Quando si viaggia in territori diversi spesso ci si preoccupa di integrarsi bene con la gente del posto. Si cerca di seguire le usanze, di provare nuovi cibi, di imparare la lingua, ma bisogna stare attenti anche ai vestiti. Del resto l'abito fa il monaco, e ci sono degli accorgimenti per non dare troppo nell'occhio quando si va in vacanza all'estero. Ecco alcuni consigli.

Innanzitutto se si viaggia in un paese musulmano, è necessario coprire più parti del corpo rispetto a come ci si vestirebbe in vacanza alle Hawaii. In questi casi lasciate pantaloncini corti e magliette senza maniche a casa. L'obiettivo principale dovrebbe essere quello di rispettare i costumi e le tradizioni dei paesi di destinazione, ma per un viaggio la prima regola da seguire rimane sempre la comodità.

1. Cappellini da baseball

I giovani di tutto il mondo indossano berretti da baseball, ma potreste dare nell'occhio se usate quelli con il logo di una squadra o simboli militari. Per stare alla larga d squardi indiscreti, meglio scegliere un'altro tipo di cappello o comprarne uno appena arrivati alla destinazione.

2. Camicie a scacchi, pantaloncini e shorts

Il classico tessuto a quadri ha le sue radici in Scozia, ma oggi è associato ai turisti provenienti dagli Stati Uniti. I pantaloncini a quadri di sicuro vi salveranno dalla calura estiva, ma sarete subito individuati come turisti. Meglio indossare abiti a tinta unita.

3. Marsupi

I marsupi sono di sicuro molto comodi, ma identificano subito le persone come turisti e quindi potenziali obbiettivi di borseggio.

4. T-shirt con slogan

Le T-shirt sono le più amate dai turisti: prendono poco spazio in valigia e possono essere messe sotto un maglioncino. Ma danno molto nell'occhio se la T-shirt ha un particolare logo o marca in vista.

5. Gioielli vistosi

Non esiste un luogo veramente sicuro per portare preziosi gioielli in vista. Se ostentate i vostri gioielli potreste diventare facilmente bersaglio di un ladro o di borseggiatore. Lasciate i vostri orologi costosi e gioielli a casa e portare con voi un po' di bigiotteria.

6. Abbigliamento consono

Ogni cultura ha le sue tradizioni e le sue regole. Per esempio da noi le le spalle nude e ginocchia scoperte sono ormai accettate, ma non nelle chiese, dove bisogna entrare coperti. In Thailandia, le donne non possono indossare pantaloncini e scoprire le spalle quando entrano in un tempio. Stessa cosa vale anche per gli uomini.