in foto: Giulio Volo

Lo splendido panorama delle Dolomiti fa da cornice anche al Friuli Venezia Giulia. Le montagne della regione sono dalla bellezza così disarmante ed ogni escursione o sciata rivela vette incantate che da sole valgono una vacanza in montagna da queste parti. Alte montagne, piste, sentieri e splendidi paesini rendono il Friuli Venezia Giulia una destinazione particolarmente amata da tutti coloro che cercano la vera montagna aspra e persino selvaggia. La cima più celebre è quella del Tarvisio, la località più frequentata delle Alpi Giulie. Un vacanza in montagna in Friuli è perfetta non solo d'inverno. In estate i monti della Sella Nevea si prestano bene agli appassionati dello sport, si possono praticare canoa, windsurf, sci d'acqua sul lago del Predil o fare rafting sulle rapide del torrente Slizza. Carnia e Piancavallo, sono altre località dove il divertimento è assicurato, insieme alla quiete ed ai silenzi tipici della montagna.

Alpi della Carnia
Le vette del Tarvisio
Dolomiti Friulane
Sciare a Piancavallo

Alpi della Carnia.

Flickrin foto: Flickr

La regione della Carnia è ricca di località stupende dove andare in vacanza in montagna. Questi paesini sono perfetti per chi ama lo sport, infatti, permettono di praticare tante attività all'aria aperta, come passeggiate a cavallo, quad, mountain bike, arrampicata, canyoning, eco climbing, nordic walking, hydrospeed, trekking, parapendio, sci d'erba, deltaplano, e nei laghi si può praticare windsurf, canoa e kayak. Ma quando arriva l'inverno la neve la fa da padrone e gli appassionati iniziano a popolare questa graziosa montagna.

Arta Terme è uno de centri più caratteristici della zona. Qui la bellezza della natura si scontra con quella dell'arte, arricchito da tradizioni e dalla cordialità della gente. La zona è celebre per le terme che si incastonano in paesaggi meravigliosi. In estate ci si avvolge nel verde passeggiando tra i pascoli ed i boschi, si possono visitare le malghe e si possono assaporare i profumi della terra riproposti dalla cucina tradizionale del luogo. Ma se si soggiorno ad Arta Terme non si può non godere dei suoi impianti termali. La preziosa acqua utilizzata è quella della fonte Pudia, già conosciuta in epoca romana, che sgorga a una temperatura di 9°C per una portata di 100 litri al minuto.

Tolmezzola vera culla del Friuli. La località è circondata da montagna come se fosse un'oasi protetta. Il simbolo del borgo è l'Amariana, una splendida montagna di 1906 metri che trafigge il cielo con la sua mole piramidale. Quando la cima è innevata e il sole sta per scendere la neve assume una colorazione rosata, uno spettacolo unico e magico. A due passi dalla città sorge il comprensorio di Zoncolan, composto da una ventina di chilometri di piste che si snodano lungo i profili della Carnia.

Ravascletto, è un'altra località che si trova sul Monte Zoncolan. La città è bellissima da visitare con le sue stradine strette che si inerpicano per la montagna e le vedute meravigliose che danno ai visitatori emozioni uniche. Da Ravascletto parte la funivia che raggiunge la cima del Monte Zoncolan, nel cuore della Carnia. Dalla qui gli sciatori hanno a disposizione ben 25 piste da discesa tra cui la recente Lavet-Canalone. Gli sciatori più audaci troveranno un ampio e completo snowpark dedicato al freestyle.

 Le vette del Tarvisio.

Alessio Milanin foto: Alessio Milan

In cima alle Alpi Giulie svetta il comune friulano più frequentato nella stagione invernale, e non solo. Tarvisio affaccia su tre mondi, dove si parlano svariati idiomi e dove la neve che cade dal cielo sembra non voler cessare mai di posarsi. E' un paese multiculturale collocato proprio sul confine delle tre frontiere, si trova, infatti, a un'ora da Udine, un'ora e venti minuti da Lubiana in Slovenia, e solo venti minuti da Villach in Austria. E' il vero paradiso per gli sciatori, da segnalare la lunga pista Di Prampero che, partendo dal Monte Lussari, conduce a valle dopo circa quattro chilometri di discesa.

Sella Nevea è una delle vette più alte del Tarvisio con i suoi 2.000 metri di altitudine. Qui si praticano tutte le principali attività sportive da neve su chilometri e chilometri di piste: la Supercanin, la Florianca, la Di Prampero, tanto per citare le più famose. La pista più bella di Sella Nevea è la pista del monte Canin che è lunga circa due chilometri e mezzo. Sciare a Sella Nevea è ideale per chi ama i fuoripista, infatti, sono disponibili moltissimi tracciati per freeriding e sci alpinismo. Il comprensorio è collegato con gli impianti sloveni.

Camporosso in Valcanale è un borgo montano molto caratteristico, costellato di piccole casette di montagna che riportano in un mondo incantato. Camporosso è una frazione del comune di Tarvisio, rinomata meta turistica della stagione estiva e invernale. La zona oggi è un'importante destinazione sciistica, dotata di vari impianti di risalita. Il più conosciuto è la funivia che conduce al Monte Santo di Lussari, utilizzata in estate dai pellegrini e dai turisti in gita, in inverno frequentata da sciatori e snowboarder. I pellegrini, ma talvolta anch gli sportivi salgono fino al Santuario Mariano, dedicato alla Madonna del Lussari e detto dei tre popoli perché rappresenta l'unione spirituale delle tre comunità che si trovano ai suoi piedi: gli italiani, gli austriaci e gli sloveni.

Dolomiti Friulane.

manuel.comisin foto: manuel.comis

La parte friulana delle Dolomiti è la più impervia e selvaggia. Si tratta di vette difficilmente accessibili, ma che spiccano per la loro bellezza e per la suggestione degli itinerari per il trekking, le escursioni e le arrampicate. Il gruppo di Dolomiti Friulane si estende tra la provincia di Udine e di Pordenone, un territorio impervio e tutto da scoprire, lontano dal turismo di massa, protetto dal Parco Naturale delle Dolomiti Friulane e la Riserva naturale Forra del Cellina. D’estate luogo perfetto per il trekking, d’inverno ideale per passeggiate con sci da fondo e racchette da neve, sci d’alpinismo ed arrampicate su cascate di ghiaccio. Anche chi scia può trovare piste sempre perfette e ben innevate nel comprensorio del Varmost a Forni di Sopra.

Forni di Sopraè un paese incantevole, suggestivo quando è innevato e brillante d’estate. Ma la cosa che maggiormente colpisce di questo piccolo paese è il suo legame con le tradizioni, infatti, fa parte del club dei "Borghi Autentici d’Italia". Accanto a questo aspetto c'è una grande offerta sciistica, con due zone diverse servite da 8 impianti di risalita. A fondovalle c’è la zona ideale per i principianti, con una seggiovia, una sciovia e tre tapis roulant, che conducono gli sciatori alle piste più semplici e al parco giochi sulla neve. La pista per gli slittini e solarium, dove rilassarsi. Per chi cerca emozioni più forti ci sono altre tre seggiovie che consentono di raggiungere gli impianti ad alta quota, a circa 2100 metri, del monte Crusicalas. Forni di Sopra ospita la pista più lunga del Friuli, la pista Varmost che è lunga oltre sei chilometri e che offre una splendida vista sulle Dolomiti Friulane.

Sciare a Piancavallo.

Massimo Varioloin foto: Massimo Variolo

Piancavallo, è una località delle Alpi Friulane, situato in provincia di Pordenone. La cittadina è sospesa a 1267 metri di quota e la sua bellezza è tale da far innamorare i visitatori in ogni stagione dell’anno. Dalle vette più alte si possono ammirare scorci stupendi, arrivando anche a scorgere il blu del Mare Adriatico. Il comprensorio comprende 24 chilometri di piste per lo sci alpino completamente coperte da innevamento programmato e comprese tra i 1260 e i 1830 metri di altezza. Sono invece 26 i chilometri di piste per lo sci da fondo ed esiste anche un anello illuminato. Inoltre è presente anche una pista di pattinaggio ed il palazzetto del ghiaccio.