13:55

InterRail per il Capodanno 2013: un viaggio vero verso una capitale europea

Grazie al biglietto ferroviario della InterRail Community possiamo girare nei paesi della Comunità Europea in treno e magari raggiungere una capitale per il 31 dicembre.

Viaggio in Interrail per il 31 dicembre

Festeggiare il Capodanno in una delle grandi città europee è possibile anche grazie al viaggio in treno col biglietto Interrail

InterRail per il Capodanno 2013: un viaggio vero verso una capitale europea.

Pochi giorni ancora ci separano dal Capodanno 2013: ancora indecisi su dove andare? Be’, ora prenotare non sarà più così semplice, se non a prezzi esorbitanti. Ormai le offerte migliori delle agenzie di viaggio sono scadute da un pezzo, e in ogni caso anche non volendo guardare al soldo sarà difficile trovare una sistemazione in un periodo dell’anno così affollato. Ma non tutto è perduto: perché un viaggio si può organizzare sempre, poiché ci sono sempre forme alternative che ci consentono di visitare i nostri posti preferiti. Questa volta non guardiamo tanto alla sistemazione quanto al trasporto: parliamo infatti dell’InterRail, ovvero del biglietto ferroviario che consente di circolare nei paesi aderenti alla Comunità Europea.

Stazione ferroviaria di Londra, foto di Jim Nix

Grazie a questo biglietto, infatti, possiamo prendere ad esempio un treno da Torino per arrivare a Berlino. Viaggeremo sulla linea ferrovia IRC, ovvero InterRail Community. E il nostro biglietto avrà validità a partire da una data che stabiliremo noi, e non un giorno dall’acquisto, come i biglietti ordinari. Questo è un grosso vantaggio per chi decide di utilizzare il trasporto su rotaia, piuttosto che su aereo: che, tra l’altro, è più affine all’idea di viaggio, dal momento che in treno attraversiamo paesi, ammiriamo paesaggi, diamo uno sguardo alle terre che tocchiamo, e in ogni caso trascorriamo delle ore. Il concetto di viaggiare è comunque associato a un percorso a lunga distanza, e più tempo ci vuole per compiere il nostro tragitto, più il nostro viaggio si classifica come tale. Insomma, se siamo di quelli per cui il viaggio ha più importanza della meta, l’InterRail fa per noi.

Stazione ferroviaria di Strasburgo, foto di Oliver Winter

Tra l’altro esistono due categorie di biglietto InterRail: una categoria Giovani, per i ragazzi al di sotto dei 26 anni, che risparmieranno prenotando però solo posti in seconda classe; e una adulti, dai 26 anni in poi, che permette però anche l’accesso alla prima classe. Inoltre si può decidere di viaggiare solo all’interno del proprio paese (One Country Pass) o nei paesi appartenenti alla IRC (Global Pass). Insomma, si può organizzare un viaggio in treno che preveda tappe in varie città in modo da poter effettuare soste e visitare i luoghi scelti: un piccolo tragitto che, organizzato in questo periodo, potrebbe culminare in una capitale europea il giorno del 31 dicembre, in modo da potervi festeggiare il Capodanno. E il problema dell’alloggio è risolto: viaggiando di notte si può dormire in treno. Senza cuccette, ovvio, e magari non è il massimo del comfort: ma il viaggio vero è anche questo.

Stazione ferroviaria di Parigi, foto di Sylvain Latouche

Parigi, Londra, Praga, Amsterdam, Atene, Bruxelles… dove volete andare per Capodanno? Se fino a poco fa non potevate neanche prenotare un volo, adesso forse avete anche l’imbarazzo della scelta. Non dormite sugli allori, però, perché se volete evitare di passare la mezzanotte su un treno dovete pianificare bene il viaggio. E allora, zaino in spalla, pronti a partire e… buon anno nuovo!

[In apertura: stazione ferroviaria di Lipsia, foto di Trey Ratcliff]

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE