in foto: Similan Island – Foto di dia_n

La Thailandia ospita alcune tra le spiagge più belle del pianeta. Paradisi selvaggi da visitare per ritrovare se stessi nella natura. Il mare è così azzurro da sembrare irreale mentre la sabbia è talmente bianca da sembrare una distesa di neve. Una semplice foto non basta per immortalare la loro bellezza: è necessario recarsi sul posto e verificare di persona. Ecco le migliori spiagge della Thailandia in tutto il loro splendore.

Maya Bay, Phi Phi Island.

Maya Bay – Foto di Kevin Tao
in foto: Maya Bay – Foto di Kevin Tao

Una visione così paradisiaca può apparire solo in sogno: se siete di quest'idea, vi ricrederete non appena messo piede a Maya Bay. Imponenti scogliere ricoperte di vegetazione affondano in un mare dal turchese intenso, per non parlare del litorale dalla sabbia finissima. Set naturale del film "The Beach" con Leonardo DiCaprio, è presa d'assalto dal turismo internazionale. L'ideale è andarci prima delle 10, quando la sua bellezza naturale è ancora intatta.

Ko Lipe.

Ko Lipe – Foto di Vyacheslav Argenberg
in foto: Ko Lipe – Foto di Vyacheslav Argenberg

A Koh Lipe il paradiso si materializza davanti agli occhi. Questa piccola isola è stata scoperta dal turismo solo di recente: meglio così, perché preserva ancora la sua aura di Eden incontaminato. L'isola custodisce gelosamente alcuni gioielli preziosi: spiagge paradisiache dalla sabbia bianchissima come Pattaya Beach, Sunrise Beach, Sunset Beach. Il mare dal turchese trasparente è anche il luogo ideale per lo snorkeling.

Ko Rok.

Ko Rok – Foro di dronepicr
in foto: Ko Rok – Foro di dronepicr

Un paradiso tropicale degno dei migliori sogni ad occhi aperti. Koh Rok è tra i luoghi più incontaminati delle Andamane. È composto da due piccole isole, Ko Rok Nai e Ko Rok Nok, separate da uno stretto braccio di mare. Questi piccoli gioielli sono tutelati grazie all'istituzione di un parco naturale marino: l'unica sistemazione consentita è il campeggio nell'apposita area attrezzata.

Mango Bay, Ko Tao.

Mango Bay, Ko Tao – Foto Wikimedia Commons
in foto: Mango Bay, Ko Tao – Foto Wikimedia Commons

In thailandese si chiama "Ao Mamuang" che significa "mango". E in effetti la spiaggia offre uno scenario tropicale che inebria i sensi. Una vera e propria visione celestiale: rocce protese a strapiombo sul mare dal blu intenso che digrada nel verde smeraldo. La natura lussureggiante non fa che esaltare l'effetto "naufraghi in paradiso". Si tratta di una delle baie più isolate di Koh Tao. Qui si possono praticare nuoto, snorkeling e immersioni subacquee in tutta tranquillità.

Shark Bay, Ko Tao.

Shark Bay, Ko Tao – Foto di irumge
in foto: Shark Bay, Ko Tao – Foto di irumge

A primo impatto il nome potrebbe scoraggiare gli incauti bagnanti: avete detto "baia degli squali"? In realtà i feroci predatori dei mari non si aggirano affatto da queste parti, al loro posto vi sono innocui squaletti che spesso e volentieri si mescolano ai turisti nella baia circostante. Del resto è impossibile biasimarli: con un mare così limpido… La spiaggia, chiamata anche Ao Thian Ok, è una delle meno affollate di Ko Tao e offre uno scenario da cartolina tra il verde della vegetazione e l'azzurro intenso dell'acqua. Perfetta per ricaricarsi in mezzo alla natura incontaminata.

Railay Bay, Krabi.

Railay Bay, Krabi – Foto di David Russo
in foto: Railay Bay, Krabi – Foto di David Russo

Railay Beach è una baia davvero incantevole. Circondata dalla vegetazione tropicale, colpisce per la sabbia bianchissima e le maestose scogliere che si tuffano nel mare color smeraldo. I picchi calcarei sono particolarmente apprezzati dagli scalatori di tutto il mondo che si arrampicano fino alle loro vette sfidando il vuoto.

Similan Islands.

Similan Islands – Foto Pixabay
in foto: Similan Islands – Foto Pixabay

Uno spettacolo imperdibile quello offerto dalle Similan Islands. Nove perle che affiorano dal mare, nove isole inserite in un parco naturale protetto. Il meraviglioso arcipelago è raggiungibile tramite escursioni da Phuket o mini-crociere da Khao Lak.

Ko Kradan.

Ko Kradan – Foto di Mark Fischer
in foto: Ko Kradan – Foto di Mark Fischer

L'isola si trova nel sud della Thailandia ed è una piccola gemma dal fascino irresistibile. Il mare trasparente dall'azzurro intenso lambisce candide distese di sabbia: uno scenario lussureggiante dove i sogni prendono vita. Da non perdere le due spiagge principali: Paradise Beach, che come dice il nome è un paradiso isolato e incantevole, e Yang Long Beach, ideale per gli amanti della tranquillità e dello snorkeling.

Ko Ngai.

Ko Ngai – Foto Wikimedia Commons
in foto: Ko Ngai – Foto Wikimedia Commons

Koh Ngai è un luogo suggestivo e incontaminato. Prevalentemente rocciosa, l'isola è ricoperta da picchi calcarei che sprofondano nel mare cristallino. L'area fa parte di un parco marino protetto e le sue acque sono l'ideale per esplorare la vita subacquea praticando attività come lo snorkeling.

Kata Beach, Phuket.

Kata Beach, Phuket – Foto Wikimedia Commons
in foto: Kata Beach, Phuket – Foto Wikimedia Commons

Lontano dalla calca e dalla movida di Patong, questo luogo da sogno offre tutto il necessario per godersi il mare in serenità. Si compone delle due spiagge Kata Yai e Kata Noi. Le palme, il paesaggio da cartolina e l'acqua limpida contribuiscono a creare un'atmosfera piacevole e rilassante.

Kao Phing Khan.

Kao Phing Khan o James Bond Island – Foto Wikimedia Commons
in foto: Kao Phing Khan o James Bond Island – Foto Wikimedia Commons

Si tratta di uno dei panorami costieri più imperdibili al mondo per la sua bellezza selvaggia e misteriosa. A 40 metri dal litorale sorge un isolotto alto 60 metri chiamato Ko Tapu. Dal 1974 la sua fama è legata al film "007: l'uomo dalla pistola d'oro" che è stato girato proprio qui. Da allora il luogo è chiamato "James Bond Island".

Chaweng, Ko Samui.

Chaweng, Ko Samui – Foto di Lino M
in foto: Chaweng, Ko Samui – Foto di Lino M

Chaweng è situata nella costa orientale di Ko Samui. Questa spiaggia paradisiaca è lunga circa 7 metri ed è circondata dalla barriera corallina. La zona, ad alto tasso turistico, presenta resort di lusso intervallati da strutture low cost, oltre a locali molto frequentati.

Lamai Beach, Ko Samui.

Lamai Beach, Ko Samui – Foto di Megan Eaves
in foto: Lamai Beach, Ko Samui – Foto di Megan Eaves

Dopo Chaweng, è la seconda spiaggia più popolosa di Samui. Tuttavia mantiene il giusto equilibrio tra relax e divertimento. Non mancano le attività da praticare in spiaggia e nei dintorni, ma allo stesso tempo è l'ideale per chi vuole prendere il sole o fare una nuotata tranquilla.