La Valle della Loira si trova nella parte centrale della Francia, è molto apprezzata soprattutto da chi è alla ricerca di una vacanza naturalistica e ama i paesaggi rustici, le foreste ed i boschi quasi incontaminati. E sono capibili i sovrani ed i nobili francesi che in epoche passate hanno scelto questo ambiente spettacolare per far erigere le loro lussuose residenze estive, dove rifugiarsi e riposare la mente nelle bellezze di madre natura. Durante una vacanza in Francia una visita ai Castelli della Loira permette di rivivere l'incanto di un tempo, quando queste dimore erano popolate da re e nobili, da servitù, dove le giornate trascorrevano lente tra feste di palazzo e battute di caccia nel vasto bosco circostante. Sono molti i visitatori che basano il loro intero viaggio effettuando principalmente visite ai castelli, e visto il numero degli stessi, questa attività è in grado di impegnarE anche per due settimane piene di vacanza. Il prestigio che tali residenze hanno dato alla Loira, ha fatto sì che la regione venisse eletta Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco.

I Castelli della Loira, si trovano a solo un'ora di distanza da Parigi, nella zona che va da Amboise a Orléans, passando per Blois e Tours, attraversata dal fiume più lungo di Francia e dai suoi numerosi affluenti, sulle cui acque si affacciano circa 300 castelli, fortezze e palazzi antichi, molti dei quali proprietà private. Al loro interno hanno vissuto le corti più famose e fastose di un tempo, come i re Francesco I, Enrico II e personaggi come Caterina de’ Medici, Diane de Poitiers e Giovanna d’Arco. Oggi i Castelli della Loira attraggono migliaia di visitatori, amanti dell’architettura e dell’arte o semplici turisti alla ricerca di un piccolo angolo di paradiso, tutti amanti del bello, o inguaribili romantici.

[Foto di PaPisc]

Visitare i castelli della Loira è un’esperienza incredibile che vi permetterà di vedere da vicino la magnificenza e il lusso delle residenze dei reali di Francia, dove lo stile europeo classico e rinascimentale si fondono a creare delle vere meraviglie, sorte lungo il corso di uno degli ultimi fiumi selvaggi della Francia. Dato che è impossibile far visita a tutti gli oltre 300 castelli della Loira, tutti diversi l'uno dall'altro, sarà necessario individuare dei percorsi appositi e restringere il campo, a meno che non vogliate dedicare qualche anno alla scoperta di queste fantastiche dimore. Il periodo migliore per visitarli è quello primaverile quando si può ammirare lo splendore dei giardini in fiore, mentre in autunno, con la stagione vinicola, si possono gustare gli ottimi vini prodotti da queste parti.

I Castelli della Loira sono raggiungibili in macchina, per chi ama essere autonomo e non dipendere dai mezzi pubblici, si raggiungono facilmente anche in aereo. La soluzione ideale sarebbe raggiungere direttamente la zona occidentale della valle e cominciare il percorso magari al contrario. Per cui si potrebbe atterrare a Nantes con i voli diretti dall'Italia oppure a Tours. Per chi intende cominciare la visita da Est può scegliere di arrivare in uno degli aeroporti di Parigi e poi dalla stazione Montparnasse si raggiunge Tours in treno in meno di un'ora. Una volta in loco si può passare da un Castello all'altro attraverso percorsi ciclabili, per gli sportivi e pedonali.

Tour organizzati per i castelli più belli
Castelli della Loira in bici
Mappa
Prezzi per visitare i Castelli
Dove dormire
Foto dei Castelli della Loria

Castello di Valencay

[Foto di b.roveran]

Tour per i Castelli della Loira.

Il tour ai Castelli della Loira può essere organizzato in maniera autonoma, bisogna fare una selezione e scegliere i castelli che ci interessa più visitare e molto dipende anche dal tempo a nostra disposizione. Vediamo quali soni le mappe da non perdere nell'organizzazione del nostro percorso.

A sud-ovest di Orlèans, si trova il castello di Blois, dove piacevole è anche una visita al paesino. Sempre nella stessa direzione si incontrano i Castelli di Chambord, e Cheverny , il primo è un’immensa reggia rinascimentale circondata da un parco enorme, per le sue dimensioni è il Castello degli eccessi. Riconoscibile per la grande scala a chiocciola esterna studiata affinché due persone non si incontrassero mai se non alla base o in cima alla scalinata. Alla costruzione del castello prese parte anche Leonardo da Vinci, che visse gli ultimi anni della sua vita e morì proprio da queste parti. Qui ha alloggiato anche Luigi XIV, il re Sole. Sempre nella stessa direzione, ma più a sud troviamo il Castello di Valencay.

Se procediamo verso Tours incontriamo i celebri Castelli di Chenonceau e la maestosa fortezza di Amboise, la più antica della Loira, dove si trova la tomba di Leonardo da Vinci. Questo Castello oltre ad essere stato scenario di feste, balli e sfarzi, è celebre anche per essere stato teatro della Congiura che diede il via alle guerre di religione francesi. Il castello di Chenonceau, invece è detto anche il castello delle dame, in quanto lo stile e l'eleganza femminile sono inconfondibili. La storia narra che fu fatto costruire da Enrico II per la sua amante, Diana de Poitiers, e poi passò alla consorte Caterina de’ Medici quando il re finì i suoi giorni. Questa dimora è caratterizzata dal ponte coperto che attraversa il fiume Cher, che viene percorso da turisti in barca durante i mesi estivi. La dimora in cui visse Leonardo da Vinci è Clos Lucé, l'artista fu chiamato a corte da Francesco I per la realizzazione delle canalizzazioni dei fiumi nella regione. Da Vinci ebbe tutto il tempo di pensare ai propri studi sul volo e di terminare alcune delle sue opere più celebri, tra cui la Gioconda. In questa residenza infatti si trova un museo nel quale si possono ammirare alcune opere realizzate da Leonardo durante il suo periodo di permanenza.

giardino castello villardy

[Foto di Christian Bortes]

Tours è il punto di partenza anche per visitare il Castello di Villandry, verso Ovest. E'il castello dei giardini per eccellenza, che conta ben sette ettari di giardini su diversi livelli la cui coltivazioni cambiano due volte l’anno e ogni anno sono diverse. Il periodo migliore per godere al massimo di questo luogo è in primavera e in autunno. Nella stessa direzione si trova il Castello di d'Azay-le-Rideau, e quello di Lude. Altro Castello da non perdere è quello di Chaumont, che sembra avere meno storia degli altri, ma gode comunque di un fascino indiscutibile. Qui visse Caterina de’ Medici, e si narra che si dilettava a studiare le scienze occulte. Era una fortezza dell’XI secolo, distrutta più volte e ricostruita nel 1600. E’ circondato da 26 meravigliosi giardini ed è famoso il suo Festival des jardins, un evento internazionale che dura da maggio a ottobre e che ogni anno ha un tema diverso. Se non siete ancora stanchi l'elenco dei Castelli della Loira è ancora lungo; stupendi sono ancora i castelli di Saumur, Montpoupon, Ussé, che pare abbia ispirato la bella addormentata nel bosco, Langeais, Sully, uno più bello dell’altro.

castello di chaumont

[Foto di Christian Bortes]

I Castelli della Loira in bici.

La valle della Loira non a caso viene definita il giardino di Francia, per la sua generosa vegetazione, in mezzo ad intricate foreste, distese di vigneti e girasoli, dove sorgono splendidi castelli. Il tour tra queste dimore può essere fatto in maniera un pò particolare, diverso e sicuramente ecologico, cioè in bicicletta. L'aria è ricca di percorsi ciclabili attrezzati, si tratta di sentieri di diverse lunghezze e difficoltà: da 7 fino a 150 chilometri di piste dedicate a chi vuole scoprire il Paese dei castelli pedalando verso l’Oceano e verso la foce della Loira. Le bici si trovano facilmente a noleggio in centro.

Un percorso di 60 Chilometri è quello da Blois ad Orlenas. Partendo da Blois, con la vista al castello, si prosegue in direzione di Beaugency-Orléans costeggiando la Loira. Si passa accanto ai castelli di St Denis sur Loire, poi Ménars, dopo aver passato Cour-sur-Loire, perfetto per una sosta il castello de la Rue dimora signorile è il posto ideale per rilassarsi dopo la pedalata. Il giorno dopo, si rimonta in sella in direzione della città di Giovanna d’Arco. Tra le stradine medievali, il castello Dunois, la chiesa abbaziale, torri e torrette, uno scenario perfetto per una pausa pic-nic. Tappa successiva a Meung-sur-Loire con il bel castello che domina la Loira. Da qui si percorrono gli ultimi 20 Chilometri di rettilineo per raggiungere Orléans, capitale della Francia medievale.

ponte di Sully

[Foto di Francisco Gonzalez]

Durante una vacanza più lunga di 7 giorni, si può compiere un itinerario più completo, visitando un gran numero di castelli, rigorosamente in bicicletta. Partendo da Tours si pedala alla volta di Savonnières. Segue poi una visita al castello di Villandry, proseguendo sulla Loira, vi accoglierà il castello successivo, quello di Langeais, simile più a un intero borgo medievale. Lasciando la riva della Loira, superato lo Château d´Ussé si raggiunge Chinon, dominato dall'imponente cinta muraria regia che ospita il Museo dedicato a Giovanna d´Arco. Il giorno successivo si arriva fino a Montsoreau, con una visita al suo castello. Lontano dal fiume, si continua alla volta di Fontevraud, uno dei più grandi complessi monastici d'Europa. Il terzo giorno si può visitare la fortezza di Chinon.

Il tour ciclistico vi conduce nella cittadina di Azay-le-Rideau, dove al centro si trova una costruzione rinascimentale famosa per il suo arredamento interno. Il giorno seguente rimontati in bici, vi attende il castello più bello della Loira, il Chenonceaux, il Castello delle donne. Riposati dai 60 chilometri percorsi il giorno precedente, il quinto giorno si può scegliere il percorso più breve che condurrà solo al castello di Chaumont o quello più lungo, durante il quale si può ammirare il castello di Montrichard, quelo di Cheverny, il Villesavin, e infine Chambord. Durante l'ultimo giorno si giunge al castello di Amboise, continuando tra i paesaggi degli splendidi vigneti si ritorna verso Tours.

Mappa della Loira

I Castelli più celebri della Valle della Loira

Visualizzazione ingrandita della mappa

Prezzi per visitare i Castelli.

Per entrare e visitare i Castelli bisogna acquistare un biglietto d’ingresso il cui costo varia da castello a castello. Si va dai 4,50 € dei castelli più tranquilli ai 9 euro per i più importanti. Dato che queste dimore hanno anche dei bellissimi giardini, aggiungendo pochi euro è possibile visitarli insieme al castello. I bambini godono di prezzi ridotti, pagando 2 o 3 €, o addirittura di ingressi gratuiti fino ai 18 anni come ad Angers e a Chambord. E’ possibile tuttavia usufruire di biglietti cumulativi per visitare più castelli risparmiando qualche euro, ma dovrete rivolgervi alla biglietteria del castello che visitate.

Dove dormire.

I castelli della Loira permettono di realizzare un sogno, cioè quello di dormire in una di queste splendide dimore, che sono diventate dei veri e propri alberghi. Purtroppo non dormirete in una delle stanze di Chambord o Chenonceau, ma dovrete accontentarvi dei castelli minori, che comunque sono castelli. Allo Château de la Barre, ad esempio, i conti Guy e Marnie Vanssay accolgono gli ospiti in otto camere con letti a baldacchino in stile rinascimentale e due volte la settimana, nel salone del XVII secolo, si cena con l'argenteria, i cristalli e i servizi da tavola di famiglia. I prezzi non sono molto economici, vanno da 80 a 220 € a stanza, ma necessari se volete passare una notte davvero speciale. Se siete tradizionali invece, essendo la Loira una regione molto visitata, non avrete difficoltà a trovare hotel, B&b, mezze pensioni a prezzi non troppo esagerati.