Il suo nome la identifica in paragone alla sorella maggiore Maiorca, ma rispetto a essa non sfigura per niente, anzi: Minorca, nelle isole Baleari, si distingue per aver preservato il suo aspetto selvaggio e primitivo ed essere sfuggita all'urbanizzazione turistica che ha spesso devastato paradisi naturali di questo tipo, Maiorca compresa. Non sono stati fatti scempi al paesaggio minorchino, poiché gli isolani vanno molto fieri della loro terra e la difendono strenuamente per il suo valore naturalistico e culturale. E gli è stato dato ragione: Minorca è stata dichiarata Riserva della Biosfera dall'Unesco, e quello che può offrire va al di là delle acque azzurre e cristalline e di spiagge incontaminate. Ma dal momento che è questo che ci interessa, di questo andremo a parlare.

Minorca offre numerose spiagge e 140 calette, di cui un gran numero vergini. Il turismo dell'isola è per lo più familiare: nonostante si siano sviluppati intrattenimenti anche per giovani, non ha niente a che vedere con la movida di Ibiza che è sempre la preferita tra le Baleari per il divertimento notturno. Ci concentriamo allora su quelle spiagge che possono essere di interesse rilevante per chi in vacanza in Spagna ci va con la famiglia.

Spiagge per bambini: partiamo dal presupposto che quasi tutte le spiagge dell'isola sono adatte anche per i bambini più piccoli. L'acqua è molto bassa e non troppo fredda, e i piccoli possono sguazzare liberamente per qualche decina di metri prima di non toccare più. Più che altro la scelta della spiaggia giusta deve essere abbinata a quella di un albergo adatto al loro divertimento, che fornisca un buon servizio di animazione e attrezzature adeguate. A Punta Prima, sul lato sud-est dell'isola, si trovano varie strutture adeguate, e la spiaggia è vasta e adatta al divertimento dei bambini. Più piccola è la spiaggia di Arenal d'En Castell a nord, ma il paese offre una buona ricettività turistica sia per quanto riguarda gli alberghi che i servizi: la spiaggia di Arenal è inoltre un ottimo esempio di come un tratto di costa urbanizzato possa mantenere intatta la sua bellezza.

Son Bou: discorso a parte merita questa spiaggia, che è la più grande di Minorca, con i suoi 2,4 km di lunghezza. Si tratta di un luogo ideale per le vacanze al mare:  la spiaggia è grande e non è in declivio, per cui è molto comodo arrivarci. Inoltre lì è eretto l'enorme complesso alberghiero del Sol Milanos Pinguinos: un po' brutto a dire la verità, ma offre numerosi servizi e ha un'attenzione dedicata all'animazione per bambini. Inoltre la spiaggia fa parte di un'area di interesse naturalistico seconda per importanza solo a quella del Parco Naturale de S'Albufera d'Es Grau.

Le altre spiaggie di Minorca: adesso in breve una selezione, quasi impossibile, dei lidi più belli. Tra le calette vergini sono da segnalare Macarella e Macarelleta: la prima è molto affollata, per cui ci si dirigerà verso la sorella minore se si è amanti della quiete… e del nudismo, attività che a Minorca è praticata di buon grado un po' ovunque. Macarelleta è uno tra i  luoghi di balneazione preferito dai naturisti, e per arrivarci si deve prendere una scalinata sul fianco di un roccione dal quale si ha un panorama spettacolare di entrambe le cale. Altre due sorelle sono Mitjana e Mitjaneta, immerse nel verde. Per gli amanti delle passeggiate all'ombra degli alberi Sons Aura è l'ideale, grazie alla pineta che copre il cammino di dieci minuti necessario per raggiungere la spiaggia, che tra l'altro è poco frequentata. Ma una delle spiagge top è sicuramente Cala en Turqueta, circondata da una natura lussureggiante e con delle acque talmente azzurre da aver dato tale nome alla caletta. Al nord troviamo le spiagge di sabbia rossa: paesaggi suggestivi che sembrano appartenere ad altre ere geologiche, e in più sono poco frequentate. Tra le più belle Cavalleria e Cala Pregonda. Tra le migliori spiagge urbanizzate ricordiamo di nuovo quella di Arenal d'En Castell, e quella di Santa Galdana, purtroppo abbruttita da recenti costruzioni alberghiere: al di là degli scempi edilizi continua però a mantenere il suo aspetto puro, e ad essere una delle mete minorchine più gettonate per le vacanze estive.

[Foto in apertura di Gabriel Rodriguez]