in foto: Veduta di Queenstown – Foto Wikimedia Commons

Queenstown, in Nuova Zelanda, si presenta come un placido villaggio arroccato sulle vette dei monti Remarkables e circondato dal limpido lago Wakatipu. Ma non lasciatevi ingannare dalle apparenze: questo gioiello di montagna è in realtà il paradiso dell'adrenalina. Nota per la sua variegata offerta di sport estremi, qui è possibile praticare paracadutismo, bungee jumping, deltaplano e rafting, ma anche attività più tranquille come kayak, passeggiate a cavallo, escursionismo e sci. E naturalmente c'è spazio anche per gli amanti del relax, che potranno perdersi nella contemplazione di paesaggi mozzafiato.

Cosa vedere a Queenstown.

Veduta di Queenstown da Bob's Peak – Foto Wikimedia Commonsin foto: Veduta di Queenstown da Bob's Peak – Foto Wikimedia Commons

La città venne fondata nella seconda metà del XIX secolo nei pressi del fiume Shotove, dove i primi cercatori d'oro trovavano le loro monete. Ancora oggi le sue bellezze naturali attirano un'infinità di turisti. Lo splendido lago Wakatipu si estende per un'area di 291 km² e può raggiungere una profondità di 379 metri. Secondo alcuni scienziati, questo specchio d'acqua color turchese sarebbe il secondo lago più pulito del mondo. Peccato che l'acqua sia gelida, con temperature medie intorno ai 10°C: i tuffi sono consentiti solo ai temerari. Ma non disperate, nelle vicinanze si trova il piccolo Lago Hayes dalle acque trasparenti dove fare il bagno a una temperatura accessibile. Se volete rifarvi gli occhi visitate il Lago Wanaka, una meraviglia circondata da foreste a perdita d'occhio. Infine fate tappa al Queenstown Underwater Observatory per ammirare pesci e fauna marina del Lago Wakatipu.

A Queenstown non mancano le oasi naturalistiche come il Kiwi Birdlife Park. Qui si trovano oltre 10.000 piante endemiche, rettili come il tuatara e uccelli rari tra cui il kiwi, animale simbolo della Nuova Zelanda. Queenstown è il punto di partenza ideale per visitare Milford Sound, spettacolare fiordo che si trova all'interno del Fjordland National Park, patrimonio mondiale dell'umanità. L'area offre una full immersion nella natura più incontaminata, alla scoperta di esemplari di fauna come delfini, foche, cervi, kiwi e rare specie di uccelli come il kakapo, che si trova solamente in questa parte del mondo.

Nei dintorni vale la pena di visitare Arrowtown, suggestica cittadina dall'aspetto vintage fondata oltre 150 anni fa nel periodo della corsa all'oro. Arrowtown è celebre per i suoi edifici d'epoca e la comunità di minatori cinesi che qui si insediò nel XIX secolo.

Cosa fare a Queenstown.

Tramonto a Queenstown – Foto Pixabayin foto: Tramonto a Queenstown – Foto Pixabay

Avvolto dai colori del tramonto, il lago Wakatipu trabocca di romanticismo. Sulle sue sponde si possono praticare attività come ciclismo e pesca. In questa zona è stata girata parte della trilogia del Signore degli Anelli e alcuni tour operator offrono emozionanti tour in Land Rover sulle orme degli hobbit. In alternativa si può fare un giro in kayak sulle acque del lago Wakatipu per esplorare le sue insenature ed entrare in contatto con la natura.

Il bungee jumping è l'attività più praticata e sono molti i coraggiosi che decidono di saltare dal ponte Kawarau, il più famoso del paese, che si trova a 43 metri di altezza. Un'altra adrenalinica esperienza è lo Shotover Jet, che consente di sfrecciare a pelo d'acqua con un motoscafo a folle velocità, circondati dalle rocce e dagli alberi. Particolarmente emozionante è la Gondola, una funivia sospesa a 800 metri d'altezza che porta direttamente in cima al Bob's Peak, la montagna che sovrasta Queenstown. Qui è possibile ammirare il meraviglioso panorama del lago Wakatipu. Giunti in cima potrete trovare anche un ristorante e un immancabile negozio di souvenir. Ravvivano la serata spettacoli in costume sulla cultura Maori.

Se preferite attività più rilassanti, potete dedicarvi alla visita delle aziende vinicole. Nell'intera regione ve ne sono 75. Una delle più importanti  è la Gibston Valley: assolutamente da provare il pinot nero e il pinot grigio. Non può mancare una passeggiata nei Queenstown Gardens, il polmone verde della città. Costruiti nel 1876, i giardini ospitano campi da golf e da tennis, piste di pattinaggio su ghiaccio, alberi esotici e un roseto. C'è anche un monumento dedicato al Capitano Robert Scott (1868–1912) che condusse una spedizione al Polo Sud conclusasi tragicamente. Una targa commemorativa riporta le sue toccanti ultime parole.

L'atmosfera di Queenstown è vibrante e cosmopolita. Ovunque si sentono accenti provenienti da tutto il mondo e sembra di trovarsi in una piccola Babele. In estate e in inverno si registra il picco di massima affluenza turistica. I ristoranti offrono specialità tipiche come le cozze verdi della Nuova Zelanda, ma non mancano i locali etnici. Per quanto riguarda la sistemazione, Queenstown è una città su misura per tutte le tasche, con un occhio di riguardo ai giovani backpackers: gli ostelli non si contano e vantano un ottimo rapporto qualità-prezzo, ma si possono trovare anche hotel e b&b economici.

Queenstown è raggiungibile da Roma con voli di linea grazie alla compagnia di bandiera Air New Zealand. Gli aerei atterrano nel Queenstown Airport. Per quanto riguarda il clima, Queenstown ha la nomea di essere una città non molto clemente. L'inverno neozelandese, che corrisponde alla nostra estate, è una stagione molto fredda e piovosa. I mesi migliori per andare in vacanza sono pertanto dicembre, gennaio e febbraio.