Si fa presto a dire "colazione compresa", perché se è vero che un pasto incluso nel prezzo è pur sempre un servizio aggiuntive, altrettanto vero è che tra una brioche e una salsiccia fritta ci sono di mezzo maiali e grassi saturi. La perplessità di fronte ad una colazione continentale l'hanno vissuta tutti coloro che sono andati fuori dai confini dell'Italia. L'odore dell'uovo che entra nelle narici avvezze all'aroma del caffè comunica diversità culturali che un momento prima non immaginavamo nemmeno. E se il primo giorno di vacanza guardi accigliato il cameriere e gli obietti un supplichevole "coffee", prima di partire e tornare a casa ti impegni nel bis del bacon. Insomma, non è davvero il caso di fare i maestri con nessuno e, dato che si va all'estero, è meglio conoscere cosa ci aspetta a tavola per non perdere tempo in delusione e sciovinismi da taverna.

Europa mediterranea.

in foto: Il cornetto, un tratto distintivo delle colazioni italiane e francesi.

1. Italia. Iniziamo dal nostro paese giusto per addolcire il palato. La tradizione della colazione dolce non la si incontra spesso e sembra accomunare i principali paesi europei che si affacciano sul Mediterraneo. Noi italiani siamo tra i più categorici: per iniziare bene la giornata ci vuole lo zucchero, quindi fette biscottate con burro e marmellata di frutta, cornetti, brioches e/o biscotti (e di tanto in tanto, perché no, una bella graffa). Da bere caffè espresso e latte e tutto ciò che questi due ingredienti possono creare in combinazione.

2. Francia. I cugini d'Oltralpe fanno una colazione simile alla nostra, a base di tè o caffellatte e croissant o baguette con marmellata.

3. Spagna. Fine dei paesi che scelgono rigorosamente la colazione dolce. Anche gli spagnoli preferiscono assumere al mattino tanto zucchero, ma occasionalmente si dedicano anche al salato. Qui mangerete Churros e Porras dolci, a volte fritti e con pennellate di cannella, oppure il bolo (panino dolce), fette biscottate con marmellata e torrijas, simili a toast immersi in latte dolce e successivamente in uova sbattute e fritte. La versione salata ripropone l'uovo nelle tortillas (simili a frittate) oppure il pane con il pomodoro.

4. Grecia. L'intestino viene svegliato con somma delicatezza grazie allo yogurt greco, che può contenere anche frutta e miele, servite eventualmente anche a parte. Lo yogurt è così caratterizzante che i greci non fanno colazione al bar, ma in latteria. E sempre là i greci possono gustare una Tyropita (torta al formaggio) o altre leccornie salate a base di feta, il caratteristico formaggio greco. In estate si usa aggiungere al primo pasto della giornata quantità ancora maggiori di frutta. Se si opta per la colazione salata la scelta è sterminata, e si va dal pane alle ciambelle di farina e sesamo, passando per rustici che contengono appunto feta, spinaci ed olive. Da bere il caffè greco, che è pressoché identico a quello turco.

Colazione continentale.

Colazione inglese.
in foto: Colazione inglese.

[Foto di Javier Leiva]

5. Germania. Varchi la frontiera e, senza preavviso, nel piatto ti trovi i würstel, accanto un uovo e magari anche gallette con burro. Se vi trovate di fronte a delle brioches o è perché avete chiesto di consumare una colazione italiana, oppure semplicemente vi hanno offerto la versione salata. Da bere tè, succo di frutta o caffè turco.

6. Regno Unito. Colazione molto simile rispetto a quella tedesca, con la sostituzione del würstel con la salsiccia, che può anche essere fritta. Ulteriore pesantezza viene data dal bacon, che è simile ad una pancetta più dolce. Talora si mangiano anche funghi, fagioli oppure, più banalmente, cereali con il latte. Da bere, oltre al latte, succo di frutta e/o tè.

7. Scandinavia. Qui usciamo dalla tradizione strettamente continentale, per quanto la presenza di pancetta ed uovo possa esserne filo comune. Nei paesi scandinavi, tuttavia, si usa anche il pesce e precisamente tonno o aringhe con pane scuro o integrale. Spazio anche al dolce con i krampfen con marmellata o crema e mix di cereali. Da bere succhi di mirtillo o di agrumi.

Oriente.

Colazione turca (photo by Rossella Columella).
in foto: Colazione turca (photo by Rossella Columella).

8. Turchia. La colazione turca è tra le più ricche al mondo, tanto da avere elementi in comune con il primo pasto greco, con quello continentale e con la tradizione araba. Insomma una colazione che descrive perfettamente questo paese come ponte tra Europa ed Oriente. A colazione i turchi mangiano formaggi (il kasar), il "simit" (anelli di pane ricoperti da sesamo), pomodori ed olive, marmellata e miele, burro, cetrioli. Peperoni (nel "menemen" si accompagnano a uova e pomodori soffritti o nell'olio o nel burro). Non manca la salsiccia, particolarmente speziata nella sua variante locale detta "sucuk". Da bere tè nero, succhi di frutta o caffè.

9. Russia. Il freddo è famelico dissipatore di energie, per cui meglio andare sul pesante anche a prima mattina. Le tradizioni in Russia sono molte, ma la causa delle differenti tipologie di colazione nel paese eurasiatico non sembra essere la compresenza di più culture. Semplicemente in Russia la colazione cambia quotidianamente come avviene da noi per pranzo e cena. Si usa comunque mangiare spesso la kasha, una pappa di cereali che si associa a diversi ingredienti sia dolci che salati (potete trovarvi tanto la frutta quanto la carne). In Russia potete trovare a colazione anche formaggio e salumi, patate e verdure in generale, carne e pesce. Ogni giorno una sorpresa, ma negli alberghi la soluzione più comune è quella di proporre la scelta tra colazione dolce e colazione continentale.

10. Cina. Anche in questo caso, data la dimensione del paese e le diverse tradizioni, è difficile poter individuare una sola colazione per tutto il paese. Possiamo dire in generale che si predilige iniziare la giornata con un pasto salato "completo" a base di noodles ravioli al vapore ripieni di carne o verdure, verdure con riso, carne o pesce. Latte di soia o tè.

11. Giappone. Nel paese del Sol Levante non si poteva che fare colazione con il pesce, cucinato alla griglia. Si aggiungono zuppa di miso, frittelle e l'immancabile riso.

Africa.

Colazione in Marocco.
in foto: Colazione in Marocco.

[Foto di Natalie Downe]

12. Nel Nordafrica conta molto la storia coloniale, ma i paesi che si affacciano sul Mediterraneo comunque tengono ben salde le proprie tradizioni arabe e la conseguente predilezione per l'agrodolce. In Marocco si usa molto il chutney (salsa piccante con frutta e spezie) e il formaggio con la forma appiattita di pane della pita o del baghir (che è con il semolino). Le fave rientrano invece nella tradizione egiziana. Ovunque, in Nordafrica, potrebbero venirvi proposte anche le uova. Spostandoci verso sud cambiano radicalmente le pietanze. Nel Senegal, ad esempio, si mangiano pomodori, verdure ed arachidi.

[Foto in apertura Juan Fernàndez]