SkyJump in Las Vegas

La spericolata attrazione al cardiopalma situata sul tetto dello Stratosphere, la struttura più alta della città.

Pensavate che in cima ai grattacieli si potessero trovare solo terrazze panoramiche, ristoranti girevoli o piscine di attici mega lusso appartenenti a qualche riccone? Vi sbagliavate, perché alcuni degli edifici più alti del mondo offrono delle vere e proprie attrazioni da urlo. I brividi sono assicurati se avete il coraggio di sporgervi dal parapetto… un momento, ma quale parapetto? Il bello di queste attrazioni è che vi spingono oltre, e se prima eravate al sicuro sul tetto vi troverete da un momento all'altro lanciati nel vuoto… o per lo meno avrete l'illusione di esserlo. Abbiamo stuzzicato la vostra curiosità? Ce n'è per tutti i gusti, anche per quelli che non sono proprio amanti delle emozioni forti ma vogliono comunque provare un'esperienza fuori dal comune. Seguiteci e scoprirete quali sono i tetti più pazzi del mondo.

La X-Scream allo Stratosphere di Las Vegas, foto di Thierry

A Las Vegas lo Stratosphere è il vostro punto di riferimento. Si tratta dell'edificio più elevato di tutta la città, nonché la torre di osservazione più alta di tutti gli Stati Uniti. La struttura funge anche da hotel e casinò, e dalla sua sommità si ha una vista spettacolare della città del gioco d'azzardo e di tutto il deserto del Nevada circostante. Ma trattenete gli sbadigli, perché qui arriva il bello: sul suo tetto vi è un vero e proprio luna park con delle attrazioni al cardiopalma. La prima è l'X-Scream: seduti su un vagone ci si trova su una piccola piattaforma semovente che si inclinerà sul precipizio e farà scivolare il vagone dando l'impressione di farvi cadere nel vuoto. La seconda è l'Insanity: quattro braccia meccaniche con due sedili per braccia che si apriranno sul lato esterno dell'edificio e cominceranno a ruotare sempre più vorticosamente mentre voi avrete il vostro sguardo sul vuoto sottostante. La terza è il Big Shot: una drop tower, ovvero la torre di caduta libera che prima spinge i suoi passeggeri verso l'alto e poi li lascia cadere. Ma il top delle attrazioni è lo SkyJump: legati a un'imbracatura elastica vi lancerete, e questa volta per davvero, dal bordo della torre per una "caduta controllata" che si protrarrà per 261 metri fino all'atterraggio. Ovviamente il tutto calibrato da un cavo meccanico, ma la velocità che si raggiunge è da infarto.

Marina Bay Sands Singapore

Il Marina Bay Sands di Singapore, foto di Ken Lee

Il Marina Bay Sands di Singapore è una struttura avveniristica sia per la sua architettura, che per quello che nasconde sulla sua sommità. Il resort, così chiamato perché fronteggia la baia della città, è costituito da tre distinti palazzi uniti in cima da un unico tetto. Questo tetto ha la particolare forma di una nave, e salendoci sopra si scopre che si tratta di un vero e proprio parco: è lo Skypark, il parcoe aereo. Qui troviamo bar, centri benessere, un ristorante, dei giardini pensili (Babilonia non è scomparsa) e nientemeno che la piscina più alta del mondo. È l'Infinity Pool: il nome identifica quel particolare tipo di piscine, dette "a sfioro",  che si trovano immersi in scenari naturalistici e danno l'effetto di confondersi con essi. Spesso perché sono costruite a ridosso di uno strapiombo e il livello dell'acqua raggiunge il bordo. Ma in questo caso l'illusione è quella di bagnarsi nel cielo della città: anzi, sembra quasi che, tuffandosi in acqua e nuotando verso il bordo, si corra il rischio di precipitare dai 200 metri d'altezza del resort. Poi ci si avvicina al fondo e la magia sparisce: a proteggerci sotto di noi c'è un piano ammezzato. Ma il panorama che si gode è spettacolare.

Infinity Pool Marina Bay Sands

La Infinity Pool del Marina Bay Sands, foto di kfcatles

La Willis Tower di Chicago, che si fregia del titolo di grattacielo più alto degli Stati Uniti, ha un'attrazione particolare che si svolge tutta sul suo lato e culmina sul tetto: lo Skydeck, ascensori esterni completamente in plexiglas, pavimento compreso. Il che vuol dire che durante tutta la salita potete guardare il fondo stradale allontanarsi sempre di più, e trattenere più di un respiro. Ma dove lo perderete del tutto è sulla CN Tower di Toronto: lì è stato creato qualcosa che è molto più di uno skywalk, e la sensazione di essere sospesi nel vuoto è reale. L'EdgeWalk è infatti la nuovissima attrazione dove sarete legati a delle corde in tutta sicurezza e passeggerete assieme a una guida lungo una passerella esterna sulla vetta della torre a 356 metri di altezza. Sì avete capito bene: non ci sono barriere di nessun tipo tra voi e il vuoto. E la guida vi farà provare l'ebbrezza del pericolo facendovi sporgere schiena indietro, punta di piedi e braccia aperte sul bordo della passerella. Se volete avere un'idea di cosa stiamo parlando date un occhio al video qui sotto: sconsigliato ai deboli di cuore.