Nell’immaginario europeo Venezia è il simbolo del viaggio a scopo turistico per eccellenza: città romantica, oltreché di notevole valore artistico, attira persone da tutto il mondo, in particolare dall’Europa centrale.

Nell’immaginario italiano, Venezia è il simbolo della città che sfrutta all’osso le proprie risorse turistiche per svuotarci le tasche. È inoltre ritenuto quasi impossibile trovare alloggio a causa del suo intenso flusso turistico, specialmente in alta stagione (maggio-ottobre) e nel periodo di Carnevale (quest’anno dal 6 al 19 febbraio).

Le enormi potenzialità di internet però ci vengono incontro: basta fare una ricerca per scoprire che non ci sono solo alberghi e pensioni, ma che molti mettono a disposizione le loro case come Bed&Breakfast e affittacamere. Lontani dai monumenti del centro, ma sempre dormendo sulla laguna, si può risparmiare e ottenere preziosi consigli da gente del luogo, soprattutto su dove spendere poco per mangiare bene (per la gioia di stomaci e portafogli).

Per cui oltre a comparare i prezzi su siti di alberghi come Turismo Venezia o Venice Hotel, si può dare uno sguardo anche ai più classici Hostelworld e Bedandbreakfast.it. Si può ottenere così un elenco di strutture a basso costo da contattare direttamente per cercare di avere uno sconticino. E per le spese di viaggio? Per chi viene dal sud la low-cost EasyJet opera collegamenti aerei diretti con Roma e Napoli tutto l’anno.