Avere il mare più terso che ti bagna i piedi e alle spalle, a pochi chilometri di distanza, un'isola di immondizia. E' quello che accade persino nel paradiso per eccellenza, quelle Maldive che chi può, ci va; chi non può cerca di fare di tutto per andarci. Anche solo per una volta nella vita, magari per il famoso viaggio di nozze che si mette su con la collaborazione di parenti ed amici. Ed invece, stando alla denuncia degli ambientalisti di Blue Peace, Thilafushi è l'atollo nero, un'isola pattumiera – a 30 minuti da Malè – che il governo locale designò nel 1993 come discarica della Repubblica delle Maldive.

in foto: Thilafushi nelle Maldive.

[Foto da Flickr]