E' solo un piccolo fazzoletto di terra al di là delle coste della Spagna, eppure quest'isola offre molto a chi la visita: la bellezza di Formentera sta soprattutto nelle sue piccole cittadine con i mercatini e gli itinerari naturalistici. Non per niente l'isola pitiusa è protetta come Riserva della Biosfera dell'Unesco, ed è un patrimonio del quale gli abitanti dell'isola sono molto gelosi. Quello che per noi turisti può rappresentare il periodo di massima espressione della località turistica, per gli abitanti è spesso fonte di disturbo: soprattutto gli italiani, che affollano le spiagge di Formentera, sono i più invisi alla popolazione locale a causa della loro proverbiale rumorosità. Sarebbe quindi bene fare una vacanza sull'isola nel pieno rispetto della sua gente e della cultura locale, per goderla davvero appieno. Per suggerimenti di ogni tipo consultate la nostra GUIDA DI FORMENTERA.

Itinerari di Formentera.

Come abbiamo già suggerito nell'articolo sui trasporti a Formentera, il mezzo ideale per muoversi sull'isola è la bici: l'auto è del tutto inutile sui pochi chilometri di strada, e lo scooter anche se comodo è rumoroso. Inoltre per poter avere accesso a uno dei 20 itinerari naturalistici organizzati dal comune ci si può muovere solo in bici, e in taluni casi solo a piedi. Il percorso più lungo è il Camí Vell de La Mola: parte da Sant Francesc, è lungo 3000 metri e si percorre su una strada asfaltata, ma tutta attorniata dalla vegetazione dell'isola, in una zona molto tranquilla; lungo il cammino si può vedere il Mulino den Tanuet, nei pressi di San Ferran. A seguire c'è il Camí de S'Estany, 2.7oo metri: è all'interno del Parco Naturale di Ses Salines (vedi più giù) e si trova in un'area di particolare interesse naturale racchiusa da S'Estany, San Francesc, Es Pujols e La Savina. Il Camí de Dalt de Porto Salè è lungo, 2.500 metri: da questo percorso si ha uno splendido sguardo dell'isola in tutte le direzioni; a un certo punto ci si imbatte nel Mulino di Sa Miranda. Ancora abbiamo il Camí de Sa Talaiassa, 2000 metri, che è un itinerario misto: l'ultimo tratto si può infatti percorrere solo a piedi, e conduce al punto più alto dell'isola, da cui si gode un incredibile panorama. Per i più pigri, invece, segnaliamo il cammino più breve: è il Camí de S’Estany des Peix, solo 800 metri, anche questi all'interno del Parco di Ses Salines e con vista sul porto di La Savina.

Formentera itinerari

Camì Vell de la Mola (foto di brieanddylan)

Tra gli itinerari percorribili solo a piedi c'è il Cami de Sa Pedrera, lungo 1200 metri, che conduce a una costa selvaggia e offre un bellissimo panorama di Ibiza. Il Camí Roma, il cammino romano, è così chiamato per via dei resti romani che si incontrano lungo il percorso: lungo 1500 metri, si dipana lungo la costa e a tratti si addentra in un bosco, fino ad arrivare a La Mola. Ma il più lungo, e forse il più affascinante di tutti, è il Cami Den Parra, che passa per la parte più antica e meglio conservata dell'isola: si potranno ammirare le tipiche case di pietra, nascoste tra boschi di pino, avendo così un panorama della reale architettura di Formentera. L'intero percorso è lungo 3200 metri.

Città di Formentera.

L'architettura è ovviamente più notevole nelle caratteristiche cittadine. La principale è San Francesc Xavier de Formentera, capoluogo dell'isola con mille abitanti. Qui la vita cittadina si svolge attorno all'omonima chiesa e ai mercatini dei vicoli vicini. E' anche il centro principale per negozi e supermercati. Mentre invece il centro della movida di Formentera, come abbiamo visto, è Es Pujols. Per arrivarci, dobbiamo passare obbligatoriamente per la città di San Ferran, che è un paesino molto rinomato per bar e ristoranti (ricordiamo lo storico Fonda Pepe).

La Mola potete ammirare il mercatino hippy, i cui prodotti rappresentano il principale artigianato dell'isola. Ma soprattutto potrete vedere il faro di Es Cap de La Mola, il più spettacolare dell'isola: si erge direttamente a strapiombo sulla scogliera (foto in apertura di Andrea.83). Gli altri due fari di Formentera si trovano uno a Es Cap de Barbaria, e l'altro a La Savina, unico porto di accesso all'isola.

formentera la savina

La Savina (foto di K_D_L)

Spiagge di Formentera.

Per gli amanti delle vacanze al mare vi invitiamo a visitare due tra le spiagge di Formentera più belle: Illetes e Levante, a nord dell'isola. Oltre che per la loro bellezza naturale, anche perché si trovano a metà strada da due punti di interesse: le Saline e Espalmador. Le Saline sono uno spettacolo assoluto all'alba e al tramonto per i giochi di colori che la luce crea sui cristalli di sale: i fenicotteri stessi, che qui vengono a nutrirsi, diventano parte di questo caleidoscopio di colori.

Espalmador è invece un'isolotto protetto come Riserva Naturale. Si può raggiungere in barca o addirittura a nuoto, e in condizioni di bassa marea anche camminando con l'acqua all'altezza della pancia: dista solo 150 metri. E' completamente disabitato e l'unica costruzione è la Torre di Sa Guardiola, ma si può fare tranquillamente il bagno in acque azzurre e cristalline. Piccoli angoli di paradiso che possono rendere speciale la vostra estate.