un pranzo di due portate costa circa 15 euro a testa.

Le 13 destinazioni marittime più economiche d'Europa per un weekend:

  1. Sunny Beach, Bulgaria
  2. Algarve, Portogallo
  3. Limassol, Cipro
  4. Costa del Sol, Spagna
  5. Gijon, Spagna
  6. Costa Blanca, Spagna
  7. Creta, Grecia
  8. Zante, Grecia
  9. Parenzo, Croazia
  10. Cefalonia, Grecia
  11. Marmaris, Turchia
  12. Corfù, Grecia
  13. Minorca, Spagna