Senza avere alla mano una buona guida di Londra si rischia davvero di perdersi tra le pieghe di questa colossale metropoli del nord Europa. La capitale inglese è infatti una città dalle dimensioni spropositate, e quindi prima di imbattersi in un vacanza nel Regno Unito, è opportuno prestare una certa attenzione al suo articolato sistema di trasporti.

Metro
Bus
Di notte
Taxi

La metro più antica del mondo.

Il principale cardine dell'efficiente macchina dei trasporti londinese è la metropolitana. Le molteplici diramazioni della London Underground (detta anche più familiarmente "the Tube") riescono a toccare quasi tutti i punti nevralgici della città. Sono ben dodici linee della metropolitana, tutte contraddistinte da uno specifico colore per facilitare la loro individuazione nelle mappe, per un totale di circa 270 stazioni, dislocate strategicamente in diversi punti del tessuto urbano di Londra. Per prezzi, mappa ed orari della metropolitana di Londra vi invitiamo a consultare, oltre al nostro articolo, anche il sito ufficiale di Transport for London.

I bus a Londra.

Dopo la metropolitana, il mezzo migliore per muoversi a Londra è certamente l'autobus. I caratteristi bus rossi a due piani londinesi, renderanno certamente più piacevole e suggestiva la visita di questa immensa metropoli del Nord Europa. Tuttavia, questo mezzo di trasporto comporta un innegabile svantaggio, la lentezza degli spostamenti: il traffico di Londra congestiona le strade soprattutto negli orari di punta.

Il tessuto di trasporti della città è davvero capillare e arriva a toccare ogni angolo della metropoli. Sono infatti, circa 6.500 gli autobus di Londra, che coprono ben settecento itinerari stradali per un totale di 17mila fermate. Gli autobus viaggiano nel centro della capitale inglese con una frequenza di 5/10 minuti, mentre in periferia passano all'incirca ogni mezz'ora. Per essere sicuri di prendere il bus giusto, vi consigliamo di consultare le mini mappe di Londra, che riportano i percorsi delle diverse linee degli autobus e che sono a disposizione, gratuitamente, nei punti di informazioni per i turisti.

A Londra sono inoltre presenti i cosiddetti bus Open-Top, autobus a due piani scoperti che seguono un itinerario turistico. Spesso a bordo, c'è una guida che spiega e commenta i luoghi d'interesse turistico che si vanno a visitare, oppure, in alternativa è trasmesso un commento registrato in varie lingue. Per usufruire di questo servizio non è necessaria la prenotazione, ma è possibile salire sull'autobus direttamente alla fermata.

Spostarsi di notte.

La capitale inglese è una città che non dorme mai! La sua vitalità così esplosiva può manifestarsi anche nel cuore della notte e per questo diventa fondamentale sapere come muoversi per Londra anche durante le ore piccole. Poiché la metropolitana londinese conclude il servizio di trasporto tra la mezzanotte e l'1,00 di notte (ogni stazione ha un suo preciso orario di chiusura), per spostarsi di notte la scelta ricade necessariamente sugli autobus notturni.

Il servizio degli autobus notturni comincia dalla chiusura della metropolitana, fino alla partenza dei primi bus giornalieri. Bisogna però, tener presente che il servizio notturno non è particolarmente frequente ad eccezione del Venerdì e del Sabato, le notti più movimentate della settimana. Inoltre i bus notturni effettuano le fermate soltanto se richieste ed è quindi opportuno avvisare l'autista quando bisogna scendere o salire sul pullman. Gli autobus notturni di Londra sono indicati da una "N" (che sta appunto per "notturno") e il loro centro di stazionamento si trova a Trafalgar Square, dove partono e arrivano. Il biglietto per l'autobus costa una sterlina, in caso di pagamento con la Oyster card prepagata o con i biglietti Bus Saver, che si acquistano in carnet da sei biglietti; mentre se si decide di pagare in contanti, il prezzo del biglietto è di due sterline. Oppure è possibile acquistare la Travelcard che consente di viaggiare sia in metropolitana che in autobus. In alternativa agli autobus, potrete sempre ricorrere ai black cabs, che andiamo a descrivere di seguito.

Taxi, i suggestivi Black Cabs.

Accanto ai grandi autobus rossi a due piani, un altro simbolo della capitale inglese sono gli immortali Black Cabs, i leggendari taxi di Londra che abbiamo visto tante volte nelle cartoline e nei film ambientati nella capitale del Regno Unito.

I Black Cabs hanno l'aspetto di taxi vecchi e antichi, ma all'interno possono mostrarsi anche molto moderni. Si trovano con frequenza nel centro di Londra e nei pressi degli aeroporti e delle stazioni ferroviari, ma se non riuscite a scorgerli potrete rivolgervi al Radio Taxi al numero +44 20 7272 5471. Ma se vedrete arrivare un taxi ricoperto da coloratissima pubblicità, non rimanete delusi: anche se continuano a farsi chiamare "Black Cabs", molti taxi di Londra stanno perdendo progressivamente il loro tradizionale colore nero per far spazio alla pubblicità. Si riconosce un taxi libero dal segnale luminoso sul parabrezza e il costo della corsa viene conteggiato attraverso il tassametro e può aumentare nel caso in cui si depositino bagagli, via sia un passeggero in più oppure si sta viaggiando di notte.

Prendere i taxi può rivelarsi anche molto costoso: le tariffe dei black cabs sono infatti particolarmente alte, e in alternativa ci si può rivolgere ai minicab, vetture  prive di tassametro, il cui servizio di trasporto prevede un pagamento forfettario concordato prima di salire a bordo, tra l'autista e il cliente. In questo caso si consiglia di prestare una certa attenzione, perché i conducenti dei minicabs si rivelano talvolta inaffidabili.