Avete mai pensato di abbandonare il moderno e veloce aereo e ritornare a viaggiare su rotaie? Il viaggio in treno è un modo divertente e comodo per potersi spostare, ammirando paesaggi e città dal finestrino, vivere esperienze insolite e conoscere gente nuova. Il viaggio su rotaie offre delle emozioni uniche, con il lento scorrere del tempo che porta ad avvicinarsi alle grandi città e permette delle visite diverse dal mordi e fuggi tanto di moda in questi ultimi anni. Altro aspetto da non sottovalutare  è l'assenza delle fine e check in. Per tutti questi motivi, potreste prendere in considerazione la possibilità di acquistare un'inter-rail pass, che vi porterà a viaggiare in treno sulle linee ferroviarie più belle del mondo; non dovete essere spaventati dall'idea di viaggiare in treno, infatti i treni del nord sono comodi puliti e veloci, ben distanti dai nostri treni italiani.

Il nostro viaggio in treno ci porta verso le zone fredde del nord europa; partiremo dalla Finlandia, attraversando gran parte della Scandinavia, passando per San Pietroburgo ed infine il nostro viaggio ci condurrà ad una breve sosta nelle Capitali Baltiche, per un tour di circa tre settimane nelle zone più paesaggistiche del mondo. Zaino in spalla e cartina in mano, questo è tutto quello che vi serve per andare a caccia di esperienze nuove, divertirsi e scoprire le capitali nordiche senza rischiare di perdere nulla. Molte persone quando sentono parlare di Interrail o in generale di un viaggio in treno,  si prefigurano enormi zaini, budget ridotti all'osso e ostelli decadenti. Ma, in  realtà non è così, sicuramente c'è bisogno di una buona dose di adattamento, ma la rete ferrovia moderna rende il viaggio in treno facile, comodo e rispettoso dell'ambiente. Ed è facilmente combinabile con buoni alberghi e buon cibo, non spendendo una fortuna.

L'Italia è ben collegata ai maggiori aeroporti della Scandinavia, sia dalle compagnie di bandiera che da numerosi low cost, tutto dipende dalla città da cui si desidera partire. Un'altra opportunità è viaggiare in nave, infatti ci sono ottimi collegamenti tra la Germania e la Danimarca con la Svezia. Per i giovani, ma non solo, il consiglio è di acquistare un biglietto interail, poichè permette di ottenere eccellenti sconti e facilitazioni. Si può anche pensare di iniziare il proprio viaggio verso la Scandinavia dall'Italia in treno, optando per una breve sosta a Monaco, in Germania, per poi ripartire il giorno successivo alla volta di Copenaghen.

La Scandinavia
San Pietroburgo
Capitali Baltiche

Visualizzazione ingrandita della mappa

La Scandinavia

Una volta scelto il mezzo che si predilige per la partenza, bisogna pianificare le tre settimane di viaggio, per non perdere nessuna delle città che si desidera visitare e vivere durante il viaggio in Scandinavia. Da Monaco di Baviera a Copenaghen sono circa 11 ore di treno, quindi una volta giunti nella terra dei vichinghi, non resta che cercare un buon ostello e riposarsi per il giorno successivo. La visita alla città dei canali e dei campanili è molto interessante, il centro è molto colorato e offre diverse opportunità di visita. La vera protagonista della città è la Sirenetta, il simbolo della città di Copenaghen che accoglie i turisti su di una roccia situata all'ingresso del porto.  Per gli amanti del mare vale la pena visitare Bellevue Beach, la spiaggia che si trova a cinque chilometri da Copenaghen dove prendere un aperitivo o diversi nelle attività acquatiche come canoa e windsurf. La città è animata anche di sera, la zona dei locali è Stroget. Dopo una notte di festa, nelle vicinanze con pochi minuti di treno si può visitare la città di Roskilde per raggiungere il castello di Egeskov. Questo castello è una vera favola, insieme al parco ed ai giardini. Roskilde è un buon punto dove alloggiare, ma tenete presente che in tutte le cittadine della Scandinavia dopo le 18:00 tutte le strade si svuotano, infatti chiudono anche i negozi, e solo dopo le 22 si ripopolano.

Da Copenaghen si può prendere il traghetto per Helsinborg in Svezia e poi treno per Goteborg, la città attira tanti turisti, infatti il suo centro ricco di locali, negozi e gallerie è considerato il più famoso della Svezia. Il giorno seguente con 4 ore di viaggio si raggiunge Oslo, veramente molto carina da visitare, con il corso Karl Johans, il palazzo reale, il parco Frogger, la zona del porto con la fortezza, i tanti musei, tra cui il museo nazionale delle belle arti e quello di Munch. Ad Oslo vale la pena sostare un paio di giorni. Durante l'estate le giornate offrono più di 18 ore di luce, quindi il tempo a disposizione per visitare i vari luoghi è davvero tanto, potrete provare l'emozione di fare il bagno nel fiordo e dedicarvi allo shopping.

[Foto di Pål S. Schaathun]

La linea ferroviaria che ci condurrà da Oslo a Bergen ci regala una vista mozzafiato, sopratutto nella zona degli altopiani. Tra i luoghi da vedere in Norvegia, merita una sosta anche Flam, dove si può affittare una bici e percorrere le strade sterrate, e fermarsi ad ammirare le splendide cascate. In questa località ci sono degli ottimi campeggi o bungalow dove dormire a prezzi molto convenienti. Bergen è molto caratteristica con la zona del porto, con il mercatino turistico e la zona vecchia dei magazzini in legno del Bryggen.

Dopo due giorni di visita con il treno si torna ad Oslo per attraversare ancora una volta la Svezia, con 8 ore di treno notturno si raggiunge Stoccolma, così potrete rilassarvi e riposare mentre viaggiate. La città è molto particolare, con le sue architetture che ricordano un pò quelle dell'est. La zona di SoFo, comprende i quartire più trendy ed alla moda di Stoccolma, ma meritano una vista anche Södermalm, Vasastan e Kungsholmen. Anche qui la natura ci offre panorami spettacolari. Da Stoccolma si parte alla volta della Finlandia, in traghetto si raggiunge Helsinki, potete approfittare della nave Cinderella, la nave della Viking Lines che vi accompagnerà da Stoccolma a Helsinki, un viaggio low cost molto gettonato. Qui si respira un clima di festa, nei locali dove si balla tutta la notte sorseggiando cocktail e facendo nuove amicizie.

[Foto di Massimilianogalardi]

San Pietroburgo.

Helsinki è collegata molto bene a San Pietroburgo, con il treno russo Repin e il treno finlandese Sibelius. Ma se si vuole spendere un pò di più dal 2011 è stato inaugurato un moderno treno veloce, denominato Allegro, che in sole 3 ore e 36 minuti collega Helsinki a San Pietroburgo, ma con sole due corse al giorno, una di mattina e l'altra di pomeriggio. Dato che ci troviamo in territorio russo è necessario avere il visto, per ottenere questo documento bisogna farne richiesta in anticipo in Italia, perché non viene rilasciato alla dogana. Le cose da vedere a San Pietroburgo sono tantissime e affascinanti, infatti si consiglia una sosta di minimo tre giorni. I suoi palazzi imperiali e musei sono famosi in tutto il mondo, mentre i tanti canali le hanno fatto meritare il titolo di Venezia del Nord. Tra le attrazioni in giro per la città ricordiamo: la Fortezza dei SS. Pietro e Paolo, il Palazzo d’Inverno, la Cattedrale di S. Isacco, la Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato, il Convento Nevsky, e la lunghissima Prospettiva Nevskij, cuore pulsante della città.Da non dimenticare la visita al famoso Museo d’Arte l’Hermitage, il più grande museo del mondo con oltre 2.700.000 pezzi distribuiti in oltre 400 sale, ed il Palazzo di Nikolaevsky, dove poter ammirare spettacoli di folklore russo.

A San Pietroburgo le soluzioni per dormire di certo non mancano, gli alloggi più economici sono gli ostelli della gioventù e gli appartamenti presso l'università, oppure bed and breakfast del centro storico. Se siete disposti ad accettare una camera con bagno in comune troverete sistemazioni che costano anche meno di 20 euro per notte mentre hotel di 3 o 4 stelle non superano, comunque, i 60 euro per notte. Se vi allontanate dal centro i prezzi scendono ma dovete mettere in conto gli spostamenti ed il problema di criminalità, soprattutto nelle ore notturne.

[Foto di VilleHoo]

Capitali Baltiche.

Dopo tre notti a San Pietroburgo il viaggio continua verso le Repubbliche Baltiche, con una prima sosta  Tallinn in Estonia. Questa città ha mantenuto il suo aspetto medievale, racchiusa tra le antiche mura, ed è molto bella da visitare. La città bassa, All-linn, è uno dei centri storici meglio conservati in Europa e parte del Patrimonio Unesco dal 1997. Il suo centro è Raekoja Plats, dove la sera si ritrovano musicisti ed artisti di strada, con le loro bellissime esibizioni. Nelle vicinanze c'è il castello con annesso parco di Kadriorg. La città alta, detta Toompea, invece, è il nucleo originario della città. Le principali attrazioni di Tallinn sono le mura e i bastioni della Castrum Danorum, la Cattedrale ortodossa di Alexander Nevsky che domina la Lossi plats nel punto più alto di Pikk jalg, la Cattedrale luterana Toomkirik e il vecchio Palazzo Reale ora sede del Parlamento. Tallinn è veramente una città da non perdere, ma l'aspetto che forse l'ha resa più famosa fra i giovani, e non solo,  è la sua vita notturna, quando il suo centro storico, così austero si trasforma in una esaltante movida.

Dall'Estonia possiamo spostarci in Lettonia, il trasporto in treno è ancora abbastanza economico, l'unica pecca è che questa zona non è ancora coperta da abbonamenti InterRail, ma c'è un servizio ferroviario locale con due tipi di treno, uno normale e l'altro veloce, entrambi abbastanza lenti ma molto economici.  Una soluzione alternativa è l'autobus, infatti le città sono ben collegate e i mezzi pubblici sono presenti durante tutto il giorno ed il viaggio è relativamente breve circa 4 ore e mezza. Scelto il mezzo di trasporto la prossima tappa è Riga, capitale lettone e la più grande città dei Baltici, un intreccio di culture diverse che hanno occupato questa nazione. Nella città si passa dalle costruzioni in legno dell'Ottocento ad oltre 800 edifici in stile Art Nouveau, e nello stesso tempo ha mantenuto l'assetto medievale, anche se intorno al centro storico si è sviluppato il Centrs, dove è piacevole sostare in uno dei tanti caffè all'aperto e  dove si trovano moderni quartieri con palazzi di cristallo dal design ultra contemporaneo. Tra gli edifici più caratteristici da non perdere ricordiamo la Casa delle Teste Nere e  la Casa del Gatto, un edificio che deve il suo nome alla scultura di un gatto che si trova sulla punta del tetto e che sembra essere aggrappato per non cadere.

[Foto di Soares da Silva]

Ultima tappa del nostro viaggio tra le città nordiche sarà Vilnius, in Lituania. Questa regione è la più economica dei Paesi Baltici, infatti gli alloggi sono a buon prezzo e si trovano facilmente. Anche Vilnius è una città città ricca di architetture e di edifici religiosi, ed è stata un esempio di grande convivenza di culture diverse, fin quando il nazismo e l'occupazione sovietica hanno distrutto ciò che era stato costruito in tanti secoli. Il centro della città è la piazza della Cattedrale, con i suoi edifici in stile barocco, le sue chiese e i suoi campanili. La Città moderna poco distante dalla prima, ospita il Museo del Genocidio del Popolo Lituano, ed è famosa soprattutto per il busto in bronzo dedicato all'icona del rock Frank Zappa. Dopo l'ultima notte in questa magica città tocca tornare in Italia, non prima però di un'altra sosta in Europa, poichè non esistono collegamenti ferroviari diretti con l'Italia, quindi bisogna trascorrere una notte a Varsavia oppure  Praga.