Dimensioni e peso | Quanto costaCosa non puoi portare in cabina

Passeggeri e bagagli al check–in easyJet (Foto Tim Anderson).
in foto: Passeggeri e bagagli al check–in easyJet (Foto Tim Anderson).

La lotta per abbassare i prezzi dei viaggi sui voli low cost passa anche per le policy sui bagagli. easyJet, come gli altri vettori, rende gratuito il trasporto del bagaglio a mano e a pagamento quello da stiva. La concorrenza tra le maggiori compagnie aeree (easyJet e Ryanair sono quelle più importanti in Italia) porta a diversificare le regole sui bagagli: c'è chi permette il trasporto di un collo e chi di due, chi impone un limite di peso e chi no, chi una misura e chi un'altra. Chi riesce a mettere tutti gli abiti nel bagaglio a mano, può risparmiare il costo del bagaglio a mano.

Dimensione e peso del bagaglio a mano: limiti di easyJet

Un solo bagaglio da cabina, forse due. easyJet normalmente accetta un solo bagaglio da cabina a passeggero e stabilisce quanto deve essere grande, ma non quanto deve pesare. Il bagaglio deve essere massimo 56 x 45 x 25 cm (ruote e maniglie comprese), e – finché se ne può portare solo uno – anche zaino, borsetta o laptop sono considerati bagagli. Fanno eccezione i viaggiatori che nella procedura di acquisto hanno espresso preferenza (e pagato) per quelle poltrone che, concedendo maggiore spazio (front up ex extra-legroom), permettono di portare con sé borse sufficientemente piccole (dimensioni massime 45 x 36 x 20 cm) da poter essere posizionate sotto al sedile. Anche il titolare della carta easyJet Plus beneficia dello stesso privilegio (199 euro all'anno al 15 gennaio 2016). Insomma, un secondo piccolo bagaglio da cabina è possibile, purché se ne abbiano i privilegi. Non ci sono limiti relativi al peso del bagaglio da cabina, ma si specifica che il viaggiatore deve in grado autonomamente di sollevare il bagaglio e riporlo nello scomparto dedicato.

Postilla easyJet durante la procedura online di acquisto di un biglietto. L'evidenziazione è nostra.
in foto: Postilla easyJet durante la procedura online di acquisto di un biglietto. L'evidenziazione è nostra.

Il bagaglio a mano potrebbe finire nella stiva. Lo precisa la stessa compagnia che, così facendo, rende noto al viaggiatore una regola che vale per tutte le compagnie: se finisce lo spazio nelle cappelliere, la borsa viene messa in stiva gratuitamente. Quello che però differenzia easyJet dagli altri vettori è il servizio accessorio ipotetico del "bagaglio garantito in cabina", ossia il diritto di prelazione sulle cappelliere assicurato dall'easyJet Speedy Boarding offerto ai clienti easyJet Plus o di quelli che hanno acquistato la tariffa FLEXI. La compagnia britannica ha deciso di risolvere così una questione che aveva sollevato non poche opinioni avverse, quando per i colli si prevedevano due misure: una ridotta (50x40x20) che però garantiva il trasporto a bordo (il cosiddetto "bagaglio garantito"), l'altra maggiore che poteva essere alloggiata in stiva in caso di scarsità di spazi. Oggi la prelazione non è data dalla dimensione del collo, ma dall'acquisto della garanzia.

Con easyJet una borsa pensante, con Ryanair due bagagli a mano

easyJet: bagaglio più grande e pesante; Ryanair ne permette due (Infografica Kayak.it).
in foto: easyJet: bagaglio più grande e pesante; Ryanair ne permette due (Infografica Kayak.it).

Rispetto a Ryanair, easyJet permette un solo bagaglio gratuito, ma più grande e senza limiti di peso. Ryanair autorizza il trasporto di due bagagli a mano, stabilisce il limite di 10 chilogrammi per il collo di 55 x 40 x 20 cm (contro i  56 x 45 x 25 cm di easyJet), ma dà la possibilità di aggiungere una borsa piccola di 35 x 20 x 20 cm di 5 kg. A bordo dei voli della compagnia bianco-arancione consigliamo dunque di portare non un trolley – maniglia e ruote vi toglieranno spazio – ma una borsa pesante, poiché, come detto, la compagnia inglese non impone specifici limiti di peso.

Quanto costa il bagaglio a mano? E se sbaglio?

Come detto, entro i limiti stabiliti dalla compagnia il trasporto di un bagaglio è gratis, ma non si può salire a bordo, ad esempio, con una borsa e una ventiquattrore, o uno zaino e un laptop, a meno che non si riesca a contenere uno nell'altro. In caso contrario per ogni bagaglio da cabina considerato in più si dovrà pagare un supplemento di 35 € al check in. Peggio ancora se si effettua un check in online e si cerca di fare i furbi ai controlli del gate prima dell'imbarco passando con più valigie: in quel caso verranno addebitati 55 € per ogni bagaglio in più da imbarcare in stiva. Idem se le misure dell'unico bagaglio con voi eccedono i limiti: sarà considerato un bagaglio da stiva e trattato da tale con franchigia da 55 €.

Siate realistici, insomma: meglio pagare una seconda valigia, piuttosto che trovarsi a dover sborsare i soldi necessari a far accettare qualche chilo in più. In secondo luogo fate bene i calcoli: prendete il vostro fardello e ponetelo su una bilancia e ipotizzate che questa non sia perfetta e che occorra dunque trovarsi 2-300 grammi sotto la sogli consentita.

Cosa non puoi portare a bordo: limiti di legge

Aereo easyJet al decollo. Foto di Mathieu Marquer.
in foto: Aereo easyJet al decollo. Foto di Mathieu Marquer.

Ricordiamo inoltre che non conviene portare nel bagaglio a mano liquidi di nessun tipo: ci verranno confiscati al check in. Sono ammessi solo contenitori non oltre i 100 ml in una busta di plastica trasparente e richiudibile delle dimensioni di 20 x 20 cm: busta che va comunque presentata ai controlli di sicurezza per essere esaminata. Si tratta di sacchetti che potete tranquillamente acquistare in aeroporto o sui maggiori negozi online come eBay ed Amazon. Anche prodotti come creme e burrocacao sono considerati liquidi, così come alcuni cibi come come il formaggio fresco (quello cremoso, per intenderci) o la crema di cioccolata, ad esempio. Insomma, tutto ciò che "somiglia" ad un esplosivo. In ogni caso è preferibile chiudere qualsiasi tipo di prodotto da bagno o bevanda eccedente le misure stabilite dalla legge nel bagaglio da stiva, dal momento che non supereranno il check in passeggeri. Queste limitazioni nel contenuto del bagaglio fanno parte delle norme di sicurezza internazionali. Nessun problema per asciugacapelli e piastre. Chi viaggia con i bambini piccoli, invece, può portare a bordo liquidi, acqua e pappe per il piccolo, come chiarito da un video ufficiale della compagnia che riportiamo di seguito.

Ci sono poi alcuni articoli pericolosi che sono vietati del tutto o che possono essere trasportati in stiva o a bordo ad alcune condizioni. È il caso, ad esempio, di bombole d'ossigeno e armi. easyJet vi dedica una pagina ad hoc che suggeriamo di consultare. Qui apprenderete ad esempio che si possono portare a bordo le sigarette (nei limiti di legge), non quelle elettriche; sì agli accendini solo se contenenti gas liquefatto, non gli altri né i fiammiferi "accendibili ovunque".

E l'ombrello? E se piove e sono arrivato in aeroporto con l'ombrello e non posso inserirlo in valigia, che faccio: lo butto? No: ci sono articoli che non costituiscono bagaglio, pur essendo ingombranti. easyJet li elenca:

È autorizzato a portare in cabina in aggiunta al suo bagaglio a mano alcuni articoli che includono: soprabito, scialle, ombrello, stampelle, bastone da passeggio, un sacchetto di dimensioni standard contenente prodotti acquistati nell’aeroporto di partenza.

Anche gli strumenti musicali ("violini, viole, ottavini, flauti, clarinetti, corni, mandolini, trombe") possono essere portati a bordo, purché non superino le dimensioni di 30 x 120 x 38 cm.

Aggiungi un commento!