Scegliere di passare le vacanze al mare in Sicilia ha uno scopo ben preciso: quello di andare a colpo sicuro sulla bellezza delle sue spiagge e sui colori delle acque. Con tante sfumature di blu intenso è difficile poter privilegiare una località piuttosto che un'altra in una personale classifica di preferenze. Ecco perché, umilmente consapevoli di un'impresa così ardua (tanto come quella di vedere tutte le spiagge della Sicilia), ci permettiamo di eleggere la nostra meta preferita, e consegnare la palma di spiaggia col mare più bello della Sicilia. Signore e signori, vi presentiamo Isola Bella.

La spiaggia
Cosa vedere
Come raggiungerla

Isola Bella a Taormina: la spiaggia.

Se avete dato un'occhiata alla foto in apertura, difficilmente ci darete torto. Le acque riflettono l'azzurro del cielo restituendolo ai nostri occhi con forza e vividezza impressionanti, catturando cuore, mente e anima. Ma ancora più sorprendente è la trasparenza di un mare così cristallino che permette di vederne il fondale anche a distanza. La panoramica dall'alto è infatti il biglietto da visita di questa spiaggia spettacolare: l'accesso è infatti lungo una strada statale, tramite una breve scalinata che percorrerete per scendere in paradiso. Un ossimoro che vi si rivelerà in tutta la sua bellezza dopo qualche gradino.

Isola Bella a Taormina, i lidi

Peccato che la magia del posto sia rovinata da un particolare poco felice. Non preoccupatevi, niente spazzatura sparsa o abusi edilizi: la spiaggia è ancora incontaminata nonostante la massiccia presenza umana. Madre Natura è più forte di noi, ed è con lei che dovrete fare i conti: la spiaggia di Isola Bella è infatti composta totalmente di sassi e pietre, sui quali non è per niente facile camminare a piedi nudi. Anzi, a dire il vero in molti momenti diventa piuttosto doloroso. Sembra quasi che con la sua fisionomia questo tratto di costa rifiuti di essere avvicinato, e voglia permettere l'accesso solo a chi ne è degno.

Non che in realtà questo abbia mai fermato nessuno, visto che la spiaggia è densamente popolata. Ma se avete i piedini delicati, non temete: lungo la scalinata troverete un'abbondanza di venditori ambulanti che, oltre a souvenir e vestiti estivi, esporranno anche le più classiche calzature acquatiche in gomma. Perfette per una passeggiata sulle rocce che non vi porti a tirare una bestemmia ad ogni passo.

Ma per quanto possiate non essere amanti di un terreno così selvaggio, ricredetevi: perché è proprio il fondale roccioso che permette al mare di regalarci una gamma cromatica così intensa. A smentire lo stereotipo che le spiagge più belle sono quelle sabbiose ci pensa un vasta distesa d'acqua che assomiglia più a un'enorme lastra di vetro, tanto è calma e trasparente. Viene da se che, essendoci rocce e massi, il fondale è irregolare, per cui dovrete guardare bene dove mettete i piedi, quando andrete in acqua: molti scogli vi permetteranno di camminare fino al largo prima di potervi tuffare, ma anche in quel caso dovrete stare bene attenti a non sbattere la testa. Per un tuffo sicuro (e temerario) vi conviene nuotare fino ai piccoli faraglioni che emergono sul lato est dell'isola: attenzione, però, si tratta di rocce acuminate e puntute, e arrampicarvici sarà più difficile di quello che sembra.

Isola Bella a Taormina, il mare

Vi abbiamo menzionato il fatto che Isola Bella è una spiaggia libera? In questi tempi non è il caso di darlo per scontato, anche perché libera non significa vergine: sulla spiaggia sono comunque presenti un bar e dei lidi con affitto sdraio e ombrelloni. Per poter stendere il proprio asciugamano lontano dai servizi a pagamento bisogna spostarsi sul versante est della spiaggia. Questo è anche il lato da dove partono le escursioni in barca che portano alla Grotta Azzurra e alla Grotta della Conchiglia (costo di 10 euro a persona). Altra opportunità per divertirsi un po' è quella di fare un giro in acquascooter, al prezzo di 50 euro ogni mezz'ora per due persone.

Come visitare l'Isola Bella a Taormina.

Fino adesso abbiamo parlato della spiaggia: ma l'isola vera e propria? In effetti il lato da cui ci facciamo il bagno è quello che appartiene alla terraferma, non all'isola. Isola Bella è infatti uno scoglio collegato alla spiaggia da un breve e sottile tratto di sabbia mista a pietre: che ci sia bassa o alta marea si può tranquillamente camminare, la differenza sta solo nel livello dell'acqua, che può arrivarvi fino alle ginocchia. Arrivati all'isola entrerete ufficialmente in quella che è la Riserva Naturale Orientata di Isola Bella. Si può visitare tutti i giorni tranne il lunedì, dalle 9 a un'ora prima del tramonto. Per l'ingresso a Isola Bella si paga 4 € (2 € ridotto). Non vi sono visite guidate, ma si gira liberamente in questo monumento naturale protetto dalla Regione Sicilia

Baia di Isola Bella in Taormina

L'Isola Bella di Taormina ha una storia legata a nobiluomini e ricchi impresari. La prima nota storica è quella della donazione di Ferdinando I di Borbone, re delle Due Sicilie, che arrivò a Taormina nel 1806 e, colpito dall'accoglienza della città, regalò l'isola al comune. Nel 1890 questa fu acquistata da Lady Florence Trevelyan, una ricca nobildonna inglese con la passione per il giardinaggio: grazie ai suoi esperimenti pionieristici la donna popolò l'isola di piante subtropicali che si mischiarono alla vegetazione locale creando un panorama unico nel Mediterraneo. Per molti anni dopo la morte della Trevelyan ci fu il divieto di costruire sull'isola: fino a quando questa fu acquistata dai fratelli Bosurgi di Messina, industriali degli agrumi, che lo aggirarono e riuscirono a costruire una villa. Questa fu ben edificata incastrandosi tra gli scogli come se fosse parte di essi, anche se per tale lavoro si dovettero comunque sacrificare alcune delle piante di Trevelyan. Oggi la villa e l'isola con i suoi giardini costituiscono il Museo naturalistico regionale di Isolabella e Villa Caronia.

Dove si trova l'Isola Bella a Taormina: indicazioni stradali.

Insomma, una vacanza in Sicilia non è completa senza una visita a Isola Bella: ma come raggiungerla? Se avete a disposizione un auto siete sicuramente avvantaggiati. Se venite da Catania dovete prendere l'autostrada A18/E45 in direzione di Taormina, e uscire a Giardini-Naxos: da qui proseguite sulla statale SS114. Se invece venite da Messina prendete sempre la A18/E45 ma uscite a Taormina per imboccare la SS114. L'unico inconveniente di arrivare in auto a Isola Bella è il parcheggio: se siete fortunati riuscite a posteggiare l'auto lungo la strada, altrimenti vi toccherà sborsare 10 € per un parcheggio privato. Il costo copre comunque l'intera giornata, ideale se siete con amici, anche perché trovare un posto sulla strada durante il periodo delle vacanze estive sarà alquanto difficile.

Se invece passate prima a visitare Taormina, o siete comunque nei dintorni di Isola Bella, allora potete spostarvi anche in autobus con il bus 25. In alternativa c'è anche la funivia Taormina – Mazzarò, in funzione dalle 8 alle 22, con corse ogni 15 minuti: il costo per una corsa singola è di 2 €, 3.50 € per un biglietto di andata e ritorno. La stazione della funivia si trova ad appena 200 metri dalla scalinata per scendere sulla spiaggia più bella di tutta la Sicilia. E non ce ne voglia chi non è d'accordo.

[La foto in apertura è dell'autore dell'articolo; tutte le altre sono tratte da Wikimedia Commons]