02:24

Piscine nel mondo: i record

Vasche d'acqua di dimensioni colossali o profonde quanto un palazzo di dieci piani: ecco i primati delle piscine nel mondo.

La piscina più alta del mondo

L’Infinity Pool del Marina Bay Resort di Singapore si trova a 200 metri d’altezza sopra la città: un tuffo in acqua da vertigini!

Piscine nel mondo: i record.

Acque turchesi, limpide, chiare, pulite e rinfrescanti: per una volta non parliamo di un’isola tropicale, ma di qualcosa di molto più prosaico: le piscine. Il paragone è chiaramente voluto, poiché il terso nitore dell’acqua di piscina è identico a quello delle acque delle spiagge tropicali più ricercate. Con un’aggiunta: le mattonelle azzurre. Sì, perché da sempre l’idea dell’acqua azzurra è quella che balena nell’uomo quando pensa alle vacanze al mare da favola, sia che si tratti delle Maldive che quella di una piscina di qualche hotel extra-lusso. Nel primo caso l’acqua è talmente pulita da riflettere l’azzurro del cielo senza distorsioni di colori, questo grazie anche all’aiuto di fondali di sabbia bianca; nel secondo invece si ricorre al trucco delle mattonelle per ottenere lo stesso effetto. Il risultato è lo stesso. Ma ormai all’uomo non basta più. Oggi il turista più scafato cerca sempre le piscine più belle, magari circondate da un meraviglioso panorama o realizzate con un design moderno ed elegante. E spesso la scelta dell’hotel è condizionata da quella della piscina stessa. Puntualmente spunta sempre da qualche parte una nuova classifica che elenca le piscine più belle del mondo. Elenchi del genere sono alquanto arbitrari, in quanto sono centinaia gli hotel di prestigio che potrebbero rientrare nelle preferenze dei giudici. Per questo noi vi mostriamo solamente tre piscine, in base a un dato oggettivo: quello del Guinness dei Primati. Si tratta di tre “piscine più” e, a sorpresa, una di esse non fa parte di un complesso alberghiero. Andiamo a scoprirle.

LA PIÙ GRANDE

Foto di lanube360

È la Crystal Moon del resort San Alfonso del Mar ad Algarrobo, in Cile: 8 ettari di piscina, quasi 1 km di larghezza e 250 milioni di litri d’acqua salata. In pratica, l’equivalente di 6.000 piscine standard. L’acqua viene pompata direttamente dall’oceano, e viene purificata grazie a un sistema chiamato “ossigenazione a pressione”, grazie al quale si utilizza 100 volte meno la quantità di prodotti chimici necessari per mantenere pulita l’acqua di una piscina: e considerata la grandezza, non è poco. Grazie alle sue dimensioni in questa piscina è possibile praticare tutti gli sport acquatici, quali diving, windsurf e persino navigare con delle imbarcazioni ormeggiate al suo piccolo molo. Nel suo punto più basso la piscina raggiunge i 35 metri di profondità. All’interno dell’enorme resort è stata ricavata una spiaggia che circonda tutto il bordo della piscina, proprio per ricreare l’atmosfera marina: cosa alquanto bizzarra dal momento che il complesso alberghiero affaccia sull’oceano.

LA PIÙ PROFONDA

È la Nemo33 di Bruxelles, in Belgio. Questa volta non siamo in un resort, bensì in un edificio privato istituito apposta per corsi di sub. La piscina è infatti profonda ben 35 metri e sì, si potrebbe obiettare che anche quella del resort cileno raggiunge tale profondità: ma mentre lì parliamo solo del punto più profondo, qui si tratta di quasi tutta la piscina. I sub che desiderano praticare immersioni per allenarsi qui hanno a disposizione tutta una serie di cunicoli e gallerie, nonché la “fossa profonda”, un enorme pozzo subacqueo per testare la loro resistenza alla pressione. Dall’esterno dell’edificio varie finestre permettono agli astanti di osservare le gesta dei sub che si calano nelle profondità delle acqua interne. La piscina è riempita da 2,5 milioni di litri d’acqua esclusivamente di sorgente.

LA PIÙ ALTA

Foto di Jamie Hladky

È l’Infinity Pool del Marina Bay Resort di Singapore. Cosa significa la più alta? Semplice, che questa piscina è collocata a 200 metri d’altezza dal suolo, più alta persino della Torre Eiffel. Come è possibile? È situata sulla cima di un enorme casinò futuristico. Questo enorme complesso alberghiero è composto da tre distinti palazzi, uniti in cima da un’enorme terrazza a forma di nave che comprende un ristorante, dei giardini pensili e la nostra piscina. Skypark viene chiamata la struttura sopraelevata, e mai nome fu più azzeccato: ci si ritrova a 55 piani di altezza a sorvolare lo spettacolare skyline di Singapore. Non solo, ma la nostra piscina è di quelle cosiddette “infinity”, nome che viene spesso dato a quelle piscine senza bordo che affacciano su panorami spettacolari dando l’impressione di immergersi totalmente in esso. In questo caso la sensazione è quella di una vertiginosa caduta nel vuoto. Naturalmente c’è il trucco, l’acqua supera il livello del bordo e al di sotto della piscina c’è un piccolo piano ammezzato che la separa dallo spazio aereo. Ma credeteci sulla parola se vi diciamo che l’illusione è ben riuscita.

LA PIÙ AFFOLLATA

Non avevamo detto tre piscine? In effetti sì, ma si parlava di Guinness dei Primati. Questo invece è un semplice dato di fatto: la piscina più affollata del mondo, talmente tanto che non si intravede neanche un centimetro quadrato d’acqua libero. Si tratta del parco acquatico Tokyo Summerland, nella capitale del Giappone, che in estate si riempie in maniera spropositata di tutti i poveri giapponesi che vogliono rifuggire dal caldo. Certo viene da chiedersi come ci si possa rinfrescare quando si è così stretti gli uni addosso agli altri. Ma il parco è popolarissimo e, come potete vedere dal filmato, i bagnanti si divertono un mondo con le onde simulate dalla piscina in questione.

[In apertura: foto di Jamie Hladky]

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE