A Dubai la parola "impossibile" è bandita dal vocabolario: la metropoli degli Emirati Arabi Uniti vanta primati strabilianti come l'edificio più alto del mondo o la pista da sci nel deserto. Da qualche tempo è sbocciato un miracolo in mezzo al deserto dell'Emirato: si tratta del Miracle Garden, presentato come il giardino fiorito più grande del mondo. L'attrazione vanta 45 milioni di specie floreali importate da tutto il mondo su una superficie di 72.000 metri quadri. Archi fioriti e aiuole coloratissime offrono uno scenario insolito e molto romantico: non per niente il giardino è stato inaugurato il giorno di San Valentino 2013.

Il Miracle Garden è stato costruito vicino a Dubailand, parco giochi situato in un'area periferica dalle campagne aride. Capolavoro di fantasia e creatività, il giardino stupisce per le sue installazioni coloratissime: archi, cuori, orologi, piramidi e perfino un castello ricoperto di fiori. Tra le varietà botaniche troviamo calendule, ma anche petunie e gerani che normalmente non crescono in Medio Oriente. Il giardino dei miracoli è un progetto dal valore ecosostenibile: l'acqua viene distribuita senza sprechi attraverso il sistema di irrigazione a goccia, permettendo così di risparmiare il 75% delle risorse idriche e dell'energia.

Per via delle temperature estive troppo elevate l'attrazione è aperta solo da ottobre a maggio. Il biglietto è di circa 7 euro a persona, i bambini sotto i 3 anni non pagano. Ovviamente bisogna sottostare a una serie di regole: è vietato raccogliere fiori, accendere fuochi, portare animali domestici o girare in bicicletta. Il giardino attira più di un milione di persone l'anno provenienti da tutto il mondo, desiderose di vedere il prodigio compiersi sotto i loro occhi. Perché il miracolo si rinnova stagionalmente, con specie floreali sempre nuove e combinazioni di forme e colori sempre più originali.

[Foto di Fauziah Shariff]