La colpa è sempre di noi Italiani. L'ultima è l'accusa di O’Leary, il patron della compagnia irlandese low cost Ryanair, che denuncia che soprattutto in Italia ci sono molti ritardi dei voli a causa del mancato rispetto delle norme per il bagaglio a mano. I cosiddetti "furbetti", che cercano di portare  bordo valigie fuori misura non avranno più scampo, infatti, Ryanair lancia regole più severe. Quotidianamente sui voli accade che i viaggiatori provano ad imbarcare delle vere e proprie valige con tanto di borse e chi più ne ha più ne metto, nonostante le regole sulle dimensioni dei bagagli a mano siano molto chiare. Questo comporta parecchio ritardo al gate e litigi vari con con hostess, steward e vicini di sedile.

Per Ryanair questo è uno degli importanti motivi che porta ritardi nei voli. Ad oggi le regole dell'azienda sono molto precise, ma a quanto pare questo non basta per essere rispettate. A bordo dei voli Ryanair è consentito portare una borsa che pesa al massimo 10 chili e non oltre certe dimensioni e una più piccola. Purtroppo quello che succede soprattutto in Italia, Irlanda e Spagna è che le persone tentano di aggirare i vincoli con valigie fuori misura, costringendo l'intervento del personale per spostare il bagaglio in eccesso nella stiva. Fino ad oggi c'è stato una certa tolleranza per i passeggeri trasgressori, ma sta diventando un vero problema a cui porre fine.

Il nuovo regolamento entrerà in vigore entro sei mesi e prevederà che il personale debba controllare con più attenzione le misure del bagaglio, e non permettere a nessun trasgressore di salire a bordo. Per chi ecceda in peso è misura è previsto il pagamento di una cifra maggiorata. Ma non è detto che questa misura funzioni del tutto. Ryanair ha pensato anche a questo. Infatti, se la misura non risultasse efficace, la compagnia consentirà di far salire in cabina fino a 90 bagagli grandi. Ai rimanenti viaggiatori verrà chiesto di consegnare la valigia che sarà gratuitamente trasportata nella stiva.