Con la loro imponenza segnano il confine di stato tra Zimbabwe e Zambia. Sono le cascate Vittoria, uno spettacolo capace di sorprendere l'osservatore più disincantato. Patrimonio dell'Umanità UNESCO, sono tra le principali attrazioni turistiche dell'Africa meridionale. Il loro nome in lingua nativa è particolarmente suggestivo, Mosy-oa-Tunya o "Fumo che Tuona". E in effetti ammirarle a tu per tu è un'esperienza da brividi. Si rimane letteralmente ipnotizzati da quel maestoso getto d'acqua che sembra ribadire la sua potenza con un fragore soprannaturale. A completare il quadro magico e surreale contribuiscono la fitta vegetazione, i colori delle rocce e i riflessi dell'acqua illuminata dall'alba, dal tramonto o dagli arcobaleni. Luci, sfumature e suoni che regalano emozioni intense e vivide.

in foto: Cascate Vittoria – Credits: Steve Jurvetson

In questo luogo incontaminato, il fiume Zambesi si getta nel vuoto con un salto che può variare dai 90 ai 110 metri, circa il doppio rispetto alle cascate del Niagara. Il fronte delle cascate si estende per 1,7 km e la loro altezza media è di 128 metri. Parte del loro fascino scenografico si deve al fatto che sorgono in una gola profonda e stretta, cosa che permette di ammirare il fronte della cascata dall'altra sponda, proprio davanti al salto. Nei mesi di piena, lo spruzzo misto di acqua e fumo diventa visibile a 50 km di distanza e si innalza fino a 1.600 metri rimbalzando dal basso.

Il primo occidentale ad avventurarsi nel territorio fu il celebre esploratore scozzese David Livingstone il 16 novembre 1855. L'avventuriero ribattezzò le cascate in onore dell'allora regina Vittoria: in effetti le Victoria Falls sono le sovrane assolute delle cascate, forse le più spettacolari del mondo. Non a caso sono state inserite tra le sette meraviglie del mondo moderno nella categoria Natura.

Le cascate fanno parte di due parchi di piccole dimensioni, il Mosi-oa-Tunya National Park in Zambia e il Victoria Falls National Park in Zimbabwe. Qui dimorano numerose specie animali come elefanti, bufali e giraffe, ma anche una grande popolazione di ippopotami. Il Mosi-oa-Tunya National Park è noto per ospitare sei esemplari del raro rinoceronte bianco.

Le cascate Vittoria non sono l'unica attrazione nei dintorni: le città più vicine, Victoria Falls e Livingstone offrono moltissime alternative per chi ama il contatto con la natura. Si potrà sperimentare il brivido dell'avventura con sport estremi come jet boating, rafting e bungee jumping. Sul versante dello Zambia, se volete provare l'ebbrezza di un bagno in cima alla cascata più spettacolare del mondo, è possibile tuffarsi nella Devil's Pool, incredibile piscina naturale con vista sul baratro.

Come arrivare alle Cascate Vittoria.

Le Cascate Vittoria saranno anche un luogo selvaggio, ma risultano facilmente accessibili grazie ai principali mezzi di trasporto. La città di Livingstone ha un aeroporto internazionale collegato con Johannesburg, mentre in località Victoria Falls si può approdare in volo via Johannesburg, da Windhoek, Namibia e dalla capitale dello Zimbabwe, Harare. Inoltre l'area è raggiungibile in treno dal Sudafrica.