in foto: Costiera Amalfitana. Foto di Kirk F

Mare, sole, tradizioni e paesaggi che fanno impazzire: questa è la Costiera Amalfitana, un sogno in provincia di Salerno. Fare una lista delle cose da vedere in Costiera Amalfitana è un compito molto arduo. Ovunque si volte lo sguardo ci si trova in un piccolo paradiso tra mare, scogliere, insenature, paesaggi e bellissimi tramonti. Il mare, il profumo dei limoni, le corse tra i viottoli, assaporando uno dei sorbetti o delizie al limone davanti a una delle terre più romantiche al mondo. Esiste qualcosa di meglio? Se vi trovate in vacanza in Costiera ecco 10 tappe da non perdere, da Positano a Vietri sul Mare, passando per Ravello, Amalfi e Cetara.

1. Positano.

Positano. Foto di Paola Marchiòin foto: Positano. Foto di Paola Marchiò

Una sirena adagiata sulla costa. Questo è il profilo di Positano famoso in tutto il mondo. Stupenda la cupola in maiolica di Santa Maria Assunta che splende già alle prime luci dell’alba. A Positano si trova una delle spiagge più ambite da vip e star internazionali, la Spiaggia Grande che di giorno o di sera è affollatissima, viva e modaiola. Un'esperienza incredibile da vivere è il Sentiero degli dei, una passeggiata panoramica che vi lascerà a bocca aperta.

2. Praiano.

Praiano. Foto di Mariano Mantelin foto: Praiano. Foto di Mariano Mantel

Altra perla della Costiera è Praiano. Qui si trova una spiaggia piccolissima di soli trenta metri e coperta prevalentemente da ciottoli. Un piccolo gioiello che si apre verso Positano, le isole de li Galli e Capri offrendo un panorama magnifico. E’ uno dei pochi luoghi in cui si possa godere del sole fino al tramonto. L’unica fatica sarà scendere moltissime scalinate prime di arrivare giù in spiaggia; uno sforzo che sicuramente sarà ripagato dalla straordinaria bellezza che ci circonda.

3. Furore.

Furore. Foto di Radio Alfain foto: Furore. Foto di Radio Alfa

Un autentico museo all'aperto, Furore, un caratteristico paesino della Costiera Amalfitana, riconosciuto tra i borghi più belli d’Italia. Meglio conosciuto come il “paese che non c’è”, il borgo di Furore è una catena di piccole case colorate che spuntano dal suolo, su una piccola macchia mediterranea disposta a terrazzamenti fino al mare. Popolato da circa 1000 abitanti è caratterizzato da una zona abitata a monte e un piccolo nucleo di pescatori che domina la costa, conosciuta come Fiordo di Furore.

4. Conca dei Marini.

Conca dei Marini. Foto di Messin foto: Conca dei Marini. Foto di Mess

A Conca dei Marini si trova una delle attrazioni più grandiose della Costiera: la Grotta dello Smeraldo. Questo gioiello si può raggiungere attraverso una scalinata o mediante un ascensore. Si tratta di una grotta le cui acque all’interno prendono il colore dello smeraldo, e stalattiti e stalagmiti si uniscono a formare colonne alte a volte anche più di 10 metri. Dalla Torre Saracena, al giardino di limoni della Chiesa di Sant’Antonio, la sosta a Conca dei Marini sarà di sicuro incantevole.

5. Amalfi.

Amalfi. Foto da Flickrin foto: Amalfi. Foto da Flickr

Si dice che Amalfi prenda il nome da quello della donna amata da Ercole e che, sulle sponde di questa città incantevole lui l'abbia sepolta per cullarla con le acque del Tirreno in eterno. Leggenda o meno, la storia incredibile di Amalfi continua ad affascinare ancora oggi e incanta i visitatori che ogni anno passano di qui numerosi. Dal Duomo, al museo della carta, dal Vallone delle Ferriere allo shopping nei negozietti del centro, avrete solo l’imbarazzo della scelta. Ad Amalfi si trova una delle più larghe e ampie di tutta la Costiera Amalfitana.

6. Atrani.

Atrani. Foto di quiquefebein foto: Atrani. Foto di quiquefebe

Atrani è uno dei borghi più belli della Campania. Una splendida cittadina che conserva la struttura medievale originaria. Il suo centro è formato da suggestivi vicoletti, archi, cortili, piazzette e le caratteristiche “scalinatelle”. Visto da lontano sembra un presepe a picco sul mare. Oltre ad essere una dei borghi più belli d’Italia, Atrani ha anche un altro primato, quello di essere il più piccolo comune d’Italia per superficie. Ha una piccola spiaggia raccolta e protetta da cui, la sera, partono le lampare per la pesca.

7. Ravello.

Ravello. Foto di Francesco di Capuain foto: Ravello. Foto di Francesco di Capua

I questo luogo fantastico la vista sul golfo di Salerno è spettacolare. A Ravello sorge uno de tesori più importanti della costa campana, "La villa Rufolo", un incanto fuori dal tempo e dallo spazio. Questa villa non a caso è stata per anni meta prediletta di musicisti, artisti e poeti.

8. Minori.

Minori. Foto da Flickrin foto: Minori. Foto da Flickr

Una perla rara nella Costiera Amalfitana, Minori è dal 1997 Patrimonio dell’Unesco. In epoca romana veniva chiamata Rheginna Minor, per distinguerla da Maiori. Si tratta di una realtà abbastanza piccola e semplice da raggiungere e visitare facilmente. Da vedere la Villa Marittima Romana e la Basilica di S. Trofimena.

9. Cetara.

Cetara. Foto di Radio Alfain foto: Cetara. Foto di Radio Alfa

Questo piccolo comune della Costiera Amalfitana è conosciuto in tutto il mondo, non solo per le acque cristalline, ma soprattutto per la colatura di alici. I pescherecci, le tonnare storiche, la brezza che viene dal mare, la vita rilassata di un villaggio di circa 2400 anime baciato dal sole, fanno di Cetara un paradiso da non voler più lasciare.

10. Vietri sul mare.

Vietri sul mare. Foto di Renato Acquavivain foto: Vietri sul mare. Foto di Renato Acquaviva

Quando si parla di visita a Vietri sul Mare immediatamente si pensa alle splendide ceramiche che hanno resto famoso sin dal Medioevo questo angolo della Costiera Amalfitana. Una visita a Vietri sul mare, infatti, non può prescindere dall’ammirare la produzione vietrese. A Vietri l’acqua è quella blu e cristallina del golfo, con calette e spiagge da sogno, assolate e amatissime dai turisti. Merita una visita quella dei "Due fratelli", gli spuntoni di roccia simbolo della città.