Quando negli anni '60 i primi pionieri cominciarono a edificare dei piccoli Luna Park stabili con attrazioni meccaniche, chi avrebbe mai immaginato che il business dei parchi divertimento in Italia sarebbe diventato così florido? E non solo dal punto di vista economico, ma anche di reputazione: i parchi tematici di Italia rientrano spesso e volentieri nelle classifiche europee per quanto riguarda fatturato, dimensioni, numero di visitatori e originalità delle attrazioni. Naturalmente parliamo di colossi come Gardaland e Mirabilandia, che hanno alle spalle un business forte e consolidato. Ma nel nostro paese sono sorti un po' ovunque dei grandi parchi tematici con attrazioni degne di nota, a dimostrazione di quanto si impegnino i genitori per trascorre un week end con i bambini, ma a conferma di come siano popolari anche tra gli adulti che vogliono dedicarsi ad un divertimento diverso dal solito.

I parchi di divertimento sono l'ideale per regalarsi una vacanza con i bambini e fare qualche giorno di relax con la tranquillità di sapere da un lato che i figli si divertono, dall'altro che lo fanno in piena sicurezza (ma quando un bambino si sfrena, è sempre necessario dargli più di un occhio!). Alcuni parchi tematici sono tipicamente estivi – come quelli acquatici – altri hanno i giochi tradizionali, ma potrebbe essere una buona idea, in un caso come nell'altro, abbinare mare e parchi, cercandosi la località costiera che abbia uno di questi luoghi magici nelle vicinanze: una vacanza al mare con un parco vicino ed ecco che per il vostro piccolo il divertimento è assicurato. Ecco quindi una breve rassegna su tutti i parchi tematici della penisola, dove potrete passare uno o due giorni divertimento in compagnia dei vostri amici o della famiglia.

Gardaland
Mirabilandia
Rainbow Magicland
Altri parchi divertimento in Italia
Parchi acquatici in Italia

Gardaland.

Gardaland Ramses

Foto di Geobia

Gardaland si trova nel comune di Castelnuovo del Garda, in Veneto, e nonostante il nome non si affaccia sull'omonimo lago. Nacque dall'idea dell'imprenditore Livio Furini, che fu folgorato da una visita del parco Disneyland di Los Angeles. Deciso a importare l'idea in Italia, quello che creò all'inizio fu poco più che un luna park. Anni e anni di investimenti e astute manovre pubblicitarie hanno accresciuto il suo successo, rendendo il parco divertimenti il terzo più visitato d'Europa. La struttura è stata trasformata persino in un resort, poiché sono stati edificati degli hotel a tema che anche per Natale e Capodanno organizzano pacchetti vacanze ad hoc per le famiglie. La popolarità del parco sta soprattutto nel suo allestimento scenografico, più che nelle attrazioni: le architetture da fiaba infatti sono capaci di meravigliare adulti e bambini allo stesso modo, proiettandoli per davvero in un mondo incantato sullo stile dei parchi Disney. Punto di forza del parco, inoltre, sono gli spettacoli che comprendono musical, esibizioni di pattinaggio sul ghiaccio, acrobati e tanto altro.

Mirabilandia.

Mirabilandia

Foto di Stephan Scheer

Mirabilandia è il parco divertimenti più grande di Italia. Si trova in provincia a Ravenna, in Emilia Romagna. La sua estensione supera di gran lunga il parco veneto, anche se l'impatto visivo non è lo stesso. Questo perché fin dalla sua nascita, nel 1992, il parco fu pensato per un target di età molto più adulto, e si decise di puntare da subito sulle attrazioni adrenaliniche. Oggi è all'avanguardia in Europa per quanto riguarda il livello delle attrazioni, con un continuo e costante rinnovamento e capolavori di ingegneria ritenuti spesso tra i migliori del settore. L'ormai celebre Katun, il roller coaster inverso, ha fatto storia; mentre l'introduzione dell'iSpeed, le montagne russe che riprendono il design delle vetture di Formula 1, ha riscosso un enorme successo. Anche a Mirabilandia gli spettacoli rappresentano una delle esperienze più belle del parco. Tra questi il famosissimo "Scuola di Polizia", uno show di stuntman che si rinnova ogni anno e che richiama migliaia di spettatori a ogni rappresentazione. A questi si affiancano i musical in teatro dal vivo, e le esibizioni all'aperto che coinvolgono anche attivamente il pubblico. Una curiosità: l'enorme ruota panoramica visibile da tutto il parco è la seconda più grande d'Europa, dietro al London Eye.

Rainbow Magicland.

Rainbow Magicland

Foto di Dibilele

Rainbow Magicland è l'ultimo arrivato nel panorama nostrano, ma è nato già grande. Il parco di Valmontone è il frutto di un ingegnoso mix di creatività e abilità commerciali tutte italiane. È infatti stato realizzato dalla Rainbow, la casa di produzione che nasce dallo studio di animazione responsabile delle Winx. I popolari personaggi sono stati esportati in tutto il mondo, e con essi il relativo merchandising: questo ha fatto incassare ai loro creatori fior fior di denari, che sono stati abilmente investiti in questo progetto colossale. Il parco tematico è orientato per lo più alle famiglie, ma presenta anche attrazioni per adulti: tra queste la torre di caduta libera più alta d'Italia, con i suoi 70 metri.

Altri parchi divertimento italiani.

Zoomarine

Foto di Elena Landi

Gli altri parchi divertimento italiani non godono forse della stessa popolarità, ma tra quelli di piccole e quelli di medie dimensioni attirano comunque un nutrito numero di visitatori. Lo Zoomarine di Torvaianica unisce le attrazioni agli spettacoli con delfini e altri animali acquatici: è un piccolo grande parco che può essere visitato tranquillamente in un giorno, tanto da rappresentare la meta ideale per Pasquetta per chi vive nei pressi di Roma. Il Movieland Studios si trova a Lazise, a pochi passi da Gardaland, ed è il primo parco a tema italiano interamente dedicato al mondo del cinema, sul modello degli Universal Studios in Florida: fa parte del più ampio complesso del Canevaworld Resort, che comprende anche un parco acquatico, uno spettacolo medievale, un ristorante stile americano e una discoteca. Menzione speciale meritano l'Edenlandia di Napoli e il Fiabilandia di Rivazzurra di Rimini: entrambi nacquero nel 1965, e furono loro i primi parchi d'Italia che cercarono di imitare il modello americano. In particolar modo l'Edenlandia, che riprendeva l'idea del castello Disney nell'allestimento scenografico, conobbe un enorme successo negli anni '70, prima di andare piano piano incontro al declino che lo ha portato oggi sull'orlo del fallimento.

Altri parchi tematici italiani degni di nota sono l'Oltremare di Riccione, un parco naturalistico-tecnologico abbinato tra l'altro a uno degli unici due cinema IMAX presenti in Italia. Cowboyland, a Voghera, l'unico parco a tema western della penisola. Gulliverlandia, un piccolo parco di Lignano molto frequentato in estate dalle famiglie in vacanza. Il Minitalia-Leolandia Park di Capriate, nato sulla scia del Parco dei Tulipani in Olanda: all'inizio riproduceva solo l'Italia in miniatura, in seguito si è ampliato con attrazioni e aree tematiche. Fasanolandia, presso Brindisi, può essere abbinato a una visita presso lo zoo safari di Fasano, uno dei più estesi d'Europa. Il Miragica di Molfetta è orientato specialmente ai i più piccoli, ma include anche interessanti attrazioni come uno spettacolo di stuntman. Il Cavallino Matto di Marina di Castagneto, provincia di Livorno, è il più grande parco divertimenti della Toscana. E per il futuro? Si attende l'apertura del Cinecittà World (avvenuta il 25 aprile 2017), un enorme parco ispirato al mondo del cinema italiano, che sarà costituito da tre aree. La prima, già prevista per il 2013, sarà il parco divertimenti vero e proprio, con 38 attrazioni. La seconda comprenderà un secondo parco più un intero village composto da negozi, ristoranti e cinema. La terza sarà un'enorme area verde dove si potranno visitare le scenografie originali utilizzati nella produzione di film in Italia.

Cinecittà World, il futuro dei parchi tematici in Italia

Ecco un'anteprima di come apparirà il colossale parco tematico ispirato agli studios cinematografici di Roma. Prossima apertura: 2013.

[In apertura: foto di Maza89]