Che piaccia o no quando si ha un'idea nuova e rivoluzionaria inesorabilmente qualcuno ha qualcosa da obiettare. La  notizia di nuovi aerei Ryanair con posti in piedi, per striminzire ancor più le tariffe low cost grazie al guadagno di spazio, non ha fatto in tempo a fare il giro del mondo che ha subito incontrato dinieghi. I primi ad opporsi sono stati i medici italiani, secondo i quali viaggiare in piedi causerebbe problemi di salute ai passeggeri.

Che si tratti o no di un viaggio breve, i clienti Ryanair con problemi circolatori o che soffrono di pressione  bassa vanno incontro a una forma di flebite, la cosiddetta "trombosi del viaggiatore" causata dalla stasi nella stessa posizione per molto tempo congiuntamente alla maggiore pressione presente in alta quota.

Chi soffre di pressione bassa è a rischio svenimento e dovrebbe chiedere consiglio al proprio medico prima di intraprendere il viaggio. Gli specialisti, il presidente dell'Associazione flebologica italiana (Aif) Alessandro Frullini, e il presidente uscente della Società italiana di cardiologia (Sic) Francesco Fedele concludono rassicurando i soggetti sani: chi gode di buona salute può viaggiare in piedi per un'ora/ un'ora e mezza senza andare incontro a nessun tipo di rischio.

Staremo a vedere se i viaggiatori scenderanno a compromessi con una soluzione di viaggio più scomoda in cambio di qualche soldo da risparmiare o si terranno ben stretti al caro vecchio posto a sedere.