A Ceresole Reale si entra nel Gran Paradiso. Questa frase non fa riferimento solo al parco naturale, ma anche a tutta la bellezza della natura, che rappresenta un vero paradiso. Ceresole Reale è uno dei luoghi dove andare in vacanza in montagna in Piemonte per praticare tanti sport invernali e partecipare ad escursioni in uno splendido paesaggio. Ceresole Reale fa parte della Comunità Montana Valli Orco e Soana e del Parco Nazionale del Gran Paradiso. L'appellativo Reale a questa città è del tutto meritato anche perchè nel passato è stata meta prediletta per la caccia da Vittorio Emanuele II. Boschi, ghiacciai, montagne, animali e viste mozzafiato questo è l'ambiente naturale che si può vivere in questa conca circondata da vette maestose. Gli amanti dell'escursionismo e dell'alpinismo troveranno tantissimi itinerari di tutti i livelli per passare le proprie giornate durante le vacanze in montagna. Al centro emerge uno splendido lago, navigabile solo da mezzi non a motore che da un tocco di romanticismo a tutta l'aerea. Uno spettacolo molto affascinante si può ammirare ogni fine luglio quando nel lago si disputano gare internazionali di wind-surf, le vele che si spiegano al vento tra le montagne creano un'attrazione unica al mondo.

Escursioni a Ceresole Reale
Sciare tra le montagne di Ceresole
Parco Naturale Gran Paradiso 

Escursioni a Ceresole Reale.

Foto di Luca Casartelliin foto: Foto di Luca Casartelli

In estate si possono effettuare tantissime escursioni a Ceresole Reale che per l'occasione diventa ancor più incantevole poichè nella bella stagione è limitato l'accesso alle auto grazie all'iniziativa "A piedi tra le Nuvole". Un luogo dove fare escursioni è il colle del Nivolet, un altopiano che si estende per sei chilometri con una vista mozzafiato sul Gran Paradiso e  sulle Levanne, il cuore del parco. Sul questo monte si gode di un silenzio quasi disarmante. Per tutte l'estate sono previste anche una serie di proposte per gli amanti della montagna, della natura e dei buoni sapori. Le possibilità di escursioni e salite alle cime delle montagne di Ceresole Reale sono innumerevoli e di tutti i livelli di difficoltà, tra le più semplici adatta a tutta la famiglia si segnala la gita al Rifugio Jervis, che si trova a 2250 metri di altezza che si affronta dalla località Chiapili Inferiore. Una cosa che colpisce durante le escursioni a Ceresole Reale è la grande presenza di acqua, ci sono infatti tantissimi laghi nei quali si specchiano le montagne. Molti sono artificiali, creati per la produzione di energia elettrica ma sono entrati ormai a pieno titolo nel paesaggio di alta montagna.

Sciare tra le montagne di Ceresole.

Foto da Flickrin foto: Foto da Flickr

Le piste da sci di Ceresole Reale sono di piccole dimensioni, tranne quelle da fondo, che sono le più frequentate. Queste si snodano lungo il lago di Ceresole Reale, dalla borgata Prese fino alla borgata Villa. Il comprensorio sciistico si estende per 20 chilometri e comprende anche le località vicine collegate tra loro. Oltre allo sci Ceresole Reale offre molte opportunità per divertirsi, come la moderna pista per il pattinaggio molto grande posta a 1500 metri di altezza. Per i più piccoli c'è una pista da bob dove possono divertirsi giocando con la neve. A Ceresole Reale c’è anche una pista di snowboard e una pista per lo snowtubing, una disciplina molto divertente nella scale si scivola dalla montagna su un gommone.

Parco Naturale Gran Paradiso.

Foto di Francesca Special Kin foto: Foto di Francesca Special K

L'attrazione più importante della zona è il Parco Naturale del Gran Paradiso che si trova a cavallo tra la Valle d'Osta ed il Piemonte. Quest'area naturale è la più vasta d'Italia ed oggi passeggiando per il parco si possono incontrare in libertà stambecchi, camosci, marmotte, ermellini, scoiattoli e uccelli rari come l’aquila reale e la pernice bianca. Il Parco del Gran Paradiso offre la possibilità di intraprendere escursioni, ma anche di praticare lo sci di fondo, lo sci alpinismo, l’arrampicata su ghiaccio e percorrere sentieri con le racchette da neve. Durante una visita al Parco si può anche semplicemente solo godere del silenzio della montagna, passeggiare lungo i laghi ed attendere l'apparizione di qualche animale del bosco. L'area del Parco è suddivisa in cinque valli: Valle Soana, Valle Orco, Val di Cogne, Valle di Rhemes e Valsavarenche. Il monte del Gran paradiso che svetta immobile al centro dell'area protetta è l'unico altopiano interamente italiano a superare i 4000 metri, per questo è il sogno proibito di molti scalatori.

[Foto principale di Luca Casartelli]