in foto: Villalago (L'Aquila) – Foto Wikipedia

Passare le vacanze di Natale in un borgo italiano è un'esperienza magica. Perdersi nelle strade addobbate a festa, tra mercatini e luci sfavillanti, significa respirare a pieni polmoni il clima natalizio. Vicoli e piazze si riempiono di luminarie, addobbi variopinti e bancarelle con il meglio dell'artigianato e della gastronomia tipica. Le festività invernali esaltano al massimo la bellezza dei luoghi, che si trasformano così in veri presepi a cielo aperto. Ecco otto borghi dove vivere fino in fondo l'atmosfera del Natale.

Greccio, Rieti.

Greccio – Foto Wikipedia
in foto: Greccio – Foto Wikipedia

Secondo la tradizione, nel lontano 1223 san Francesco scelse questo umile paese montano per realizzare il primo presepe vivente della storia. Oggi nel luogo dove venne rievocata la Natività sorge un santuario arroccato su uno sperone roccioso. Inoltre a soli 100 metri dal centro storico sorge il Museo dei Presepi, unico nel suo genere, che ospita numerose rappresentazioni della Natività.

Villalago, L'Aquila.

Villalago – Foto di Libero Guerra
in foto: Villalago – Foto di Libero Guerra

Arroccato sui monti d'Abruzzo, questo comune panoramico fa parte del circuito dei Borghi più belli d'Italia. La sua particolarità? Il favoloso Presepe Subacqueo che ogni anno viene allestito nelle acque del vicino Lago di S. Domenico. Un gruppo di sub posiziona le statue sul fondale ricreando così una magia unica al mondo. L'atmosfera è particolarmente suggestiva grazie alle fiaccole e ai ceri che vengono sistemati sulle sponde del lago.

Manarola, La Spezia.

Presepe di Manarola – Foto Wikipedia
in foto: Presepe di Manarola – Foto Wikipedia

Manarola è tra le perle della Riviera Ligure di Levante, situata nella pittoresca cornice delle Cinque Terre. Il luogo è caratterizzato da una stupefacente bellezza che non muta con il passare delle stagioni. I suoi meravigliosi paesaggi attirano lo sguardo d'estate ma anche d'inverno. Ogni anno dal 1976 a Manarola ha luogo un evento spettacolare: l'allestimento del presepe più grande del mondo. L'installazione da record è costituita da 8 km di cavi elettrici, 17.000 lampadine e trecento figure a grandezza naturale in ferro ritorto.

Pietrapertosa, Potenza.

Pietrapertosa – Foto Wikimedia Commons
in foto: Pietrapertosa – Foto Wikimedia Commons

Visitare questo borgo medievale significa fare un balzo indietro di qualche secolo. L'atmosfera del Natale, poi, lo rende ancora più suggestivo. Situata a 1100 metri sul livello del mare, Pietrapertosa è considerata tra i borghi più belli d'Italia. L'unica strada che attraversa il villaggio culmina ai piedi del Castello Normanno-svevo, risalente al nono secolo e coincidente con il punto più alto della Valle del Basento. Le numerose case che costeggiano la roccia, tra davanzali fioriti e scalette ripide, donano al borgo l'aspetto di un presepe incantato.

Poffabro, Pordenone.

Poffabro – Foto Wikimedia Commons
in foto: Poffabro – Foto Wikimedia Commons

Definito il paese dei presepi, la sua magia natalizia contribuisce a renderlo uno tra i borghi più belli d'Italia. La gente locale infatti realizza decine e decine di presepi artigianali che espone negli angoli più romantici del borgo. Le statuine sono composte dai materiali più disparati: porcellana, gesso e legno, ma anche vetro, stoffe, saponi intagliati, rame battuto e lana. E l'intero villaggio, con le sue pittoresche casette in pietra, ha tutta l'aria di un rustico e suggestivo presepe.

Pietracupa, Campobasso.

Pietracupa – Foto di Fiore S. Barbato
in foto: Pietracupa – Foto di Fiore S. Barbato

Questo borgo in provincia di Campobasso è detto la Betlemme del Molise. Sovrastato da uno sperone di roccia, ospita la caratteristica Cripta Rupestre. Si tratta di un suggestivo luogo di preghiera dove si riunivano le comunità religiose. La grotta subì in seguito un destino travagliato: venne utilizzata come Tribunale ai tempi dell'Inquisizione, per poi diventare carcere e luogo per le esecuzioni capitali. Oggi, nel periodo natalizio, il borgo si colora di una magia speciale.

Longiano, Forlì-Cesena.

Longiano, Castello malatestiano e borgo medievale – Foto Wikimedia Commons
in foto: Longiano, Castello malatestiano e borgo medievale – Foto Wikimedia Commons

Questo borgo medievale ospita ogni anno la manifestazione Longiano dei Presepi. Oltre cento rappresentazioni della Natività saranno le protagoniste per le strade e le piazze del comune, passando per chiese, musei, giardini e luoghi pubblici. C'è spazio per tutti i presepi, dai più tradizionali alle rivisitazioni artistiche. Fulcro dell'evento è il Grande Presepe Meccanico del Santuario del Ss. Crocifisso. Il Natale a Longiano è scandito da concerti e animazione; non può mancare il classico mercatino natalizio.

Fiumalbo, Modena.

Fiumalbo, Ponte di san Rocco – Foto Wikimedia Commons
in foto: Fiumalbo, Ponte di san Rocco – Foto Wikimedia Commons

Inserito tra i Borghi più belli d'Italia, Fiumalbo vanta oltre mille anni di storia ed è situato nella Comunità Montana del Frignano. L'atmosfera natalizia qui è molto sentita: dal lontano 1957 un gruppo di circa 250 figuranti rievoca la Natività. Il Presepe Vivente di Fiumalbo è un'occasione da non perdere per visitare il piccolo comune. Lungo le stradine del borgo, un folto gruppo di comparse interpreta gli antichi mestieri contadini fino all'arrivo di Maria e Giuseppe alla capanna di Betlemme e alla nascita di Gesù Bambino, seguita dalla processione dei Magi. La manifestazione è biennale: prossimo appuntamento a Natale 2017.