Volete rivivere la sensazione di passeggiare un antico borgo medievale perfettamente intatto? Il luogo giusto è San Gimignano, un piccolo paesino in provincia di Siena che si erge su un colle che si affaccia sulla Val d'Elsa. Delle 72 torri originarie oggi ne restano solo 15, ma non sono solo queste a richiamare i visitatori, infatti, la cittadina dichiarata Patrimonio Culturale Mondiale dall'Unesco nel 1990, è racchiusa in alte mura, attraversata da vicoli stretti ed immersa in uno spklendido paesaggio tipicamente toscano. E' un luogo perfetto per trascorrere un week end in Italia immersi in un'atmosfera surreale e perdendosi nella sua storia e nel fascino dei suoi monumenti. Il paese è stato prima sede di un insediamento etrusco e poi durante il Medioevo è stato un importante punto di passaggio per i pellegrini che percorrevano la via Francigena. Durante la nostra visita in Toscana si possono ammirare musei, chiese, teatri e palazzi, ma non si può andare via senza aver assaporato la Vernaccia, vino bianco fra i più prestigiosi d'Italia, prodotto delle campagne del territorio comunale fin dal Milleduecento.

Mappa
Cosa vedere
Eventi e folklore
Terme di San Gimignano

Mappa

Visualizzazione ingrandita della mappa

Cosa vedere.

[Foto di Rodrigo_Soldon]

Pian piano che ci si avvicina al borgo di San Gimignano si iniziano ad intravedere le torri che spuntano tra le colline senesi offrendo lo stesso panorama che avrebbe visto un viaggiatore del Medioevo, anche se ora le torri sono in numero minore. Entrando nel paese da una delle porte della cinta muraria subito ci si sente catapultati in un'atmosfera medievale, l'unica cosa che ci riporta alla realtà è il vociare dei turisti che provengono da tutto il mondo per visitare questo gioiello. All'interno del borgo c'è una sola strada principale che sale fino alla piazza, il resto è fatto di stradine e piccoli vicoli dove si scorgono le vecchie botteghe del Medioevo che sono state sostituite da moderni negozi di souvenir. Sulla parte meridionale della città si apre la Porta San Giovanni, da questo punto, salendo per la strada principale si giunge a Piazza della Cisterna, con al centro un bel pozzo. Questa zona era antica sede di botteghe, taverne ed edifici importanti come il Palazzo Razzi, la Casa Silvestrini e Palazzo Tortoli.

Il cuore del centro storico di San Gimignano è proprio compreso tra Piazza Cisterna e Piazza del Duomo dove si trova il Palazzo del Podestà sopra il quale troneggia la torre rognosa, la torre più alta del borgo, ben 51 metri di altezza. La sua dimensione vincolò la crescita delle altre torri che per decreto non potevano superare in altezza la torre del comune. Non mancarono tuttavia famiglie, come gli Ardinghelli e i Salvucci, che per affermare la propria supremazia senza violare il regolamento costruirono non una torre di altezza superiore bensì due torri. Tuttavia nel 1311 venne realizzata la Torre del Podestà, alta 54 metri, e perciò detta “Torre Grossa”, da dove si può ammirare il panorama più bello della zona. All'interno del Palazzo Comunale si trova anche il Museo Civico, dove tra le opere più importanti si ricorda l'ultimo capolavoro di Pintoricchio. Sempre nel centro cittadino si innalzano altre torri, tra cui due che sono dette gemelle. Un dei monumenti più importanti del centro è la Collegiata di Santa Maria Assunta, un chiesa romanica del duecento che contiene pregevoli opere d'arte.

Tra le altre chiese da visitare c'è la chiesa di S. Agostino, un edificio romanico con elementi gotici, che al suo interno conserva una serie di opere d'arte di pregio tra cui gli affreschi della Vita di S. Agostino ed un Incoronazione di Maria eseguita dal Pollaiolo. Tra i musei presenti in città, nell'ex Conservatorio di Santa Chiara sono ospitati il Museo Archeologico, la Spezieria dello Spedale di Santa Fina e, al secondo piano, la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, inoltre è presente il Museo della tortura e del crimine medievale, una delle esposizioni più inquietanti d'Italia, infine il Museo di San Gimignano 1300, un itinerario attraverso la storia della città, raccontata attraverso riproduzioni ed esposizioni. Ma tra i musei più visitati c'è di sicuro quello della Vernaccia, che si trova nella Villa della Rocca di Montestaffoli. Qui non si assapora semplicemente del vino ma si viene accompagnati in un viaggio multi sensoriale nella sua storia e nella sua stessa essenza.

Eventi e Folklore.

[Foto di cfwee]

In un paese che conserva il fascino del Medioevo può apparire normale intravedere tra le strade qualche personaggio vestito in abiti d'epoca, artigiani che lavorano nelle loro botteghe e contadini ed operai che si rifocillano nelle antiche taverne. Tutto questo accade nelle tante rievocazioni storiche che animano la città riportandola allo splendore di un tempo. L più importante è la fiera delle messi, che si svolge ogni anno nel terzo fine settimana di giugno per celebrare la ricorrenza della mietitura e del raccolto. Durante la fiera nelle vie e piazze cittadine rivive la vita quotidiana medievale, con il mercato, i cavalieri, le milizie, e gli artigiani al lavoro.

Nel periodo estivo viene celebrata la rassegna "Degusta con noi", durante la quale i visitatori possono partecipare a visite guidate alle cantine con degustazione dei migliori vini locali. Anche il periodo autunnale è dedicato a feste e sagre, con “I tesori di San Gimignano”, una manifestazione che va da ottobre a dicembre, dove protagonista assoluti sono lo Zafferano di San Gimignano, l’olio extra vergine di oliva e la Vernaccia.

Terme di San Gimignano.

[Foto di Rodrigo_Soldon]

Il borgo di San Gimignano è celebre anche per le terme che lo rendono un luogo ideale per un breve break  non solo per le bellezze artistiche ma anche per il relax e l'atmosfera di piacevole benessere che si respira. Racchiuse nelle mura del centro storico sono presenti Hotel con Spa e Beuty center che offrono il relax delle terme associato ai panorami di questo borgo toscano. Acque fresche, tiepide, bollenti, la provincia di Siena è ricca di sorgenti termali, ed il contesto ed il paesaggio aumenta gli effetti benefici di queste acque. Bagni e terme risalgono al periodo etrusco e romano, quando le acque termali erano un elemento essenziale persino nella vita sociale delle città. Nella provincia di Siena ci sono numerose centri termali da visitare, dalle terme di Rapolano Terme, le terme di Bagni di Petriolo, le terme di San Filippo, Bagno Vignoni, Chianciano e Montepulciano. A San Gimignano tra le terme e centri benessere dove ci si più rilassare ricordiamo Relais La Cappuccina, che si trova all'interno di una villa in stile liberty, l'Hotel Villa San Paolo, immerso in un oliveto secolare, ed infine la più celebre è villa San Paolo, uno splendido resort con servizi esclusivi, immerso in un enorme parco secolare.

[Foto principale di Rodrigo_ Soldon]