15:08

Viaggiare col cane in aereo: come portare Fido a bordo con noi

Il nostro migliore amico può subire un profondo stress da un volo lungo, per cui meglio tranquillizzarlo, e se non è molto grosso potremo imbarcarlo con noi in una gabbia.

Viaggiare col cane in aereo: come portare Fido a bordo con noi.

Dopo aver organizzato le vacanze di Natale e Capodanno, abbiamo ancora a disposizione il ponte lungo della Befana. Ma i possessori di un cane non possono abbandonare Fido troppo spesso: ne soffre l’animale e anche il suo padrone. Purtroppo viaggiare col proprio animale da compagnia richiede sempre delle particolari attenzioni, che noi saremo però ben felici di seguire per amore della nostra bestiola. Abbiamo già visto come viaggiare in treno col cane, adesso vediamo cosa dobbiamo fare se vogliamo portare il nostro migliore amico con noi in aereo.

Prima di tutto bisogna informarsi bene sulla regolamentazioni vigente in materia di trasporto animali nella località di destinazione: all’estero potrebbero essere necessarie vaccinazioni particolari. Poi bisogna considerare che un viaggio in aereo per qualsiasi animale è particolarmente stressante, e può renderlo facilmente irritabile: non è consigliato sedarli, dal momento che in alta quota l’animale potrebbe subire un collasso. Meglio fare riferimento al proprio veterinario per somministrargli dei tranquillanti naturali come la valeriana. Inoltre è meglio fare bere il proprio cane prima della partenza, dal momento che non è detto ci sarà questa possibilità in volo.

Alcune compagnie però forniscono alcuni servizi assistenziali per il cane, come dei punti ristoro all’aeroporto. Differenti sono anche le tariffe per far viaggiare l’animale, mentre i limiti sono gli stessi per tutti. Il cane deve viaggiare in una gabbia con fondo impermeabile delle dimensioni approssimative di 50X40x25 cm, nella quale però l’animale si possa muovere liberamente, per cui deve essere un cane di taglia piccola. Se il peso della gabbia con tutto l’animale supera i 10 kg il cane dovrà essere imbarcato come bagaglio da stiva: per tratte così lunghe è sconsigliato sottoporre l’animale a una simile esperienza, dal momento che per tranquillizzarlo sarebbe meglio che fosse a bordo col padrone che ne faccia avvertire sempre la sua presenza.

Approfondimenti: compagnie aeree, vacanze con il cane

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE