in foto: Gordes – Foto Pixabay

Arroccato su un'altura, Gordes è uno dei borghi medievali più belli di Francia. Situato nel cuore del Luberon, questo paesino della Vaucluse è perfetto per immergersi nello stile di vita provenzale. Si tratta di un luogo da assaporare con calma, per mettersi in ascolto dei ritmi della natura.

Panorama da Gordes – Foto Pixabayin foto: Panorama da Gordes – Foto Pixabay

Il centro storico presenta vicoli tortuosi costellati da negozietti e casette caratteristiche. Tutti i suoi edifici sono costruiti in pietra e disposti in maniera irregolare: i raggi del sole al mattino e al tramonto creano suggestivi giochi di luce, tingendo le pietre levigate di tonalità giallo-beige. Piatto forte, naturalmente, il panorama. Dal belvedere è possibile scattare foto spettacolari e assistere a un meraviglioso tramonto nella vallata. Nel 2006 il villaggio è stato il set cinematografico del film di Ridley Scott "Un'ottima annata" con Russell Crowe e Marion Cotillard: questo ha incrementato in maniera esponenziale i flussi turistici.

Abbazia di Sénanque – Foto Wikimedia Commonsin foto: Abbazia di Sénanque – Foto Wikimedia Commons

Tra le attrazioni principali di Gordes vi sono diversi monumenti storici. A soli 4 km dal centro abitato si trova l'Abbazia di Sénanque, un angolo di quiete incontaminata. Costruita nel 1148, sorge in una vallata solitaria, dominata dal silenzio e dall'irresistibile profumo della lavanda. L'abbazia è infatti circondata da meravigliosi campi di colore viola, che le regalano un effetto scenografico: le foto memorabili sono assicurate. La struttura è molto ben conservata, ma solo alcuni spazi sono aperti al pubblico, tra cui il dormitorio dei monaci cistercensi, la chiesa abbaziale e il chiostro. Il periodo consigliabile per visitarla è appunto quello di fioritura della lavanda, nei mesi di giugno e luglio.

Veduta di Gordes – Foto Pixabayin foto: Veduta di Gordes – Foto Pixabay

Di grande fascino anche il castello, che sovrasta l'intera vallata con la sua imponenza. La costruzione venne edificata tra l'XI e il XVI secolo. I lavori iniziarono nel 1038 ma fu solo nel Rinascimento che il castello acquisì la sua inconfondibile fisionomia. Al primo piano troviamo una sala lunga 23 metri con un soffitto in legno. Qui è presente anche un maestoso camino del 1541, il secondo più grande di Francia.

Abbazia di Sénanque – Foto Wikimedia Commonsin foto: Abbazia di Sénanque – Foto Wikimedia Commons

Da vedere nel borgo anche la chiesa di origine romanica dedicata a San Firmino, costruita nel XIII secolo e riedificata nel XVIII secolo. Vale la pena di visitare il Moulin des Bouillons, antico frantoio per le olive del XVI secolo, e l'adiacente Museo del Vetro. Di grande interesse anche il Village des Bories. Si trova a 4 km a sud-est dal centro urbano ed è un antico insediamento dell'età del bronzo. Le tipiche abitazioni in pietra calcarea a secco furono occupate da pastori fino al XIX secolo.

Panorama del Luberon dal belvedere di Gordes – Foto Pixabayin foto: Panorama del Luberon dal belvedere di Gordes – Foto Pixabay

Nei dintorni si trovano luoghi di interesse come Roussillon e il Sentier des Ocres, oltre alla zona definita "il Colorado provenzale": un itinerario emozionante tra vegetazione e canyon dai contrasti cromatici dominati dai toni dell'ocra. Da visitare anche Fountaine-de-Vaucluse, con la romantica sorgente della Sorgue da cui Petrarca trasse ispirazione per i suoi versi più sognanti. Sempre a nord si trova un altro luogo legato al grande poeta. Si tratta del Mont Ventoux, dichiarato riserva della biosfera dall'UNESCO: dall'alto dei suoi 1912 metri si fregia del titolo di "Gigante della Provenza" e ospita una tappa del Tour de France. Merita una visita anche il paesino di Saint-Pantaleon con una bella chiesa romanica del XII secolo e una necropoli rupestre. Infine, a 75 km da Gordes si trova l'affascinante città di Aix-en-Provence, ricca di attrazioni legate al mondo dell'arte.

Veduta di Gordes – Foto Pixabayin foto: Veduta di Gordes – Foto Pixabay