in foto: Flickr

Il paese della felicità esiste davvero! Un luogo dove vivono persone spensierate e con il sorriso sempre pronto come se i problemi non esistessero. Pensate che stiamo parlando di un paese dove splende sempre il sole e si può vivere felici su una spiaggia dorata? Ebbene no, la piccola oasi di felicità non si trova nel paese più ricco del mondo. Il segreto della felicità sembra essere custodito dagli abitanti del Bhutan, un piccolo Stato montano dell'Asia, localizzato nella catena himalaya. Nonostante il Bhutan sia uno dei Paesi più poveri dell’Asia, è fra i primi dieci più felici al mondo. Ma il motivo di questo spirito positivo è davvero sorprendente perché proviene da qualcosa di oscuro. Il segreto svelato è pensare alla morte almeno cinque minuti al giorno.

Ma come fa una aspetto così temibile e deprimente della nostra vita a rendere un popolo felice? Ebbene secondo gli abitanti del Bhutan è proprio la paura dell morte che non ci fa vivere tranquilli. Il paese dell'Himalaya è così diventato il paese della Felicità Interna Lorda, dove si prende in seria considerazione questo indice che calcola il livello del benessere di un Paese. E' una terra dove la regna la soddisfazione mentre viene negato l'ingresso al dolore ed alla tristezza. Nella cultura del Bhutan, si dovrebbe pensare alla morte cinque volte al giorno. Questa non è solo una credenza, ma è stata comprovata anche da ricerche scientifiche, infatti nel 2007, l'Università del Kentucky ha realizzato una serie di studi che hanno rilevato che chi pensava spesso alla sua "fine" era poi più propenso a pensieri positivi durante la sua vita. Questo ha portato i ricercatori a concludere che la morte è una minaccia negativa, ma avere un buon rapporto con essa, porta in automatico il nostro cervello a cercare pensieri felici.

Tiger's Nest Monasteryin foto: Tiger's Nest Monastery

A differenza dell'Occidente, in Bhutan, le immagini che ricordano la morte sono ovunque, in particolare nell'iconografia buddista. La religione in effetti è anche un altro dei motivi che li rende più felici, soprattutto se si pensa al principio della reincarnazione. Se sai che avrai un'altra possibilità nella vita, sei meno propenso ad aver paura della sua fine. Come dicono i buddisti, non dovresti aver paura di morire più di quanto non temi di buttar via i tuoi vecchi vestiti. Quella della morte non è l'unica iconografia presente in questo paese. In Bhutan le case sono decorate con falli. Questa usanza deriva da un'antica tradizione che vuole che l'immagine del membro maschile allontani gli spiriti maligni.