I divertimenti della capitale britannica sono infiniti, e scegliere tra le cose da vedere a Londra può risultare un'impresa ardua, soprattutto se si hanno pochi giorni a disposizione. Ma ci sono dei must imprescindibili, quei luoghi che non bisogna farsi mancare per nessuna ragione, perché rappresentano l'anima culturale della città. Ed è proprio del Madame Tussauds che vogliamo parlarvi: il più famoso Museo delle Cere è nato qua, nella città della regina, e porta con sé tutto il suo carico di atmosfera londinese, compreso quel gusto un po' macabro e tetro che la contraddistingue. Ma cosa succede se durante la nostra vacanza nel Regno Unito non riusciamo a trovare il tempo per una visita al museo? Niente paura, perché il Madame Tussauds è internazionale e lo potrete trovare in numerose città del mondo. La visita a ognuno di questi musei è unica (Berlino, Amsterdam, Vienna, Sydney, New York, Pechino), anche se quello di Londra rimane insuperabile ed è una delle migliori attrazioni da vedere con i bambini.

in foto: Elizabeth Taylor ai Madame Tussauds di Londra, Las Vegas, New York, Amsterdam (Foto di Loren Javier).

Le statue di cera del Madame Tussauds.

Il Madame Tussauds, il nome con cui è conosciuto internazionalmente il Museo delle cere, prende il nome dall'artista francese Marie Tussaud, che cominciò a scolpire la cera fin da piccola ispirata dai lavori di un medico a cui era molto affezionata. Quando si trasferì a Londra, nel 1802, cominciò a fare girare le sue opere in tutta la Gran Bretagna, prima di creare la sua mostra permanente a Baker Street nel 1835. Purtroppo, a causa di un incendio, sono sopravvissute solo alcune delle sue creazioni originali. Oggi possiamo ammirare le statue delle celebrità del nostro tempo: attori, cantanti, sportivi, politici e così via. La distribuzione delle opere in reparti tematici aiuta sicuramente il visitatore a non disorientarsi in mezzo a tante realistiche finzioni.

Le statue di cera dei personaggi famosi, soprattutto del panorama internazionale alimentato da Hollywood, sono quelle che probabilmente attirano maggiormente l'attenzione dei turisti. Ci sono le coppie illustri, come Angelina Jolie e Brad Pitt, o attori dallo sguardo intenso come Leonardo Di Caprio, dal sorriso contagioso come Julia Roberts o dall'espressione assorta come Morgan Freeman. Del mondo dello spettacolo non ci sono solo attori, ma anche registi come Quentin Tarantino, Alfred Hitchcock o Steven Spielberg, né ci sono soltanto star di oggi. Ritroviamo in forma eccellente, ad esempio, James Dean, Marilyn Monroe, Audrey Hepburn e una provocante Liz Taylor nei panni succinti di Cleopatra. Spesso le statue rievocano il modello originale nel suo film più famoso, presentando al visitatore piccole e note scenografie cinematografiche: accade ad esempio con Terminator, Shrek ed E.T. Insomma, non mancano nemmeno i personaggi di fantasia come i supereroi. Potrebbe capitare ad esempio di essere abbracciati da un Hulk di dimensioni colossali o di ritrovarvi, grazie alla proiezione di film e alla presenza di integrazioni video, in un qualsiasi altro mondo della Marvel.

Ci sono anche gli sportivi, da quelli nazionali ed eroi del passato come Bobby Moore a quelli moderni (e nazionali) come David Beckham o (internazionali) come Lionel Messi. Non è presente solo il calcio, ovviamente, ma tutti gli sport. Simpatica, ad esempio, la statua di Usain Bolt nell'atto di scoccare la freccia. Anche le star della musica hanno tanto da offrire al museo: Rihanna, One Direction, Justin Bieber, Steve Martin, Miley Cyrus, Taylor Swift, Jennifer Lopez, ma anche Beatles, Elvis Presley, Michael Jackson, Bob Marley e tanti altri artisti.

Una stanza del museo è dedicata ai politici. Troviamo quindi Barack Obama, Nelson Mandela, il Dalai Lama, David Cameron, Angela Merkel e tanti altri. Adolf Hitler si troverà però nella Chambers of Horror, la stanza degli orrori dedicata a tutto ciò che di terrificante ha prodotto l'uomo nella storia. Quindi anche torture medievali, assassini illustri tra i quali non poteva mancare Jack Lo Squartatore. A proposito del passato, nel taxi londinese dello Spirit of London – altra sezione a parte del Madame Tussauds -, il visitatore viene immerso nella City dei secoli passati.

Risponde alla passione tutta british per i re la sezione dedicata alla famiglia reale britannica al gran completo. Davanti a tutti la regnante regina Elisabetta II, ma a seguire tutta la famiglia dal sangue blu e rispettivi consorti di nascita volgare. Presenti dunque anche Kate Middelton e il principino William. Si ricongiunge alla "famiglia" anche la Principessa del Galles Diana.

Se il Museo delle cere era in passato una tipica attrazione per famiglie, in cui era possibile portare i bambini di qualsiasi età, ancora di più lo è oggi grazie ad un reparto dedicato a Star Wars. Tutto il mondo di George Lucas è a portata di mano e sarà possibile incontrare Luke Skywalker, Yoga, Han Solo e compagnia.

Indirizzo del Museo delle Cere: come arrivare?

Il Museo delle cere di Londra si trova a Marylebone Road, nell'area della Città di Westminster (London NW1 5LR è la sigla riportata sulle mappe) e pochi metri dopo l'incrocio con Baker Street, la strada che ospitò la prima mostra di Marie Tussaud. Arrivarci è semplicissimo: si trova nei pressi della fermata della metro di Baker Street, attraversata da ben cinque linee ferroviarie. La principale è la Bakerloo Line, le altre sono Circle, Jubilee, Metropolitan, Hammersmith & City. Usciti dalla stazione proseguite verso Baker Street, superate la casa museo di Sherlock Holmes per poi svoltare subito su Marylebone: dopo pochi minuti il museo si trova lì. Se fuori all'ingresso si trova una fila interminabile di persone vuol dire solo una cosa: siete in alta stagione.

Prezzi del Madame Tussauds.

Museo delle Cere di Londra, Marvel

Foto di Cliff

Il Museo delle cere è una delle trappole per turisti più frequentate di Londra, con oltre tre milioni di visitatori all'anno. Ma per venire incontro alle esigenze di tutti, sono state concepite particolari formule promozionali. Il costo del Museo delle cere, infatti, varia se prenotiamo il biglietto online, magari usufruendo di particolari tariffe.

  • Il prezzo standard per un adulto per un biglietto acquistato direttamente alla cassa è di £34 (£29.5 da 4 a 15 anni di età). Prenotandolo online paghiamo £23.80 (£20.65 i bambini): la prenotazione deve essere però effettuata almeno un giorno prima della visita.
  • Il Premium ticket permette di saltare la fila, ma comporta una spesa francamente inconcepibile: £70 per gli adulti e £60 per i bambini. Si acquista solo online.
  • Il Late non ammette bambini. Il biglietto è acquistabile solo dai maggiorenni e include un cocktail di benvenuto. Si acquista solo online e costa £29.
  • Ci sono infine le combinazioni per visitare due, tre o quattro attrazioni incluso il Madame Tussauds. Costano rispettivamente 39, 48 e 55 pound. Sono rivolti solo a chi ha più di 16 anni, hanno una durata di 30 giorni e permettono di visitare sull'altra sponda del Tamigi il London Eye, l'acquario SEA LIFE, il London Dungeon o la visita del Shrek's Adventure.

Prenotare online dal sito del museo, come è evidente, conviene.

Gli orari del Museo delle Cere.

Gli orari del Museo delle cere di Londra variano a seconda del periodo. Durante i weekend tutto l'anno, in agosto e per periodi di festività come la settimana di Carnevale e quella di Pasqua il museo è aperto dalle 9 alle 18. In altri giorni è aperto dalle 9.30 alle 17.30. L'orario di chiusura è inteso come orario di ultimo ingresso (il museo chiude effettivamente un paio d'ore dopo circa). Come dicevamo all'inizio, il museo è diventato un'attrazione internazionale, e lo possiamo trovare in numerose parti del mondo: Las Vegas, Hollywood, New York e Washington negli Stati Uniti; Amsterdam, Berlino, Vienna e Blackpool in Europa; Sydney in Australia; Bangkok, Hong Kong, Shangai, Tokyo e prossimamente a Giacarta in Asia. Ogni museo ha delle riproduzioni in cera di star internazionali affiancate a quelle locali (celebre quello di Hong Kong con tutti gli attori del cinema locale). In Italia la Merlin Entertainment, la multinazionale del divertimento che possiede i musei, non ha ancora deciso di aprirne uno. Noi possiamo visitare il nostro personalissimo e tutto italiano Museo delle cere di Roma, nato proprio su ispirazione di quello londinese, e attualmente il terzo più grande d'Europa. Ma – va detto – le statue non sono affatto all'altezza di quelle in mostra presso i musei della Merlin Entertainment.