I canali di Venezia, i vicoli di Capri, la storia di Roma, l'arte di Firenze e la moda di Milano: stereotipi che descrivono una realtà fatta di bellezza, cultura e stile, ma che rischiano di ridurre l'Italia a luoghi comuni. Se è vero che proprio la semplicità di queste associazioni logiche contribuisce a sostenere l'immagine del nostro paese all'estero, altrettanto vero è che la Penisola offre luoghi incantevoli che potrebbero attirare un maggior numero di turisti stranieri (e capitali). A notare la bellezza "timida" che si nasconde dietro la grandezza delle solite attrazioni sono state prima la Lonely Planet e più di recente il National Geographic. Nel primo caso parliamo probabilmente della più diffusa collana di guide di viaggio al mondo, che ha inserito l'Italia poco nota all'estero – quella di Puglia, Basilicata e Calabria – tra le dieci "best value travel destinations for 2014", le migliori destinazioni per il 2014 nel rapporto qualità/prezzo.

Best Trip 2014 – Ora è il National Geographic ad individuare nella Puglia una meta da "Best Trip 2014", descrivendo questa regione come "un po’ più rustica di altre parti dell’Italia; le sue maggiori città, come Bari, Lecce e Trani sono molto più piccole e meno colme di turisti di Milano e Venezia, ma si possono assaggiare alcuni vini di qualità per niente costosi, in una regione che è la terza produttrice di vini e conta ben trenta diverse qualità di uve autoctone". I Trulli di Alberobello, il mare del Salento, l'Impero normanno che passa per Castel del Monte, i sapori di olio e vino irrobustiti dal sole sono solo alcune delle attrazioni vantate dalla Puglia perché, come ricorda Silvia Godelli, assessore al turismo, la regione "va a raccogliere i frutti di un lavoro intenso, che richiede molto impegno per lanciare con efficacia il brand Puglia sui mercati esteri: la Puglia come terra dove è possibile vivere un’esperienza unica, non solo per il suo mare, i suoi borghi, la sua dimensione rurale e moderna insieme, i suoi castelli e le cattedrali, ma soprattutto per la sua autenticità e la sua enogastronomia".

Nuovi voli low cost – A conferma di un interesse crescente verso la regione giunge la notizia dell'apertura di due nuove rotte low cost verso la Puglia. Il vettore è Vueling che da giugno 2014 attiverà le tratte Roma-Bari e Roma-Brindisi e rendendo più facile ai turisti il raggiungimento della regione. Una semplificazione che agevolerà tanto i turisti stranieri quanto quelli italiani, data l'assenza di collegamenti ferroviari efficienti tra il versante tirrenico e quello adriatico.