in foto: Dog Bark Park Inn.

Sono hotel così bizzarri che si potrebbe dire si siano vestiti con costumi di Carnevale fin dalla nascita. Ad aver fatto una selezione degli alberghi più strani è stato Trivago.it, motore di comparazione prezzi nel settore turistico. Questo viaggio negli hotel più singolari ci porta dall'America, alla Malesia passando per la Scandinavia. Soprattutto, entrerete nella pancia del cane, su un aereo (senza volare), in cima ad una foresta su un "Ufo" o in un tubo fronte mare. Di seguito la selezione di Trivago e le relative immagini.

Elqui Domos, Pisco Elqui (Cile)

All'apparenza una tenda comunica avventura e, di fondo, scomodità. Queste, però, sono tendostrutture che offrono spazi ampi e confortevoli e da cui, soprattutto, è possibile guardare le stelle. Siete all'Elqui Domos a Pisco Elqui, sulle Ande in Cile e le stelle qui appaiono in tutto il loro splendore. I proprietari hanno deciso di avvicinare l'ospite al cielo stellato mettendogli a disposizione alcuni telescopi. Durante l'alta stagione, che qui va da dicembre ad aprile, una lodge costa 150 dollari (131 euro).

Dog Park Inn, Cottonwood (Stati Uniti)

Un cane si scorge al lato dell'autostrada e no, per fortuna non è un trovatello abbandonato, ma un edificio, anzi due. Il Dog Park Inn è l'invenzione di una coppia di cittadini statunitensi, Dennis e Frances, che ama molto gli animali e ha deciso di creare questo albergo a forma di beagle. In quello più grande si trovano poche stanze, mentre quello più piccolo è una sorta di museo dedicato all'amico a quattro zampe. Una notte trascorsa nella pancia del cane durante la stagione estiva costa 98 dollari (circa 86 euro) per una doppia, 10 dollari (8,7 euro) per aggiungere un letto e 92 (80,5 euro) per un pernottamento da single. Colazione inclusa.

Treehotel, Harads (Svezia)

La prima immagine che suggerisce la parola "Svezia" è probabilmente quella dei fiordi e dei boschi. Ebbene, questa sistemazione vi porrà sul tetto dei boschi, perché il Treehotel ad Harads propone ai propri ospiti una simpatica varietà di case sull'albero: a forma di nido di uccello, di cubo con pareti in specchi e di Ufo. In ogni caso a diversi metri da terra. Forme divertenti, arredamenti gradevoli, l'incanto della foresta e, sì, insomma: tutto molto bello, ma peccato che la prenotazione deve essere di minimo due notti e il costo complessivo si aggira intorno ai 1.100 euro.

Jumbo Stay, Arlanda (Svezia)

Salite in aereo e dormite pure tranquilli, perché su questo Boeing 747 non ci saranno vuoti d'aria. Il Jumbo Stay di Arlanda, in Svezia, è uno degli aerohotel diffusi nel mondo. Nel velivolo trovano sistemazione ben 27 stanze per un totale di 76 posti letto. Le due camere più suggestive sono la cabina di pilotaggio e la suite da cui è possibile vedere l'aeroporto di Arlanda. I prezzi variano a seconda della stanza, da un prezzo orientativo di 50 euro a notte per una camera senza bagno e con due letti rivolti ad ospiti dello stesso sesso, fino alla cabina di pilotaggio per la quale dobbiamo preventivare una spesa di circa 210 euro.

Tubotel, Pantai Cenang (Malesia)

I colori della Malesia, come di tutti i paesaggi di mare che si rispettano, sono vivaci, eppure riposanti. Questa festa cromatica prosegue anche se distogliete lo sguardo dall'Oceano e lo portate in una delle stanze del Tubotel, a Panti Cenang. Come suggerisce il nome dell'albergo, le diverse sistemazioni sono veri e propri tubi a schiera rivolti verso il male (la spiaggia è letteralmente a due passi). Autore di questo simpatico hotel è l'architetto di fama internazionale Andy Strauss. Nonostante l'ambientazione suggestiva, siamo lontani dal lusso e ce lo dice chiaramente anche il prezzo di una stanza in alta stagione: 30 euro fronte giardino, 46 euro fronte mare. Sempre, però, con bagno condiviso.