in foto: Castello di Hohenzollern – Foto Pixabay

La Germania è celebre per i suoi castelli dall'aspetto pittoresco: uno su tutti il Neuschwanstein, noto come il castello delle fiabe: si dice abbia ispirato Walt Disney, che lo prese a modello per i suoi film d'animazione. Non mancano altri luoghi da sogno come lo Herrenchiemsee, noto come "la Versailles della Baviera". Ma esiste un altro splendido castello medievale che sembra sospeso tra le nuvole per la sua posizione arroccata su un'altura. Si tratta del castello di Hohenzollern, noto per il suo panorama mozzafiato. La veduta abbraccia infatti le Alpi Sveve e la Foresta Nera fino a toccare le Alpi Svizzere sullo sfondo. Situato a 50 km a sud di Stoccarda, si affaccia sulle città di Hechingen e Bisingen.

Castello di Hohenzollern – Foto Wikimedia Commonsin foto: Castello di Hohenzollern – Foto Wikimedia Commons

Il castello di Hohenzollern si erge sopra il massiccio del Giura Svevo a 855 metri sul livello del mare. La dimora prende il nome dal casato degli Hohenzollern, nobile famiglia prussiana che qui visse dall'Alto Medioevo fino alla Prima guerra mondiale. Costruito nella prima metà dell'XI secolo, il castello fu interamente distrutto nel 1423 in seguito a un assedio delle città imperiali di Svevia durato 10 mesi. Qualche decennio dopo la struttura venne ampliata e fortificata da re Federico III, diventando il rifugio degli Hohenzollern durante la Guerra dei Trent'anni. Tra il 1617 e il 1633 venne trasformato in una fortezza ma a partire dal 1771 cadde gradualmente in rovina. Tra il 1846 e il 1867 Federico Guglielmo IV di Prussia fece erigere la terza ricostruzione del castello in stile neogotico, in segno di prestigio per la casata degli Hohenzollern. A tale proposito arricchì la sua struttura di torrette e guglie che gli conferiscono un aspetto fiabesco.

In tempi più recenti il principe Luigi Ferdinando di Prussia raccolse nelle sue sale diversi cimeli e reperti storici della storia prussiana come dipinti, oggetti d'arredamento, effetti personali come l'uniforme di Federico il Grande e una lettera del presidente degli Stati Uniti George Washington che ringrazia il barone von Steuben, un rampollo della Casa di Hohenzollern, per il suo servizio nella guerra di indipendenza americana.

Oggi il castello è una popolare attrazione turistica. Durante le visite guidate i turisti sono accompagnati in un percorso attraverso gli eleganti saloni dai soffitti affrescati e dalle pareti in boiserie. L'itinerario si snoda a partire dalla sala d'Ingresso con il dipinto dell'albero genealogico della dinastia, per proseguire con la Sala da Pranzo e la Sala da Ballo. Nella Stanza del Conte sono conservate numerose statue e dipinti e la Libreria è affrescata con scene simboliche relative alla casata. La visita culmina con la Stanza del Tesoro, dove si possono ammirare numerosi oggetti appartenente alla famiglia reale, tra cui la corona del re di Prussia. Nella stessa stanza si trovano vestiti d'epoca, gioielli e manufatti in oro.