Agosto, si sa, è sinonimo di caos per chi sceglie di trascorrere le vacanze al mare. Crogiolarsi al solleone estivo dovrebbe essere una piacevole pausa dalla routine quotidiana, ma a volte finisce per trasformarsi in un incubo. Come ogni anno ci toccherà intraprendere slalom tra file di ombrelloni e superare campi minati di castelli di sabbia, mentre sulla nostra testa apparirà una nuvoletta con scritto a caratteri cubitali: "Ma chi me l'ha fatto fare?" Vogliamo evitare che questa profezia si avveri? Bene: abbiamo la soluzione per sfuggire alla calca di agosto. No, non stiamo parlando di qualche sperduta isola tropicale. In Italia ci sono spiagge, isole e baie incontaminate, senza tempo e… nascoste agli occhi del turista di massa, nonostante si trovino in location notoriamente prese d'assalto. Queste soluzioni isolate, che sfuggono al turista medio, sono la perfetta alternativa per le vacanze in Italia: posti segreti per rigenerarsi e trascorrere un agosto a tutto relax. Ecco le perle nascoste più belle del nostro Paese.

Sommario

Sicilia, una bellezza tutta naturale
Calabria, un sogno immerso nel blu
Salento, un tuffo nell'emozione
Ogliastra, i segreti della natura
Riviera del Conero, un mare di serenità
Isola d'Elba, un paradiso segreto
Punta Crena, il fascino dell'avventura

Sicilia, una bellezza tutta naturale.

Alba ad Alicudi [Foto di Aurelio Candido]in foto: Alba ad Alicudi [Foto di Aurelio Candido]

Le spiagge siciliane offrono luoghi dalla bellezza spettacolare, dove il fascino selvaggio delle coste si unisce a un mare cristallino e invitante. Le isole sono il piatto forte della Sicilia e Alicudi non fa eccezione: un paradiso selvaggio dove la presenza umana è ridotta al minimo. Sorta su un vulcano spento, questa splendida perla delle Eolie presenta spiagge bianchissime e un mare turchese. Come soluzione di pernottamento si può optare per case vacanze che si affacciano su bellissime spiagge e offrono appartamenti a partire da 35 euro a testa.

Levanzo [Foto di Giovanni Gambaro]in foto: Levanzo [Foto di Giovanni Gambaro]

Le spiagge delle isole Egadi regalano meraviglie incomparabili. Favignana è la più popolare e frequentata, ma se volete sfuggire alla calca optate per le due isole minori, Levanzo e Marettimo. Levanzo è un piccolo gioiello immerso nel verde con la presenza di grotte preistoriche e calette poco affollate, tra cui Cala Fredda e Cala Tramontana. I suoi fondali sono limpidissimi, ideali per le immersioni. Marettimo è il posto giusto per chi vuole un momento di quiete: silenziosa, dai fondali trasparenti e dalla caratteristica fauna e flora, è un luogo per chi vuole ritrovare se stesso ascoltando il respiro della natura. Il pernottamento in un b&b, solitamente case di pescatori riadattate per turisti, costa intorno ai 35 euro a persona.

Spiaggia di Calamosche [Foto di Wikimedia Commons]in foto: Spiaggia di Calamosche [Foto di Wikimedia Commons]

Un altro luogo segreto della Sicilia è la Riserva dello Zingaro, che si estende nel Golfo di Castellammare, nella parte orientale della Penisola di San Vito. La sua costa rocciosa ospita numerose spiaggette e calette ciottolose che si affacciano sul mare più azzurro che esista. Sul versante orientale, da segnalare i laghetti di Marinello, vicino a capo Tindari, abbracciati da una distesa di sabbia fine che dona loro una caratteristica conformazione. Merita anche la splendida Spiaggia di Calamosche, nei pressi della riserva naturale di Vendicari. Questo paradiso selvaggio, immerso nella macchia mediterranea, è situato tra due promontori che si estendono verso il mare. Un mare come non l'avete mai visto, dall'acqua limpidissima e cristallina: non per niente, nel 2005, il luogo è stato proclamato spiaggia più bella d'Italia da Legambiente. Per raggiungerla è necessario procedere per 15 minuti a piedi su un sentiero sterrato, ma i vostri occhi ve ne saranno grati per sempre.

Calabria, un sogno immerso nel blu.

Baia di Riaci [Foto di Wikimedia Commons]in foto: Baia di Riaci [Foto di Wikimedia Commons]

Molte spiagge della Calabria sconosciute al grande pubblico si prestano a una vacanza tranquilla e rilassante oltre ad essere degli spettacoli naturali. Tra Tropea e Capo Vaticano c'è la Baia di Riaci, un luogo dove la natura si è sbizzarrita, alternando insenature sabbiose a rocce frastagliate. Il luogo si presta ad escursioni a piedi o per mare, dove è possibile scoprire tante piccole baie e grotte marine. Il mare è di un azzurro magico, quasi irreale, ed è perfetto per una suggestiva nuotata alla quiete del tramonto. Punto d'appoggio ideale è uno dei b&b situati a Ricadi. Per il mese di agosto i prezzi si aggirano intorno ai 40 euro a persona.

Baia della Marina di Palmi [Foto di Wikimedia Commons]in foto: Baia della Marina di Palmi [Foto di Wikimedia Commons]

Un'altra perla nascosta è Arco Magno, località di San Nicola Arcella, caratteristica perché formata da un arco di roccia che si estende sul mare. Da questa scorciatoia naturale le piccole imbarcazioni possono raggiungere le numerose baie e la grotta da cui scaturisce una sorgente d'acqua dolce. Situata nella Costa Viola, la Spiaggia della Marina (o Marinella) di Palmi è un luogo selvaggio e ancora incontaminato, dominato dall'imponente bastione montuoso di Sant'Elia. Le numerose baie e grotte solleticano la curiosità dei viaggiatori solitari: la leggenda vuole che si oda ancora il canto delle Sirene. Inoltre, con i suoi fondali trasparenti, la Marinella è l'ideale per gli amanti dello snorkeling.

Salento, un tuffo nell'emozione.

Porto Badisco [Foto di denibaptista]in foto: Porto Badisco [Foto di denibaptista]

Il Salento, con la sua bellezza dai mille volti, è una continua miniera di sorprese. Oltre ai luoghi invasi dalle masse, esiste infatti un Salento "alternativo", con grotte marine, spiagge da sogno e calette incontaminate che sfuggono all'assalto del turismo di agosto. Uno di questi è Porto Badisco, dalla storia leggendaria: si narra che Enea mise piede prima qui quando approdò sulla costa italiana. Il luogo ospita anche delle grotte rupestri, a testimonianza della sua storia antica. Scogliere rocciose proteggono una piccola baia sabbiosa dove onde chiare e cristalline si infrangono per la gioia di chi desidera un po' di quiete. E per il soggiorno, niente paura: i camping offrono tariffe a partire dai 4 euro a persona.

Marina di Mancaversa [Foto di Selvaggia]in foto: Marina di Mancaversa [Foto di Selvaggia]

La Marina di Mancaversa, nei pressi di Taviano, è una spiaggia ancora non toccata dal turismo di massa. I suoi fondali si prestano alle esplorazioni subacquee e i suoi paesaggi sono indimenticabili. La Baia dell'Acquaviva è un'insenatura situata tra due promontori rocciosi, inondata dai profumi della macchia mediterranea e con polle di acqua sorgiva che si mescolano a quella marina. Una gemma segreta e celata al grande pubblico è la Marina di Andrano, tra Tricase Porto e Castro Marina. Qui ci inoltreremo nella splendida Grotta Verde, che offre un suggestivo spettacolo di luci e colori quando il sole lambisce le acque cristalline. Un'altra chicca sconosciuta ai più è la spiaggia di Monaco Mirante, tra Campomarino e San Pietro in Bevagna. Una bellezza di nicchia che custodisce spiagge di sabbia fine intervallate da costoni rocciosi, mentre la macchia mediterranea la fa da padrona con la sua vegetazione rigogliosa. Un piccolo paradiso isolato e tranquillo, per veri intenditori.

Ogliastra, i segreti della natura.

Cala Goloritzè [Foto di Roberto Cossu]in foto: Cala Goloritzè [Foto di Roberto Cossu]

In Sardegna ci sono luoghi che fanno sgranare gli occhi anche al turista più navigato. L'Ogliastra, in particolare, è un teatro a cielo aperto dove si esibisce la bellezza, fatta di montagne, natura selvaggia e naturalmente spiagge a perdita d'occhio. Su tutte spicca la favolosa Cala Goloritzé, raggiungibile solo via mare o percorrendo un lungo sentiero di circa un'ora di cammino. Questa oasi di tranquillità presenta scenari mozzafiato, come un pinnacolo di 143 metri e un suggestivo arco di roccia. Ma l'Ogliastra segreta è anche Cala Biriola, paradiso degli amanti dello snorkeling, Porto Frailis, cala sabbiosa perfetta per gli sport acquatici, Su Sirboni dalle acque trasparenti accarezzate dal vento, Baccu e Praidas, dal fondale trasparente e dalle tipiche rocce di porfido rosso. Dove alloggiare per vivere questo spettacolo naturale? La soluzione ideale è il campeggio: una sosta in camping parte da soli 9 euro a persona.

Riviera del Conero, un mare di serenità.

Sirolo, spiaggia delle Due Sorelle [Foto di Wikimedia Commons]in foto: Sirolo, spiaggia delle Due Sorelle [Foto di Wikimedia Commons]

La costa delle Marche non è da sottovalutare: la Riviera del Conero riserva moltissime attrattive per gli amanti della natura e della quiete. A Sirolo troviamo meraviglie come la spiaggia dei Sassi Neri, di San Michele e la bellissima spiaggia delle Due Sorelle, raggiungibile via mare o, in alta stagione, con un comodo bus navetta. La spiaggia più selvaggia è quella di Mezzavalle, situata nel Parco del Conero, un'oasi di pace da raggiungere percorrendo un ripido sentiero: ma la vista di un mare cristallino ripaga ogni fatica. La spiaggia La Vela, caratterizzata dal massiccio scoglio a forma di vela, presenta un fondale adatto allo snorkeling e un mare turchese da mozzare il fiato. La sistemazione in campeggio si aggira sui 12 euro a persona per il mese di agosto.

Isola d'Elba, un paradiso segreto.

Spiaggia all'isola d'Elba [Foto di Melissa Toledo]in foto: Spiaggia all'isola d'Elba [Foto di Melissa Toledo]

L'isola d'Elba offre un ammaliante richiamo a tutti i turisti in fuga dalla calca di agosto. La spiaggia di Remaiolo è perfetta per chi cerca un po' di tranquillità. Raggiungibile solo via mare, magari con un'imbarcazione, questa caletta offre scenari davvero mozzafiato. Un altro luogo segreto è Lo Stagnone, una spiaggia difficilmente accessibile a causa del sentiero dissestato, ma dallo scenario di rara bellezza. Per soggiornare in questo paradiso è consigliabile un camping, con prezzi dai 12 ai 15 euro a testa.

Punta Crena, il fascino dell'avventura.

Punta Crena [Foto di Alessandro Mariani]in foto: Punta Crena [Foto di Alessandro Mariani]

Per finire in bellezza, vi segnaliamo Punta Crena, un angolo di paradiso a picco sul mare nella Riviera di Ponente, definita dal sito Easyviaggio.com la spiaggia più bella d'Italia. L'unico modo per arrivarci è via mare (quindi in gommone, pedalò o a nuoto); i più temerari si fanno addirittura calare con una corda. Per godervi questa meraviglia senza spendere troppo è preferibile pernottare in tenda presso un camping.

[La foto in apertura (spiaggia all'isola d'Elba) è di Melissa Toledo]