Dolceacqua è il paesino più pittoresco della Liguria Occidentale. Quando ci si imbatte in quel ponte arcuato sul Torrente Nervia, decorato da salici piangenti sembra di far parte di un'altra regione. Invece il mare da Dolceacqua dista solo 5 chilometri. La città ligure sembra il modello ideale di borgo medievale: il ponticello sul fiume, la chiesa colorata e una schiera di casette sorvegliate da un castello diroccato. Dolceacqua fu scelta da Monnet come scenario di alcuni dei suoi dipinti; uno dei soggetti preferiti dal pittore era proprio il Ponte Romanico.

Cosa vedere a Dolceacqua.

Il borgo è un dedalo di viuzze e case di pietra che si arrampicano fino al Castello Doria. La struttura attuale di questa dimora si basa su una divisione in due parti: quella anteriore, destinata al controllo e alla sicurezza del borgo, e quella posteriore, luogo degli ambienti di rappresentanza e di accoglienza degli ospiti e di residenza dei signori locali.

Ma il simbolo di Dolceacqua è il Ponte Vecchio. Ritratto da Claude Monet nel 1884 durante il suo suo soggiorno a Bordighera, con la sua campata unica  di 33 metri, definita dallo stesso pittore "gioiello di bellezza e leggerezza", il ponte è diventato uno dei simboli del paese.

Tra i monumenti principali della località ligure vi sono poi diversi edifici religiosi, come il Santuario dell'Addolorata, la chiesa parrocchiale di Sant'Antonio abate, e il Convento dei padri Agostiniani, di cui restano ormai solo le rovine. Inoltre da segnalare è anche un'altra attrazione: il Visionarium. Si tratta di una sala di proiezione per documentari di altissima qualità. La struttura funziona grazie a più proiettori e ad un impianto audio molto avanzato che garantisce un immersione totale nel filmato. Sono presenti anche effetti in 3D e addirittura la riproduzione di alcuni odori.

Tra i prodotti tipici è doveroso segnalare vini come il Rossese di Dolceacqua Superiore DOC o il Rossese di Dolceacqua, elaborati con uva coltivata sul territorio.

Come arrivare a Dolceacqua.

Se si viaggia in auto bisogna seguire l'autostrada A10 Genova – Ventimiglia. Per raggiungere Dolceacqua è consigliabile uscire ai caselli di Ventimiglia o Bordighera, dai quali si imboccherà la S.S. Aurelia e poi la strada provinciale della Val Nervia. Se si viaggia in treno bisogna raggiungere la stazione di Ventimiglia che dista circa 7 chilometri dal borgo. Da qui si può giungere in paese con un comodo servizio bus gestito da Riviera Trasporti Linea 7. Infine l'aeroporto più vicino è quello di Nizza. Distanza a circa 50 chilometri di distanza.