in foto: Thor's Well – Credits: Aaron Hockley

Gli Stati Uniti sono un crogiolo di contrasti ed emozioni forti: il caos di metropoli come New York e Los Angeles e, per contro, la quiete di luoghi selvaggi e ancora inviolati, dove la presenza umana è ridotta al minimo, se non addirittura inesistente. Ecco sette meraviglie naturali made in Usa che vi lasceranno senza fiato.

The Wave, Arizona.

The Wave – Credits: Nalan Aeonin foto: The Wave – Credits: Nalan Aeon

Uno spettacolo di colori mozzafiato, un'onda perfetta scavata nella roccia. The Wave si trova in Arizona al Confine con lo Utah, nell'area protetta di Vermillion Cliffs e nella zona di Coyote Buttes. Questa formazione rocciosa risale al Giurassico e deve le sue striature variopinte all'erosione degli agenti atmosferici. Pioggia e vento hanno modellato semplici dune di sabbia, forgiando un paesaggio mozzafiato che ad oggi attira escursionisti e fotografi da tutto il mondo. Si tratta di una formazione molto delicata: per questo l'accesso è consentito a sole 20 persone al giorno mediante un selettivo sistema di lotteria.

Horseshoe Bend, Arizona.

Horseshoe Bend – Credits: Romain Guyin foto: Horseshoe Bend – Credits: Romain Guy

Da uno strapiombo di 300 metri si può osservare un incredibile spettacolo naturale: un ferro di cavallo formato da un meandro del fiume Colorado regala uno spettacolo surreale e suggestivo. L'Horseshoe Bend è una magia della natura grazie ai colori del fondale del fiume che contrastano con l'arancio delle rocce. Siamo a circa 7 km dalla cittadina di Page, un ottimo punto d’appoggio per visitare altre meravigliose attrazioni come il Lake Powell e l'Antelope Canyon. Questo capolavoro di madre natura è visitabile con una camminata di 10 minuti dal parcheggio, ma per i più esigenti ci sono anche tour guidati a pagamento che partono da Page e consentono di navigare sul fiume con caratteristiche zattere azzurre. L'Horseshoe Bend si può ammirare anche a bordo di un elicottero.

Hamilton Pool, Texas.

Hamilton Pool – Credits: Dave Wilsonin foto: Hamilton Pool – Credits: Dave Wilson

Per alcuni è la piscina naturale più bella del mondo: in effetti la Hamilton Pool è un vero splendore. Questo luogo da sogno è situato in un'area protetta ed è perfetto per sfuggire alla calura dell'estate texana. La piscina si trova a circa 37 km a ovest della città di Austin ed è stata creata dal crollo spontaneo di una cupola sotto la quale scorreva un fiume sotterraneo. Moltissimi, tra turisti e residenti, non perdono occasione per farsi un bagno nelle sue acque cristalline di color verde giada. Il fascino scenografico del luogo è alimentato da un torrente che forma una bellissima cascata dall'altezza di 15 metri. L'acqua è addirittura potabile in quanto non trattata con sostanze chimiche. La Hamilton Pool è circondata da pareti di roccia calcarea, dalle quali pendono numerose stalattiti.

Thor's Well, Oregon.

Thor's Well – Credits: Bill Youngin foto: Thor's Well – Credits: Bill Young

Si chiama Thor's Well, "il Pozzo di Thor", e promette bene fin dal nome. Si tratta di una depressione naturale all'interno della riserva forestale Siuslaw National Forest, nella zona di Cape Perpetua. In condizioni di alta marea, l'acqua defluisce nel cratere e collega la terraferma all'oceano attraverso un sistema di caverne sotterranee. I suoi incredibili giochi d'acqua scatenano la fantasia degli osservatori e regalano intense emozioni. In presenza di onde, gli spruzzi possono arrivare ai 6 metri d'altezza. Le teorie misteriose sulla voragine si sprecano: c'è chi l'ha definita “cancello per l’inferno” e chi portale per un mondo sottomarino inesplorato. In ogni caso, questa meraviglia unica al mondo non smette di incantare.

Turnip Rock, Michigan.

Turnip Rock – Credits: Derek A Youngin foto: Turnip Rock – Credits: Derek A Young

La potenza erosiva della natura ha trasformato una roccia in uno spettacolo unico al mondo. Si tratta di un isolotto sormontato da alberi che affiora dalle acque dal lago Huron, al confine tra Usa e Canada. Turnip Rock deve il suo nome al suo peculiare aspetto che ricorda quello di una rapa. Il terreno circostante è proprietà privata, ma la formazione rocciosa si può visitare in kayak con partenza da Port Austin. L'acqua intorno a Turnip Rock è piuttosto bassa, ciò permette di scendere dall'imbarcazione per scattare alcune foto al meraviglioso paesaggio nei dintorni.

Racetrack Playa, Death Valley, California.

Racetrack Playa – Credits: sandy.reddingin foto: Racetrack Playa – Credits: sandy.redding

Uno dei misteri più inquietanti della Death Valley è quello che avviene nel lago prosciugato di Racetrack Playa. Qui si verifica il fenomeno geologico delle "pietre mobili" o sliding rocks, rocce che sembrano spostarsi per conto proprio, percorrendo da pochi metri a decine di chilometri. Le pietre si muovono da sole attraverso il deserto, lasciando lunghe scie nella superficie fangosa. Per anni la scienza non ha saputo trovare risposte plausibili all'enigma. Solo di recente dei ricercatori sono riusciti a fare luce sull'arcano: attraverso una stazione meteorologica e rilevatori GPS, hanno scoperto che le pietre sono mosse da venti deboli per via dei sottili strati di ghiaccio che si formano durante le piogge. Ma il mistero permane…

Mono Lake, California.

Mono Lake – Credits: Lizain foto: Mono Lake – Credits: Liza

L'atmosfera è quella di un paesaggio lunare, o forse alieno: sembra di trovarsi sul set di un film fantascientifico, con strane guglie di tufo che svettano sulle sponde e sulle isole, dipingendo il loro riflesso sulla superficie limpida del lago. Il fascino sprigionato da questo luogo è tanto che perfino i Pink Floyd hanno tratto spunto da Mono Lake per l'artwork dell'album Wish You Were Here. In realtà le torri di roccia non sono altro che formazioni di tufo venutesi a creare con l'apertura dell'acquedotto di Los Angeles. Ma la suggestione resta intatta. Il lago si estende per circa 2000 km quadrati e si può esplorare in canoa o kayak per ammirare da vicino le bizzarre formazioni di tufo.