in foto: St Kitts – Foto Pixabay

Le isole di St. Kitts e Nevis formano il paese più piccolo dell'emisfero occidentale. Appartengono all'arcipelago delle Piccole Antille, più precisamente alle Isole Sopravento Settentrionali. Hanno un'area complessiva di 261 kmq e sono collegate tra loro mediante il canale The Narrows. È possibile spostarsi da un'isola all'altra in traghetto, mentre le singole isole si possono visitare tranquillamente in scooter, mountain bike, auto a noleggio o taxi. St. Kitts e Nevis sono un vero paradiso per chi ama le spiagge tranquille e l'ecoturismo.

St Kitts, Basseterre – Foto Wikimedia Commonsin foto: St Kitts, Basseterre – Foto Wikimedia Commons

Saint Kitts è sovrastata dal Monte Liamuiga che con i suoi 1156 metri costituisce la vetta più alta dell'isola. Possiede inoltre un piccolo lago. La capitale, Basseterre, venne fondata dai francesi nel 1627, anche se sono maggiormente visibili le tracce della colonizzazione inglese, con alcune abitazioni vittoriane dalle fantasiose facciate. Le spiagge di St. Kitts sono piccoli paradisi per chi ama la calma e il silenzio. I fondali sono perfetti per le immersioni grazie alla loro ricca vita sottomarina: potremo imbatterci in razze, barracuda, pesci pagliaccio, tartarughe, coralli neri e spugne. In particolare la White House Bay è la spiaggia ideale per lo snorkeling.

St Kitts, Brimstone Hill – Foto Wikimedia Commonsin foto: St Kitts, Brimstone Hill – Foto Wikimedia Commons

L'isola, raggiunta nel 1493 da Cristoforo Colombo, venne in origine denominata San Cristoforo in onore del celebre navigatore. Divenne in seguito colonia britannica delle Indie Occidentali, mentre per tutto il XVII secolo rimase divisa tra dominatori inglesi e francesi. A testimonianza dei loro scontri, sull'isola è presente il Parco nazionale della fortezza di Brimstone Hill, Patrimonio dell'Umanità UNESCO.

Nevis – Foto Wikimedia Commonsin foto: Nevis – Foto Wikimedia Commons

Nevis possiede spiagge bianchissime, piantagioni di zucchero e un vulcano inattivo. L'isola è famosa per la vegetazione lussureggiante: possiede infatti un orto botanico con fiori e piante tropicali provenienti da tutto il mondo. Diverse vecchie piantagioni sono state trasformate in hotel e uno di questi, il Montpelier Plantation Inn, ha addirittura ospitato la principessa Diana. Anche Nevis venne scoperta nel 1493 da Cristoforo Colombo e il suo nome deriva dal termine spagnolo las nieves, riferito alle nuvole che sovrastavano l'isola.

Nevis – Foto Mike Schinkelin foto: Nevis – Foto Mike Schinkel

Gli amanti dell'avventura non resteranno delusi dalle entusiasmanti escursioni sul Monte Nevis, popolato da giocosi cercopitechi. In più, Nevis presenta oltre 40 siti di immersione. Non mancano le meraviglie storiche: il padre fondatore Alexander Hamilton è nato proprio a Nevis; qui si trova infatti il Museo di Storia di Nevis, interamente restaurato dalla famiglia di Hamilton. Anche Horatio Nelson, il famoso ammiraglio della marina britannica, possiede un museo a lui dedicato.