in foto: Pexeles

La Norvegian air, compagnia di bandiera norvegese, ci vuol farà volare con 70 euro negli Stati Uniti. Questa è l'ultima notizia che trapela nel settore dei voli low cost. La Compagnia, infatti, ha annunciato che grazie agli accordi sempre più vicini con Ryanair, leader del settore in Europa, e Easyjet, secondo vettore europeo per passeggeri, potrà assumere un ruolo più rilevante nelle rotte verso USA e potrà farlo con prezzi competitivi. L'obiettivo dichiarato è offrire sul mercato biglietti aerei per gli stati Uniti da 140 euro, andata e ritorno, quindi, 70 euro a tratta. Una buona notizia per i viaggiatori che tra i loro desideri del cassetto hanno un viaggio in America. Nel 2017 il sogno americano potrebbe diventare più vicino e soprattutto alla portata di tutti.

L'obbiettivo sarà raggiunto con le autorizzazioni per le compagnie europee. Ryanair ha appena ottenuto il via libera a intensificare il traffico aereo verso gli scali principali degli Stati Uniti dall’Irlanda, con un incremento del 55% di voli in più per il 2017 e la Norwegian Air sta lavorando per far passare molti dei voli Ryanair in Europa nelle proprie basi per poi ripartire verso gli scali secondari degli Stati Uniti. Nell'accordo è presente anche Easyjet che condivide con la Norwegian Air l’Hub di Gatwick e la low cost spagnola Vueling, che possiede importanti rotte strategiche transoceaniche, come Barcellona e Madrid.

In particolare, il piano di Norwegian prevede che i passeggeri volino nella tratta europea con Ryanair e le altre low cost dell’accordo verso gli hub dei norvegesi, come Londra Gatwick, Barcellona, Oslo, Stoccolma, che saranno usati anche per i passeggeri italiani. Da lì l’imbarco sui nuovi ed efficienti Boeing 787 e, quando saranno consegnati, i Boeing 737 Max verso gli Usa, andando a cercare gli scali americani secondari. Un modo per ottimizzare i costi e far scendere il prezzo del biglietto.

 

Vota l'articolo:
4.3 su 5.00 basato su 6077 voti.
Aggiungi un commento!