Le immagini della spiaggia di Maya Bay, situata sull'isola di Phi Phi Leh in Thailandia, da sole solo motivo di tanta invidia. Chi non vorrebbe trovarsi sdraiato su una meravigliosa spiaggia circondata da montagne e da acque limpide che solo la Thailandia sa offrire. Non ci sono dubbi che si tratta di una delle più belle spiagge del mondo, e un luogo splendido dove trascorrere le vacanze al mare in un'oasi di benessere ed incanto. E' qui che è stato girato il film The Beach con Leonardo Di Caprio, in un paradiso perduto fatto di acqua color smeraldo, sabbia bianchissima, scogliere e palme traboccanti di noci di cocco. Tuttora la baia è molto bella anche se il turismo ha fatto perdere un pò la suggestiva bellezza di qualche anno fa. Ma alle prime ore del mattino quando la marea di imbarcazioni e turisti non ha ancora raggiunto il suo apice, il paesaggio è davvero mozzafiato.

Dove si trova
La spiaggia di Maya Bay
Come arrivare
Dove alloggiare
In che mese partire?
Info utili 

[Foto di Thomas Sauzedde]

Dove si trova.

Un viaggio in Thailandia è una vacanza di puro relax, stare sdraiati sulla spiaggia per ore sorseggiando cocktail, ed esplorare le meraviglie offerte da questi lembi di terra che emergono dal mare. La spiaggia di Maya Bay si trova in un arcipelago composto da sei isole. E' l'arcipelago di Phi Phi, immerso nel mare delle Andamane, dove non esistono strade, ma solo sentieri da percorre a piedi o con le in bicicletta; è il luogo ideale per vivere immersi nella natura, scoprire la fauna marina attraverso escursioni di snorkelling, ammirare magnifici scorci, assaporare squisiti piatti e sentirsi circondati dai sorrisi della gente. Solo due isole, però, sono aperte al turismo, si tratta di Phi Phi Don e Phi Phi Leh. La prima è abitata, e qui sorgono la totalità di alberghi e ristoranti, mentre la seconda, dove è vietato il pernottamento, è visitabile in giornata in barca. Qui si trova la magnifica spiaggia di Maya Bay, con spiaggie, insenature e vegetazione incredibile che si possono raggiungere in mezz'ora circa di barca da Phi Phi Don, dove ci si arriva con traghetti veloci da Puket in un'ora circa di traversata.

Phi Phi Don è un isola affascinante a partire dalla sua forma che ricorda vagamente la lettera &.  Questa isola delle due è quella più mondana, ricoperta di alberghi e hotel di lusso, ma che un tempo era costituita solo dal villaggio Baan Tonsai, abitato da pescatori musulmani, ora inghiottito dall'espansione turistica dell'isola. Le spiagge più belle sono quelle di Hin Khom beach e la splendida Long beach, ottima ambientazione per lo snorkeling, e dove si può salire con un sentiero ad un magnifico belvedere da dove si intravede anche l'altra isola di Phi Phi Leh. Di notte l'isola si anima con le famose “full moon party”, animate feste sulla spiaggia, soprattutto nelle notti di luna piena, ma in realtà c'è sempre più di un bar aperto fino a tardi. Tra i locali notturni più famosi c'è il Reggae Bar, il Carlitos e il Vegetaria Cafè.

Phi Phi Leh, come abbiamo già detto è un'isola disabitata, dominata dalla natura. Maya Bay, rimane la spiaggia più visitata, e vederla regala emozioni indescrivibili. Sul lato occidentale dell'isola si trovano la stretta insenatura di Pileh, e la Loh Samah Bay. L'isola è un paradiso anche per gli amanti del birdwatching, mentre di interesse è anche la caverna dei Viking dove si possono ammirare delle pitture rupestri, tra cui una nave che ricorda quelle vichinghe, da cui il nome della grotta. Quest'isola è sicuramente uno dei luoghi più belli del mondo con un paesaggio meraviglioso, paradisiaco per chi cerca relax lontani dal caos delle metropoli.

spiaggia bianca maya bay

[Foto di Shoufany]

La spiaggia di Maya Bay.

Maya Bay è una spiaggia da rimaner senza fiato, facendo il giro dell'isola con la barca, si possono ammirare stupende formazioni di roccia che lasciano volare la fantasia, si possono ammirare le grotte Viking Cave nelle quali si possono vedere dei dipinti preistorici, si vedono anche le strane impalcature di bambù altissime, che servono per raccogliere i famosi nidi di rondine. Nella famosa baia davanti a Maya Beach si può nuotare lontani da tutti i rumori sentendo solo il rumore del mare.

Se siete amanti della natura, equipaggiatevi di maschera e il boccaglio per osservare i meravigliosi fondali marini, che offrono una fauna e una flora estremamente varie. La spiaggia è meravigliosa, si possono fare fantastiche immersioni, basta recarsi in una delle tante scuole dell'isola, dove ci sarà sempre un istruttore che parla la tua lingua. Arrivati sulla spiaggia dimenticavi dell'auto perché qui ci si sposta solo in barca.

Maya Bay

[Foto di Fabio Achilli]

Come arrivare.

Se il vostro desiderio è organizzare un viaggio in Thailandia, e visitare le isole Phi Phi, dovete prepararvi ad affrontare un viaggio abbastanza lungo. Innanzitutto, prendete un volo dall'Italia  per Bangkok. La compagnia di bandiera, Thai Airways, opera collegamenti diretti dall'Italia, offre un buon confort a bordo e collega Roma a Bangkok con un volo di 11 ore.
Il viaggio è un po' più lungo con Emirates via Dubai o con Qatar Airways, che fa scalo a Doha, ma la spesa spesso diminuisce. Per entrare in Thailandia basta mostrare il passaporto in corso di validità e si può rimanere nel paese fino a trenta giorni; per soggiorni di durata maggiore è necessario rivolgersi al consolato o all'ambasciata e richiedere un visto.

Da Bangkok la cosa migliore è prendere un volo interno per l’isola di Phuket. Oppure si può viaggiare in treno o in autobus che è molto usato tra i turisti, ma la rete ferroviaria presenta treni abbastanza lenti, anche se il servizio è efficace, comodo, puntuale ed economico. E' la rete che collega la Thailandia a Singapore, passando per la Malesia, che è gestita dalla SRT che offre treni a tre classi, con prezzi abbastanza modici. Con un mezzo o con un altro giunti a Phuket, dal porto di Rassada, partono diversi traghetti al giorno diretti a Phi Phi Don, che di solito partono al mattino con un viaggio di un'ora e mezza circa, e costano 15 euro.  In alternativa si può prendere un motoscafo più veloce, che riduce la traversata a tre quarti d’ora ma ovviamente costerà qualcosa in più. A Phi Phi Don si può giungere anche da Krabi ed il viaggio è un po' più economico, vista la minor distanza da percorrere, costa 11 euro. Una volta raggiunta l'isola di Phi Phi Don, da qui partono a tutte le ore delle imbarcazioni che conducono all'altra isola di Phi Phi Ley, che danno la possibilità di una breve escursione, o di passare l'intera giornata sulla spiaggia di Maya Bay.

barca Maya Bay

[Foto di Thomas Sauzedde]

Dove alloggiare.

Come abbiamo già detto l'isola della spiaggia di Maya Bay non è abitata, quindi non ci sono strutture alberghiere dove alloggiare. Bisogna quindi soggiornare nella vicina isola di Phi Phi Don, per poi raggiungere facilmente la spiaggia tanto amata.   A Phi Phi c'è l'imbarazzo della scelta negli alloggi, si può soggiornare in uno splendido resort di lusso come in una capanna sulla spiaggia. Sta a voi la scelta, la vista sarà comunque meravigliosa. Trovare un alloggio è davvero semplice, c'è una vasta scelta di alberghi di ogni categoria e prezzo, dall'hotel più lussuoso al mondo, all'ostello da pochi euro a notte. Molto confortevoli sono le sistemazioni in bungalow e guest houses che si trovano facilmente in tutte le località turistiche di mare.

sciammia maya bay

[Foto di Shoufany]

In che mese partire?

Questa parte del mondo ha un clima  tropicale suddiviso sostanzialmente in due stagioni: la stagione calda, che va da Gennaio ad Aprile, con temperature che arrivano fino a 33-34° nei mesi di Marzo ed Aprile, e la stagione delle piogge, che va da Maggio a Dicembre, periodo in cui piove quasi tutti i giorni, soprattutto la sera. La temperatura più  alta in Thailandia si registra ad Aprile che è infatti il mese del Capodanno thailandese, detto il Songran. Quindi il periodo migliore per visitare le isole è compreso dalla seconda meta di Dicembre alla fine di Maggio. Non a caso è una delle mete preferite dagli sposi per i viaggi di nozze dal mese di Gennaio, Febbraio e  Marzo.  Attenzione però a non fidarsi troppo delle statistiche ed a volte piove anche quando non dovrebbe, oppure non piove nei mesi in cui è previsto.

Maya Bay spiaggia

[Foto di Vyacheslav Argenberg]

Info Utili.

Documenti – Per l'ingresso nel Paese è necessario il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’arrivo. I turisti, per legge, sono tenuti a portare sempre con sé il proprio passaporto originale. Il visto, invece, non è necessario per soggiorni non superiori ai trenta giorni.

Vaccinazioni – Non è prevista nessuna vaccinazione particolare, in alcuni casi però si consiglia la profilassi antimalarica.

Fuso orario Solo 6 ore in più rispetto all'Italia, e 5 quando in Italia c'è l'ora legale.

Moneta – La moneta in uso nel Paese è il Baht