in foto: San Juan de Gaztelugatxe. Foto di Carlos Olmedillas

Amanti dell'avventura e dei viaggi zaino in spalla, oggi vi portiamo in un fantastico mondo che vi farà scoprire emozionanti meraviglie. Un tour nei Paesi Baschi è un'esperienza interessante da vivere, tra gastronomia, cultura, storia e natura, un viaggio unico da fare nella vita. I Paesi Baschi sono costituiti da una regione che valica i confini nazionali e che comprende una parte di Spagna e una parte di Francia. La capitale spagnola dei paesi baschi è Vitoria, ovvero Gasteiz mentre la città più importante in Francia è Bayonne. In questo itinerario ci dedicheremo alla parte Spagnola, vale a dire la zona dell'Euskal Herria. Non vi aspettate di trovare la Spagna che conoscete, infatti, la parte spagnola dei Paesi Baschi è diversissima dalla parte sud del paese. Nei Paesi Baschi troverete paesaggi che somigliano più a luoghi nordici se messi a confronto con i paesaggi iberici mediterranei.

San Sebastian, una città d'incanto
La modernità artistica di Bilbao
Getxo, le spiagge e il ponte sospeso
Guernica e il museo della pace
Onati, la piccola Toledo
San Juan de Gaztelugatxe
Gasteiz, la capitale dei Paesi Baschi
Pamplona, tori e molto altro

San Sebastian, una città d'incanto.

San Sebastian. Foto di Miguel Angel Garciain foto: San Sebastian. Foto di Miguel Angel Garcia

Il tour dei Paesi Baschi non può non partire che da San Sebastian. Una città che seduce al primo sguardo, a partire dalle sue strade come il paseo de la Concha e proseguendo tra pittoreschi vecchi quartieri e una concentrazione di pintxos bar tra le più alte di Spagna. Il massimo poi sono le due sublimi spiagge che vi aspettano a due passi dal centro. Di San Sebastian da vedere è anche il “Pettine del vento”, un’opera di Eduardo Chillida ancorata alle rocce che sembra accogliere le onde che si infrangono sulla scogliera. Incantevole ma al tempo stesso, da brividi.

La modernità artistica di Bilbao.

Guggenheim. Foto di Vincent Villamonin foto: Guggenheim. Foto di Vincent Villamon

Da San Sebastian ci si sposta a Bilbao dove regna la modernità. La città merita almeno un paio di giorni. La città è ricca di capolavori dell'architettura, uno di questi è il museo di Guggenheim, inaugurato nel 1997, che ha proiettato Bilbao tra le protagoniste della scena dell'arte, dando slancio alla sua rinascita urbanistica. Il progetto è dell'archistar Frank Gehry: il genio canadese ha saputo creare effetti irresistibili con il suo uso ispirato di coperture ondulate e forme che ricordano falesie, promontori, navi, torri e pinne alate. All'interno tutto è uno spettacolo, il museo ospita opere di Picasso, Braque, Mondrian, Rothko, Klee e Kandinsky, per i citare i nomi più importanti.

Oltre al Museo, anche girare tra le strade di Bilbao è un'esperienza da non perdere. Nei quartieri di Casco Viejo e l'Ensanche, la storia parla attraverso i palazzi, che continuano a stupire i visitatori.

Getxo, le spiagge e il ponte sospeso.

Porto di Getxo. Foto da Flickrin foto: Porto di Getxo. Foto da Flickr

I circa 150 chilometri di litorale basco sono caratterizzati da un susseguirsi di scogliere intervallate da baie e calette. Troverete spiagge di sabbia fine, siti per il surf, ristoranti di pesce e tanto altro per riempirvi gli occhi di splendidi panorami. Nelle vicinanze di Getxo si trova il ponte sospeso che collega le città di Portugalete e Las Arenas sopra il fiume Nerviòn. Patrimonio dell’umanità, è stato costruito nell’800 ed è il più antico nel suo genere. Un’esperienza unica. Attraversarlo costa 5,60 euro  e le partenze sono ogni mezz'ora dalle 10.00 alle 18.00.

Guernica e il museo della pace

Guernica. Foto di Tony hisgettin foto: Guernica. Foto di Tony hisgett

Sicuramente avrete sentito parlare tristemente di questa città, bombardata e martoriata dagli orrori della guerra. Alcuni hanno avuto la fortuna di vedere dal vivo lo splendido capolavoro di Picasso, Guernica, conservato al Reina Sofia di Madrid. Ma anche la città di Guernica merita una visita. Oggi è la città della pace che ospita un museo dedicato, appunto alla pace. E si può ancora ammirare l’albero della pace. Un albero, simbolo del popolo basco, che non cedette ai terribili bombardamenti che colpirono la città.

Onati, la piccola Toledo.

Onati. Foto da Flickrin foto: Onati. Foto da Flickr

Questa cittadina a 80 chilometri a sud di San Sebastián è soprannominata ‘la piccola Toledo' per il suo eccezionale patrimonio architettonico. Tra i monumenti da vedere, l'Iglesia de San Miguel, sintesi di gotico e barocco, e l'Universidad Sancti Spiritus, la prima università dei Paesi Baschi, fondata nel XVI secolo e attiva fino all'inizio del XX secolo.

San Juan de Gaztelugatxe.

gaztelugatxe. Foto di Amaya e Laurentin foto: gaztelugatxe. Foto di Amaya e Laurent

Un luogo che non potete non visitare nei Paesi Baschi è San Juan de Gaztelugatxe. Un luogo molto affascinante formato da un’isoletta collegata ad un promontorio da una scala con 241 gradini. Una sinuosa muraglia che si snoda tra le rocce.

Gasteiz la capitale dei Paesi Baschi.

Gasteiz. Foto di Iker Merodioin foto: Gasteiz. Foto di Iker Merodio

Gasteiz, alias Vitoria è la capitale dei Paesi Baschi e un luogo che saprà raccontarvi molto del carattere e della storia di questo popolo. La città è divisa in due parti, in alto, sulla collina, ci sta la città vecchia, mentre ai suoi piedi si è sviluppata la moderna ed industrializzata città nuova. La città, estremamente verde e ricca di parchi, può vantare un grandioso patrimonio artistico-culturale. La città vecchia, con il quartiere medievale, viene soprannominato Almendra Medieval. Proprio nel punto più alto della collina del Campillo, nella città vecchia, si trova uno degli edifici più importanti di Vitoria: l’antica Cattedrale di Santa Maria o Catedral Vieja.

Pamplona, tori e molto altro.

Festa di San Fermin. Foto di Tammy Friesenin foto: Festa di San Fermin. Foto di Tammy Friesen

La città di Pamplona è situata in Navarra ma la città è basca. Pamplona, infatti, ha anche un nome basco. La città famosa per i tori, offre tante altre cose interessanti da vedere e da vivere. A Pamplona si trova uno dei caffè preferiti da Hemingway e tanto ottimo cibo. Il suo quartiere vecchio rivela una città medievale di vicoli, piazze, chiese e palazzi. Inoltre la le fitte foreste, torrenti di montagna e paesaggi tipicamente montani, la Navarra è attraversata dal celebre Cammino percorso dai pellegrini per raggiungere Santiago de Compostela.

Come arrivare nei Paesi Baschi.

Gli aeroporti che si trovano nei Paesi Baschi sono quelli di Bilbao, San Sebastián e Vitoria. L’unico aeroporto con voli diretti dall'Italia è quello di Bilbao, gli altri due aeroporti baschi, quelli di San Sebastián e Vitoria hanno pochissimi voli per lo più interni. L’aeroporto di Bilbao, ha voli diretti con gli aeroporti italiani di Roma-Fiumicino, Bologna, Venezia e Milano-Malpensa. Le compagnie aeree che volano tra l’Italia e Bilbao sono: l’Alitalia, l’Iberia e la Vueling.