in foto: Creta – Foto Pixabay

Un percorso di 500 km che si snoda nel cuore del Mediterraneo, tra le bellezze naturali dell'isola di Creta. La "via cretese" o "Cretan Way"è il nuovo itinerario che si rifà ai Grandi Cammini europei: pensiamo al celebre Cammino di Santiago, ormai divenuto un rito obbligato per milioni di persone in tutto il mondo che si mettono in viaggio alla ricerca di se stessi. Nel corso dell'itinerario si potrà esplorare tutta la bellezza e la varietà dei paesaggi di Creta: boschi, foreste e spiagge incontaminate, insieme a villaggi e siti storico-archeologici.

Il percorso nasce dall'E4, nome che i ramblers europei avevano assegnato al sentiero di oltre 10.000 km che si dipana da Ovest a Est, dalla Spagna a Cipro, passando per Creta dove il cammino era stato abbandonato. L'iniziativa ha visto attivarsi centinaia di volontari greci che hanno collaborato con la Compagnia dei Cammini, un'associazione di turismo responsabile da anni impegnata in questo progetto. Assieme al suo fondatore Luca Gianotti, l'organizzazione ha deciso di ripristinare l'antico cammino. Dopo essere stato ventinove volte a Creta con lo zaino in spalla, Gianotti ha deciso di rendere l'esperienza fruibile a tutti, valorizzando un cammino che “per la sua bellezza potrebbe realmente divenire uno dei percorsi più amati in Europa, al pari del GR20 in Corsica, il Cammino di Santiago e la Via Francigena”. Il lavoro, iniziato nel 2010, ha portato dopo cinque anni all'elaborazione di sentieri, segnaletica, mappe GPS e ricognizione dei luoghi dove sostare tutta la notte.

La Cretan Way parte dalla bellissima spiaggia di Kato Zakros e arriva a Ovest, al monastero di Chrisoskalitisa, a picco sul mare. Il percorso attraversa il centro dell'isola costeggiando montagne alte anche 2.500 metri e facendo tappa in diversi villaggi solitari dove familiarizzare con la gente del posto ma anche con tanti stranieri che hanno scelto di stabilirsi a Creta e assimilare lo spirito del luogo, valorizzando il turismo a minimo impatto ambientale.

Per completare il percorso sono necessari 28-29 giorni di cammino ma è anche possibile percorrere un singolo tratto da soli o accompagnati da un gruppo della Compagnia dei Cammini. Il viaggio itinerante per esplorare il primo tratto del percorso ha avuto luogo ad aprile, la seconda parte si compirà dal 14 al 23 ottobre: un viaggio di deep walking, la camminata meditativa che segue le tradizioni del buddismo zen e dello sciamanesimo tolteco. Lungo il percorso di trekking si attraverseranno sentieri sul mare, pittoreschi villaggi e meraviglie della natura come le gole di Aradena, le gole di Samaria e di Agia Irini, oltre a testimonianze storiche come le chiese bizantine e le rovine di Lissos, per terminare nella penisola di Paleohora.