in foto: Berchidda. Foto di Aurelio Candido

Trovare luoghi da sogno in Sardegna non è difficile. In provincia di Nuoro, tra le montagne calcaree della costa nord orientale della Sardegna sorge Siniscola, un borgo che rappresenta il punto nevralgico della regione storica delle Baronie. La costa di Siniscola è ricca di splendide spiagge, ed è una meta molto ambita per le vacanze al mare. Il borgo comprende una serie di frazioni e località marittime: Berchida, Capo Comino, La Caletta, Santa Lucia, Iscra e Voes.

Cosa vedere nel borgo di Siniscola.

Costa di Siniscola. Foto di Aurelio Candidoin foto: Costa di Siniscola. Foto di Aurelio Candido

La cittadina di Siniscola è celebre soprattutto per le testimonianze archeologiche che custodisce. Tra queste le domus de’ Janas di Cuccuru ‘e Janassi che si trovano nella strada provinciale tra Siniscola e La Caletta, e sono formate da una grotta ipogeica composta da quattro camere funerarie disposte a raggiera. Tra i numerosi resti di nuraghi ancora visibili si ricordano il Nuraghe Gorropis, Punta ‘e Nurache, Paule e’ Luca, Sa Gurutta, Sa Domo Bianca. Presenti anche resti di alcune tombe di Giganti come quelle di Su Piccante e di Sas Colovranas.

Nell’area calcarea del monte Albo è possibile visitare le grotte di Sa prejone e’ s’orcu, Duar Vuccas, e la cavità di Sa Conca ‘e Locoli, una cavità naturale sulla parete, che costituisce il naturale sbocco di un fiume sotterraneo situata alle falde del Monte Albo. Il Monte, è ricchissimo di boschi e sorgenti, ed è il luogo ideale per il trekking, l’escursionismo e le passeggiate a cavallo. Le sue elevate pareti rocciose attirano gli appassionati di free climbing.

Le spiagge della costa di Siniscola.

Spiaggia di Berchida. Foto di Aurelio Candidoin foto: Spiaggia di Berchida. Foto di Aurelio Candido

Tra le spiagge più note della costa di Siniscola, lunga circa 30 chilometri, troviamo  La Caletta, uno dei più rinomati centri balneari della costa orientale. Questa spiaggia è la meta ideale per chi ama gli sport acquatici come il surf, le immersioni e la vela. Una spiaggia molto bella è quella di Pedra Marchesa, formata da dune di sabbia bianca e finissima immersa nella macchia mediterranea sarda. Abbracciata da una natura incontaminata, la spiaggia è quasi sempre poco frequentata, ciò la rende un luogo ideale per gli amanti del relax.

Un'altra bella spiaggia da non perdere è Capo Comino, immersa nella più selvaggia vegetazione. Capo Comino è caratterizzata da splendide dune di sabbia bianca alternate a zone rocciose. A Capo Comino il mare si contraddistingue per una particolare sfumatura celeste. Le acque sono trasparenti e si intonano con il verde della vegetazione e con l’isola Ruja, scoglio di porfido rosso raggiungibile a nuoto o a piedi. I fondali di fronte a Capo Comino, a pochi centinaia di metri dalla riva, sono un paradiso per il diving, infatti, si trovano i resti di una flotta romana del periodo dell’imperatore Nerone, affondata durante una tempesta. E negli stessi abissi giacciono anche la nave Comandante Bafile e un piccolo aereo francese, rispettivamente, dal 1942 e dal 1963.

Berchida è un'altra spiaggia di Siniscola. Si tratta di una spiaggia grande  che si estende lungo una costa caratterizzata da varie insenature ed arenili, fino a Capo Comino a nord e quasi ad Orosei a sud. Il litorale presenta una fine sabbia chiara, mentre il mare è trasparente e cristallino. La spiaggia Santa Lucia di Siniscola si estende a ridosso del villaggio di pescatori omonimo, nato intorno ad una affascinante torre aragonese. Il litorale è caratterizzato da un fondo di scogli e ciottoli ed incorniciato da una folta vegetazione mediterranea. La spiaggia è molto ventosa e per questo è particolarmente frequentata dai surfisti. Infine, ricordiamo la spiaggia di Cannazzellu, sempre di sabbia bianca e bagnata da un mare cristallino.