Una vacanza a Palermo significa molto più di una esperienza di svago o di un periodo di riposo in una città di mare; scoprire il capoluogo siciliano significa letteralmente calarsi in una dimensione unica, una sorta di viaggio nel tempo che lascerà tracce indelebili nella memoria del turista. Basta infatti fare due passi nel centro storico di Palermo per comprendere la il valore artistico e soprattutto storico di questa città.

Ogni angolo della parte vecchia della città racconta secoli di storia, delle vicende dei dominatori che si sono avvicendati e che hanno arricchito all’inverosimile Palermo di monumenti, chiese e sontuosi palazzi. Solo per citarne alcuni, la Cattedrale, la fontana di Piazza Pretoria, la Cuba, le Cupole Rosse di San Giovanni degli Eremiti. Altri simboli della città, anche se di epoche più recenti, sono i due grandi teatri: il Teatro Massimo e il Teatro Politeama, collocati entrambi in suggestive piazze.

Chi sceglie Palermo per le proprie vacanze estate 2010 lo fa senz’altro per godere del suo splendido clima e del suo eccellente mare. Sia la zona costiere cittadine che quelle della provincia di Palermo (ad esempio Cefalù: mare e spiagge attrezzatissime), sono particolarmente attraenti, offrendo sia spiagge, libere ed attrezzate, che scogliere accessibili per godere di uno dei tratti più belli del Mar Tirreno.

Tra le zone balneari più caratteristiche di Palermo la più celebre è senza dubbio Mondello, un antico borgo di pescatori divenuto oggi una vera attrazione turistica, con locali, pub e trattorie dove gustare le specialità della cucina siciliana a base di pesce. Vicinissima alla piazza di Mondello inizia la riserva naturale di Capo Gallo, un tratto di costa protetto ricco di calette e piccole spiagge facilmente accessibili da terra e suggerite per chi ama trascorrere rilassanti giornate a crogiolarsi al sole.

Un capitolo a parte merita la cucina palermitana, un trionfo di sapori, profumi e colori che difficilmente possono essere dimenticati; dall’antipasto al dolce una serie infinita di pietanze e ricette che affondano spesso le origini nella tradizione araba. Punte di diamante dei menu palermitani la pasta con le sarde, il pane con le panelle, gli immancabili Cannoli alla Siciliana e sua maestà… la Cassata!

Gabriele Amodeo