San Vito Lo Capo è una bellissima cittadina della Sicilia Nord Occidentale; le sue spiagge, il mare incantevole, i paesaggi ed il suo centro storico la rendono uno dei luoghi più ambiti per una vacanza indimenticabile in Sicilia. Incastonato tra due splendidi luoghi naturalistici, considerati fra i più belli d'Italia, la Riserva dello Zingaro e la Riserva di Monte Cofano, il litorale di San Vito Lo Capo di recente è stato premiato con 5 vele, un riconoscimento assegnato da Legambiente a sole 10 spiagge per la particolare attenzione alla tutela dell'ambiente. Sa Vito è un piccolo paradiso caraibico nel Mediterraneo, punteggiato di casette bianche e basse, alcune delle quali ancora abitate da pescatori, altre trasformate in bed and brekfast o piccoli alloggi per i turisti che fanno vivere a pieno l'atmosfera della città marinaia.

Quindi se amate il mare San Vito Lo Capo è sicuramente il posto ideale per una vacanza in Italia con poco caos e paesaggi irresistibili. Ma non solo, infatti anche il centro storico si anima con il passeggio serale, lungo via Savoia si accendo le luci dei dei locali e dei ristoranti dove potrete gustare i piatti della cucina locale sia a base di pesce che di carne, soprattutto il famosissimo cous cous famoso in tutto il mondo, che vanta anche un festival dedicato che si svolge ogni anno nel mese di settembre. Per visitare San Vito sono necessari 3 giorni, se oltre al centro si vogliono vedere le meraviglie circostanti, infatti l'ideale è alternare qualche giorno di spiaggia ad escursioni nei dintorni. Noleggiando un auto diventa davvero semplice girare il litorale.

Cosa vedere
I dintorni
Gli eventi
Come arrivare
Dove dormire e mangiare

Cosa vedere.

[Foto di manuel]

San Vito Lo Capo è una piccola cittadina di mare che offre comunque molte attrazioni da vedere. Prime fra tutte la spiaggia, una delle più conosciute della Sicilia, molto affollata durante tutta la stagione estiva. Ma nonostante il grande afflusso dei turisti è ottima per rilassarsi al sole, infatti offre una spiaggia lunga e larga, con un mare quasi trasparente. La spiaggia di San Vito è adatta a tutti, anche ai bambini o a chi ha un pò di problemi con il nuoto, il livello del mare è molto basso e una volta entrati in acqua, dovrete percorrere decine di metri prima che il mare vi arrivi al bacino. Un ‘altra spiaggia valorizzata di recente è quella di Santa Margherita, situata tra il territorio di Macari e Castelluzzo. E' una piccola spiaggia di sabbia rossa dall'aspetto selvaggio immersa in un paesaggio quasi lunare. Dalla strada un trenino gratis fa tutto il giro di Baia S. Margherita fermandosi ad ogni caletta. In centro, invece, da non perdere è il santuario, che si trova in via Savoia. Il Santuario è maestoso con 104 metri di base, 16 metri di altezza, mura dello spessore da un massimo di due metri e mezzo a un minimo di venti centimetri. L'edificio è stato ricostruito varie volte e la prima costruzione, risale al trecento, fu una piccola cappella dedicata a San Vito martire, patrono del borgo marinaro. Il faro è un altro simbolo di San Vito Lo Capo e la sua luce di notte arriva oltre le venti miglia marine, rendendolo uno dei più importanti di tutta la Sicilia.

Da visitare ancora in centro sono la Chiesa Madre e la Cappella di Santa Crescenza, edificata nel XVI secolo in onore della nutrice di san Vito. Il cuore del paese oltre a via Savoia è via Venza, una piccola stradina a pochi passi dalla piazza Santuario, che si è trasformata in una vera attrazione, con murales, piante rampicanti, antichi abbeveratoi in pietra trasformati in fioriere, e dove in estate si tengono concerti di musica classica e convegni culturali. Dalla via Venza si accede al Museo del Mare, che conserva importanti reperti recuperati sui fondali sanvitesi. Per gli sportivi, invece, non mancano le possibilità di escursioni e passeggiate anche a cavallo. Il Monte Monaco, per esempio offre queste possibilità ed inoltre a chi si avventura per i sui 532 metri di altezza regala un paesaggio bellissimo, con una vista sui golfi di Cofano, San Vito e Castellammare, fino a scorgere l'isola di Ustica. Infine da vedere sono anche le grotte, come quella di Capreria, dei Ciaravelli, e la Tonnara del Secco. Ad ovest invece delle escursioni organizzate ci porteranno ad ammirare la Grotta Racchio, quella di Cala Mancina e le Grotte dell'Isulidda e Perciata.

I dintorni.

A pochi chilometri da San Vito Lo Capo si trovano le zone paesaggistiche più belle d'Italia. La più celebre è la riserva dello Zingaro, ed una viaggio in provincia di Trapani non può prescindere da una visita a questo luogo incantevole. Il simbolo della riserva è la palma nana, che trasforma il paesaggio in un'oasi paradisiaca. Si tratta di ben sette chilometri di costa ricca di piccole baie, scogli appuntiti, grotte preistoriche, rapaci, olivi ed appunto la palma nana. L'ingresso alla riserva costa 3 euro a persona e potrete scendere nelle varie calette, alcune più agevoli ed altre più impervie o dedicarvi al trekking risalendo per le stradine di terra rossa scoprendo grotte preistoriche, musei e testimonianze marinaie. La prima spiaggia della Riserva entrando dal comune di San Vito è la Tonnara dell'Uzzo dove ci sono due spiaggette di ciottoli, una raggiungibile solo via mare, mentre più avanti a Cala Capreria il mare è ideale per chi ama le immersioni o lo snorkeling. 

Oltre alla riserva le altre località da visitare nei dintorni di San Vito Lo Capo sono il golfo di Castellamare, con la sua spiaggia di Guidaloca nota per la bellezza dei fondali marini e per le spiagge attrezzatissime. La Tonnara del Secco è una delle più importanti della Sicilia, anche se qui la pesca dei tonni si è fermata è rimasto un luogo molto suggestivo. Scopello è ideale per gli amanti delle immersioni subacquee, mentre Alcamo Marina offre una spiaggia di sabbia dorata, lunga circa 3 chilometri. Verso il centro di Trapani, invece da non perdere è un giro ad Erice un meraviglioso borgo medievale a 700 metri sul livello del mare e le saline di Trapani.

Gli eventi.

[Foto di Vater_Fotografo]

Soprattutto nei mesi estivi a San Vito lo Capo ci sono tantissimi appuntamenti culturali e gastronomici che animano la vita tranquilla di questo splendido borgo baciato dal mare. Uno degli appuntamenti più importanti e divenuto ormai di fama internazionale è il Cous cous Fest, che viene celebrato ogni anno nel mese di Settembre. Il piatto tipico di San Vito, appunto il Cous cous, diventa il protagonista dell'estate trapanese, la città si trasforma in un grande palcoscenico che accoglie spettacoli, concerti e soprattutto gare gastronomiche tra gli chef di tutti i paesi in cui si consuma il tradizionale cous cous. Durante i 5 giorni della kermesse i visitatori potranno assaggiare il cous cous cucinato in modi diversi e assaporare le diverse contaminazioni di gusti. Nel mese di maggio si celebra il Festival degli aquiloni, con tantissimi oggetti volanti di mille colori guidati dai migliori campioni di aquiloni acrobatici. Nel mese di giugno invece c'è la festa del Santo patrono, san Vito, con tutta la popolazione che attende l'arrivo del Santo dal mare, accompagnato dai precettori Modesto e Crescenzia. Lo spettacolo serale è molto suggestivo con le barche ricche di luci che illuminano la spiaggia con razzi e torce.

A settembre oltre il cous cous c'è un altro evento importante sempre legato alla cultura ed alla storia della città, la Tempu ri capuna, un appuntamento per riscoprire storie e leggende legate alla pesca ed assaporare il prelibato pesce azzurro di San Vito. Ma gli eventi offerti da SanVito non sono solo legati alla cucina.. Da luglio ad agosto a via Venza, si rinnova la rassegna di incontri Libri, autori e buganvillee, che ospita i migliori scrittori italiani, con letture, presentazioni e momenti d'incontro. Non mancano gli eventi dedicati alla musica con il Summer Music festival e la rassegna jazz nel mese di Luglio. Infine nel mese di Ottobre San Vito Lo Capo viene inondata dagli alpinisti e dagli amanti dell'arrampicata, infatti c'è il più grande Meeting Internazionale di arrampicata sportiva.

Come arrivare.

Visualizzazione ingrandita della mappa

San Vito Lo Capo si trova a metà strada tra Trapani e Palermo, anche se fa parte della provincia trapanese. Per arrivare a San Vito Lo Capo dalle altre città della penisola, il modo più agevole e più comodo è la nave. Il porto più vicino è quello di Palermo da dove esistono collegamenti giornalieri con San Vito Lo Capo. Se si viaggia in auto e si proviene dalla zona più occidentale della Sicilia bisogna seguire la statale 187 che collega Trapani a Palermo. All'altezza di Baglio Messina si prosegue verso nord in direzione di Custonaci e dopo 10 chilometri si giunge a San Vito lo Capo. Da Palermo invece si prende l'autostrada A 29 e si esce a Castellammare del Golfo, poi si prosegue sulla statale 187 per San Vito lo Capo. La strada offre un panorama su uno dei litorali più belli d'Italia passando per zone selvagge a zone attrezzatissime.

L'alternativa è viaggiare in aereo, prendendo un volo per l'aeroporto di Trapani Birgi o per l'aeroporto Falcone-Borsellino di Palermo. Oggi la tratta è percorsa anche da voli low cost e un volo di andata e ritorno costa sui 100 euro a testa, ma in alcuni periodi si possono trovare delle offerte anche migliori. Una volta giunti in Sicilia si può optare per un auto a noleggio per essere più comodi negli spostamenti. Un viaggio sicuramente più lungo è quello in bus, con un collegamento che percorre la tratta Segesta-Trapani-Palermo-Roma.

Dove dormire e mangiare.

[Foto di Eric il Rosso]

Se avete scelto San Vito Lo Capo come destinazione delle vostre vacanze trovare un alloggio non sarà molto difficile. Tutta la zona è ben fornita di residence, bed and brekfast ed appartamenti in affitto per tutti i gusti e le tasche. Chi non ha problemi di budget può scegliere di alloggiare in una splendida villa sul mare godendo di panorami mozzafiato e di comfort principeschi. Ma anche le altre sistemazioni non sono da meno, infatti gli appartamenti, le case vacanza ed i b&b sono tutti molto confortevoli e graziosi, ed alcuni sono molto caratteristici, infatti sono ricavati da vecchie case dei pescatori. Un b&b molto piacevole è il Rizz', molto vicino al mare, con un prezzo accettabile, circa 40 euro a notte con colazione inclusa. Un altro è il b&b Sleep a 400 metri dal mare e a pochi passi dal centro del paese ed anche qui il prezzo base è 39 euro a notte.

Anche mangiare e soprattutto mangiare bene, non sarà un problema a San Vito Lo capo. Ingrassare di qualche chilo sarà il prezzo da pagare per assaggiare tutte le specialità del luogo, ma questo non deve spaventare i turisti, infatti qualche peccato di gola non ha mai fatto male a nessuno. Sono tanti i posti dove assaggiare cassate, cannoli,pane cunzatu, cous cous e le busiate. Per uno spuntino veloce da non perdere la rosticceria Crik Crok vicino Piazza Marinella, dove assaggiare le busiate alla trapanese e le cassatele ripiene di ricotta. Le brioche con gelato si possono assaggiare nel centro città nella gelateria la piazzetta che da anni detiene il primato delle più buone granite di San Vito. Per i ristoranti si trovano un infinità in centro, tra i quali il migliore per rapporto tra qualità e prezzo è ai Sapori di Sicilia in via Savoia. Spesso però questi ristornati offrono menù turistici da cui è meglio diffidare, quindi per assaggiare la migliore cucina trapanese e spendere anche meno è meglio allontanarsi nelle zone limitrofe.  Per esempio Al Pocho è un ristorante che si trova a due chilometri dal centro, con terrazza vista mare, che offre un menù ricco con pesce di prima scelta a 38 euro a persona.

[Foto di Roberto Fontana]